Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 43 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




COME ESSERE PIÚ CHE VINCITORI

HOW TO BE AN OVERCOMER!
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
Pastore Emerito

Adattato dal sermone
Di Timothy Lin, Ph.D., che ès tato il mio pastore per 24 anni.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
Il pomeriggio del giorno del Signore, 26 luglio 2020
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Afternoon, July 26, 2020

Inno cantata prima del sermone:
      “Sono un soldato della croce?” [(“Am I a Soldier of the Cross?”
         di Isaac Watts, 1674-1748)].

“Sorgi, vento del nord, e vieni, vento del sud! Soffiate sul mio giardino, perché se ne spandano gli aromi! Venga l'amico mio nel suo giardino e ne mangi i frutti deliziosi!” (Cantico dei Cantici 4:16).


Questo è il sermone più importante della mia vita. Se leggi la mia autobiografia capirai perché questo sermone ha cambiato la mia vita. Il Dr. Robert L. Sumner ha detto: “Apprezzo e ammiro un uomo che è disposto a prendere posizione per la verità, anche quando tutte le probabilità sono contro di lui. R. L. Hymers, Jr. è quel tipo di Cristiano " (Traduzione in italiano da The Honor Was All Mine: Giants of the Faith Whose Paths Crossed Mine, Biblical Evangelism Press, 2015, pp. 103-105). Uno dei nostri missionari in Indonesia ha detto: "Il Dr. Hymers è un eroe che è sopravvissuto a molte guerre mortali ". Questo è il sermone del Dr. Timothy Lin che mi ha ispirato a lavorare per essere più che vincitore. Spero che questo messaggio possa cambiare anche la tua vita.

+ + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + +
I NOSTRI SERMONI SONO DISPONIBILE ANCHE PER IL TUO SMARTHPHONE.
VISITA IL SITO WWW.SERMONSFORTHEWORLD.COM.
CLICCA SUL PULSANTE VERDE CON SU SCRITTO “APP”.
SEGUI LE ISTRUZIONI CHE TROVI.

+ + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + +

Timothy Lin, Ph.D disse: “L'uomo non è stato creato per caso; è stato creato specificamente per avere il dominio sulla creazione di Dio ... La vita di Giuseppe rivela la preparazione di cui il credente ha bisogno per il dominio futuro [nel regno di Cristo]".

Prima che Giuseppe diventasse un governante dell'Egitto, Dio lo ha portato attraverso un lungo e difficile cammino, per prepararlo a essere un vincitore e un custode della Sua Parola fino alla fine della [sua] vita. Le grandi cose che Giuseppe ha fatto non erano solo legate all'Egitto, ma anche a Israele e alla chiesa di Dio nel corso dei secoli futuri. Senza il regno di Giuseppe, non solo gli egiziani avrebbero potuto morire di fame, ma anche la nazione di Israele avrebbe potuto essere annientata e la rivelazione della redenzione di Dio nella Genesi non sarebbe mai stata completata.

I tasselli che Dio ha messo per edificare la vita spirituale di Giuseppe possono essere considerati alla luce del Cantico dei Cantici 4:16.

“Sorgi, vento del nord, e vieni, vento del sud! Soffiate sul mio giardino, perché se ne spandano gli aromi!” (Cantico dei Cantici 4:16).

Studiando la vita di Giuseppe attentamente, si può osservare come Dio ha permesso che il vento del nord e il vento del sud soffiassero alternativamente su di lui fino a quando le spezie aromatiche del suo carattere non sono fluite fuori. Dio ha preparato il suo carattere con le sofferenze, ha esercitato il suo corpo con la fatica, lo ha esposto alla disgrazia e all'umiliazione e lo ha frustrato con l'ingiustizia e l'ingratitudine, affinché la sua mente potesse essere raffinata, la sua sensibilità stabilizzata, la sua volontà rafforzata, la sua fede e il suo carattere sviluppati, e la sua fede nel Signore aumentò. Le operazioni del vento del nord e del sud nella vita di Giuseppe sono chiaramente visibili.

Vento del Sud – Godere dell'affetto dei genitori

Per favore leggiamo nel libro della Genesi 37:1-4.

“Giacobbe abitò nel paese dove suo padre aveva soggiornato, nel paese di Canaan. Questa è la discendenza di Giacobbe. Giuseppe, all'età di diciassette anni, pascolava il gregge con i suoi fratelli. Egli era giovane e stava con i figli di Bila e con i figli di Zilpa, mogli di suo padre. Giuseppe riferì al loro padre la cattiva fama che circolava sul loro conto. Israele amava Giuseppe più di tutti gli altri suoi figli, perché era il figlio della sua vecchiaia; e gli fece una veste lunga con le maniche. I suoi fratelli vedevano che il loro padre l'amava più di tutti gli altri fratelli; perciò l'odiavano e non potevano parlargli amichevolmente” (Genesi 37:1-4).

Il Dr. Lin ha detto: "L'amore dei genitori ha molto a che fare con le caratteristiche future di un bambino ..."

“Giuseppe conosceva le differenze tra amore e cattiveria... amore e verità sono due concetti interattivi, ma questo non è vero per l'amore e la malvagità, che sono due categorie differenti. Astenersi dall'esprimere il male non è amore, ma codardia ... Finché il movente di una persona è l'altruismo, esprimere il male è un atto nobile e dovrebbe essere incoraggiato ... I dettagli dei due sogni di Giuseppe ferirono l'orgoglio dei suoi fratelli e eccitarono la loro invidia; eppure Giuseppe amava ancora i suoi fratelli e rimase un figlio obbediente per suo padre."

Io stesso non ho sperimentato l'amore di mio padre, ma l'amore e l'approvazione di mia madre mi hanno impedito di amareggiarmi contro mio padre. Mia madre era tutt'altro che perfetta, ma “era la persona più gentile, dolce e intelligente che avessi mai conosciuto nella mia giovane vita. Mi ha insegnato ad amare i libri, a guidare una macchina e, soprattutto, ad alzarmi in piedi e dire ciò che deve essere detto, anche se fossi rimasto da solo” (p. 16 della mia autobiografia). Pertanto, mia madre è sempre stata la persona che mi ha difeso, in un certo senso era il mio avvocato. Le ultime parole che mia madre mi ha rivolto sono state: "Ti amo, Robert" (p. 181). Quando mia madre è stata finalmente salvata all'età di 80 anni, è stata una delle cose più meravigliose che mi sono accadute nella mia vita.

Vento del Nord – Venduto in schiavitù –
Genesi 37:18-36

Per favore leggiamo in Genesi 37:23-28 e alziamoci in piedi mentre io leggo.

“Quando Giuseppe fu giunto presso i suoi fratelli, lo spogliarono della sua veste, della veste lunga con le maniche, che aveva addosso, lo presero e lo gettarono nella cisterna. La cisterna era vuota, non c'era acqua. Giuseppe venduto a degli Ismaeliti. Poi si sedettero per mangiare e, alzando gli occhi, videro una carovana d'Ismaeliti che veniva da Galaad, con i suoi cammelli carichi di aromi, di balsamo e di mirra, che scendeva in Egitto. Giuda disse ai suoi fratelli: «Che ci guadagneremo a uccidere nostro fratello e a nascondere il suo sangue? Su, vendiamolo agl'Ismaeliti e non lo colpisca la nostra mano, perché è nostro fratello, nostra carne». I suoi fratelli gli diedero ascolto. Come quei mercanti madianiti passavano, essi tirarono su Giuseppe, lo fecero salire dalla cisterna, e lo vendettero per venti sicli d'argento a quegli Ismaeliti. Questi condussero Giuseppe in Egitto” (Genesi 37:23-28).

Potete sedervi.

Il Dr. Lin ha detto: “La sincerità, l'obbedienza, la pazienza, la fedeltà, la diligenza, la premura e la saggezza non si ottengono attraverso una vita facile, ma sopportando le difficoltà e gli ostacoli. Giuseppe non sarebbe mai stato completamente attrezzato per essere [un vincitore] se fosse rimasto a casa. Il fatto che fosse stato venduto per 20 pezzi d'argento avrebbe causato molti malati mortali. Ma Giuseppe non ha accusato o maledetto i suoi fratelli, anche se potrebbe essersi chiesto come Dio avrebbe realizzato i suoi due sogni in tali circostanze ".

Vento del Sud – Guadagnare fiducia e stima –
Genesi 39:1-6

Per favore leggiamo in Genesi 39:1-6, seguitemi nella lettura.

“Giuseppe fu portato in Egitto; e Potifar, ufficiale del faraone, capitano delle guardie, un Egiziano, lo comprò da quegli Ismaeliti che ce l'avevano condotto. Il SIGNORE era con Giuseppe: a lui riusciva bene ogni cosa e stava in casa del suo padrone egiziano. Il suo padrone vide che il SIGNORE era con lui e che il SIGNORE gli faceva prosperare nelle mani tutto ciò che intraprendeva. Giuseppe trovò grazia agli occhi di lui e si occupava del servizio personale di Potifar, il quale lo fece maggiordomo della sua casa e gli affidò amministrazione di tutto quello che possedeva. Dal momento che l'ebbe fatto maggiordomo della sua casa e gli ebbe affidato tutto quello che possedeva, il SIGNORE benedisse la casa dell'Egiziano per amore di Giuseppe; la benedizione del SIGNORE si posò su tutto ciò che egli possedeva, in casa e in campagna. Potifar lasciò tutto quello che aveva nelle mani di Giuseppe; non s'occupava più di nulla, tranne del cibo che mangiava. Giuseppe era avvenente e di bell'aspetto.” (Genesi 39:1-6).

Prestate attenzione.

Giuseppe è stato venduto a un capitano della guardia del Faraone di nome Potifar. Invece di lamentarsi, Giuseppe è andato a lavorare e ha adempiuto i doveri che gli erano stati affidati. Ha conquistato la fiducia del suo maestro, Potifar, e divenne un uomo caratterizzato dal successo. Ma Giuseppe aveva bisogno di ulteriore addestramento. Quindi Dio gli ha permesso di essere umiliato.

Vento del Nord – Affrontare la tentazione e l'ingiustizia –
Genesi 39:7-20

Ora alzatevi in piedi mentre leggo Genesi 39: 1-18. Il Dr. Lin ha detto: "Quando il vento del nord soffia nelle loro vite, molti giovani pensano che sia una tragedia... Ma questi problemi sono spesso una manifestazione della grazia di Dio. Geremia disse: " È bene per l'uomo portare il giogo della sua giovinezza" (Lamentazioni 3:27). Una vita tranquilla senza lotte può rovinare un giovane. Ma il giogo portato in gioventù è per lui un trampolino di lancio per raggiungere una posizione più alta.

“Giuseppe fu portato in Egitto; e Potifar, ufficiale del faraone, capitano delle guardie, un Egiziano, lo comprò da quegli Ismaeliti che ce l'avevano condotto. Il SIGNORE era con Giuseppe: a lui riusciva bene ogni cosa e stava in casa del suo padrone egiziano. Il suo padrone vide che il SIGNORE era con lui e che il SIGNORE gli faceva prosperare nelle mani tutto ciò che intraprendeva. Giuseppe trovò grazia agli occhi di lui e si occupava del servizio personale di Potifar, il quale lo fece maggiordomo della sua casa e gli affidò amministrazione di tutto quello che possedeva. Dal momento che l'ebbe fatto maggiordomo della sua casa e gli ebbe affidato tutto quello che possedeva, il SIGNORE benedisse la casa dell'Egiziano per amore di Giuseppe; la benedizione del SIGNORE si posò su tutto ciò che egli possedeva, in casa e in campagna. Potifar lasciò tutto quello che aveva nelle mani di Giuseppe; non s'occupava più di nulla, tranne del cibo che mangiava. Giuseppe era avvenente e di bell'aspetto. Dopo queste cose, la moglie del padrone di Giuseppe gli mise gli occhi addosso e gli disse: «Unisciti a me!» Ma egli rifiutò e disse alla moglie del suo padrone: «Ecco, il mio padrone non mi chiede conto di quanto è nella casa e mi ha affidato tutto quello che ha. In questa casa, egli stesso non è più grande di me e nulla mi ha vietato, se non te, perché sei sua moglie. Come dunque potrei fare questo gran male e peccare contro Dio?» Benché lei gliene parlasse ogni giorno, Giuseppe non acconsentì a unirsi né a stare con lei. Un giorno egli entrò in casa per fare il suo lavoro; lì non c'era nessuno della gente di casa; allora lei lo afferrò per la veste e gli disse: «Unisciti a me!» Ma egli le lasciò in mano la veste e fuggì. Quando lei vide che egli le aveva lasciato la veste in mano e che era fuggito, chiamò la gente di casa sua e disse: «Vedete, ci ha portato un Ebreo perché questi si prendesse gioco di noi; egli è venuto da me per unirsi a me, ma io ho gridato a gran voce. E com'egli ha udito che io alzavo la voce e gridavo, mi ha lasciato qui la sua veste ed è fuggito». E si tenne accanto la veste di lui finché il suo padrone non tornò a casa. Allora gli parlò in questa maniera: «Quel servo ebreo che hai condotto in casa è venuto da me per prendersi gioco di me. Ma appena io ho alzato la voce e ho gridato, egli mi ha lasciato qui la sua veste ed è fuggito».” (Genesi 39:1-18).

Potete sedervi.

Un giorno, mentre Giuseppe stava lavorando nella casa di Potifar, sua moglie si avvicinò a Giuseppe e cercò di portarselo a letto, ma Giuseppe si staccò da lei, le lasciò la veste in mano e corse via.

Questa tentazione poteva essere irresistibile per altri giovani uomini, ma Giuseppe la vinse. Ha superato questa prova scappando velocemente. Alcune tentazioni possono essere superate affrontandole, ma le tentazioni legate al sesso e alla lussuria possono essere superate solo fuggendo (Vedi II Timoteo 2:22 dice: "Fuggi le passioni giovanili"). La vittoria di Giuseppe - la sua fedeltà - a Dio, a Potifar che aveva così tanta fiducia in lui e a se stesso, in modo che la sua purezza potesse essere preservata dalla contaminazione. Per l'amor di Dio ha preferito andare in prigione piuttosto che cedere al desiderio di una donna malvagia. Per amore di Potifar non si difese, per evitare di disonorare la moglie del suo padrone. Così ha taciuto. Quando Potifar è rientrato in casa, ha accolto l'accusa di sua moglie e ha sbattuto Giuseppe in prigione.

Vento del Sud – Promozione e amicizia –
Genesi 39:21-40:22

Leggiamo in Genesi 39:19-22Alziamoci in piedi durante la lettura.

“Quando il padrone di Giuseppe udì le parole di sua moglie che gli diceva: «Il tuo servo mi ha fatto questo!» si accese d'ira. Il padrone di Giuseppe lo prese e lo mise nella prigione, nel luogo dove si tenevano chiusi i carcerati del re. Egli era dunque là in quella prigione. E il SIGNORE fu con Giuseppe, gli mostrò il suo favore e gli fece trovare grazia agli occhi del governatore della prigione. Così il governatore della prigione affidò alla sorveglianza di Giuseppe tutti i detenuti che erano nel carcere; e nulla si faceva senza di lui” (Genesi 39:19-22).

Potete sedervi.

Anche se l'ambiente fisico di Giuseppe è peggiorato, la sua certezza spirituale non è cambiata. E la presenza di Dio ha continuato ad essere una benedizione per lui pur essendo in prigione.

Giuseppe è stato in grado di creare un ambiente amichevole in prigione. Il maggiordomo e il panettiere del Faraone, anch'essi in prigione, erano turbati dai sogni. Nessuno poteva dire loro cosa significassero questi sogni. Nella mente di Giuseppe Dio poteva fare qualsiasi cosa. Ha interpretato i sogni del maggiordomo e del fornaio. Dopo tre giorni entrambe le interpretazioni si compirono. Il maggiordomo è stato ristabilito e il fornaio è stato impiccato. Questo era il vento del sud di Giuseppe che soffiava, anche in prigione.

Vento del Nord – Ingratitudine e ritardo permanente –
Genesi 40:23

Leggiamo in Genesi 40:23.

“Il gran coppiere però non si ricordò di Giuseppe e lo dimenticò” (Genesi 40:23).

La prigionia di Giuseppe è durata altri due lunghi anni, e per lui deve essere stata sicuramente un forte vento del nord. "“Il gran coppiere però non si ricordò di Giuseppe e lo dimenticò” (Genesi 40:23). Questo mostra il carattere ingrato del maggiordomo. Una situazione del genere potrebbe portare una persona a odiare il mondo per la sua ingratitudine, ma non Giuseppe. Aveva imparato la virtù di aspettare che Dio operasse. Dio ha prolungato il suo tempo in prigione per aumentare la pazienza di Giuseppe in attesa che Dio operasse e per approfondire la sua fiducia nella fedeltà di Dio. Il ritardo di Dio era la prova della sua grazia in più per il suo vincitore. Più tardi Davide disse: " Spera nel SIGNORE! Sii forte, il tuo cuore si rinfranchi; sì, spera nel SIGNORE!" (Salmo 27:14).

Vento del sud – Regnare come un re –
Genesi 47:12-31

Alzatevi in piedi mentre leggo Genesi 47:12-17.

“Giuseppe fornì pane a suo padre, ai suoi fratelli e a tutta la famiglia di suo padre, secondo il numero dei figli. In tutto il paese non c'era pane, perché la carestia era gravissima; il paese d'Egitto e il paese di Canaan soffrivano a causa della carestia. Giuseppe raccolse tutto il denaro che si trovava nel paese d'Egitto e nel paese di Canaan, come prezzo del grano che si comprava; Giuseppe portò questo denaro nella casa del faraone. Quando il denaro fu esaurito nel paese d'Egitto e nel paese di Canaan, tutti gli Egiziani vennero da Giuseppe e dissero: «Dacci del pane! Perché dovremmo morire in tua presenza? Infatti il denaro è finito». Giuseppe disse: «Se non avete più denaro, date il vostro bestiame e io vi darò del pane in cambio del vostro bestiame». Quelli condussero a Giuseppe il loro bestiame e Giuseppe diede loro del pane in cambio dei loro cavalli, delle loro greggi di pecore, delle loro mandrie di buoi e dei loro asini. Così fornì loro del pane quell'anno, in cambio di tutto il loro bestiame” (Genesi 47:12-17).

Potete sedervi.

Il Dr. Lin ha detto: “Nessun castigo è piacevole quando viene ricevuto; è sempre doloroso e spiacevole. Ma produce il frutto della giustizia in coloro che sono stati addestrati da essa". Leggiamo in Ebrei 12:11:

“È vero che qualunque correzione sul momento non sembra recare gioia, ma tristezza; in seguito tuttavia produce un frutto di pace e di giustizia in coloro che sono stati addestrati per mezzo di essa.” (Ebrei 12:11).

Prestate attenzione.

Alla fine di quei due lunghissimi anni, Dio fece fare al faraone un sogno, pertanto il maggiordomo si ricordò che Giuseppe aveva interpretato il suo sogno. Il maggiordomo disse al faraone di chiedere a Giuseppe di interpretare il sogno del faraone! Il sogno significava che i sette anni di abbondanza sarebbero finiti con sette anni di carestia. Il faraone incaricò Giuseppe di eseguire il piano e di prepararsi per i prossimi sette anni di carestia. Il faraone vide che Giuseppe era dotato in modo soprannaturale per svolgere quest'opera. Così Giuseppe fu nominato capo di tutto il paese d'Egitto (41:38-43). Giuseppe regnò sugli egiziani con saggezza e affetto - e regnò sui suoi fratelli con disciplina e amore. Infine Giuseppe fu onorato al di sopra dei suoi fratelli (49:26).

Il Dr. Lin ha detto: “Come Dio ha addestrato Giuseppe per guidare un regno terreno, così Dio addestra i Suoi vincitori ad avere autorità sul Suo regno futuro. La salvezza è incondizionata, in quanto non sono coinvolte opere. Ma regnare con Cristo nel suo prossimo Regno è la condizione. " La Bibbia dice:

“Se abbiamo costanza, con lui anche regneremo” (II Timoteo 2:12).

Il pastore Richard Wurmbrand ha attraversato 14 anni di sofferenza in una prigione comunista. Il pastore Wurmbrand ha detto: "Non ho conosciuto un cristiano che sia rimasto fedele attraverso le avversità e le lotte interiori che non ne sia uscito arricchito" (Prefazione di "If Prison Walls Could Speak", traduzione in italiano).

Sempre il pastore Wurmbrand ha detto: “Fratelli e sorelle miei, dovete credere che le vostre vite sono come l'argilla nelle mani di Dio. Non fa mai errori. Se a volte è duro con te ... fidati. Scopri il messaggio per il quale ti sta plasmando. Amen." (p. 16).

Se diventi un vincitore come Giuseppe, hai questa promessa da Dio. Apriamo la Bibbia in Apocalisse 2:26.

“A chi vince e persevera nelle mie opere sino alla fine, darò potere sulle nazioni” (Apocalisse 2:26).

Ringrazio il Dr.Timothy Lin per avermi insegnato ciò che abbiamo sentito in questo meraviglioso sermone. Mi ha cambiato la vita, il mio caro pastore. Devo la mia vita a questo insegnamento!

Per favore alziamoci in piedi e cantiamo l’inno di oggi, “Sono un soldato della croce?”

Se sono un soldato della croce, n seguace dell'Agnello,
temerò nel sostenere la Sua causa o arrossirò nel pronunciare il Suo nome?

Andrò in cielo su letti fioriti di facilità,
Mentre altri hanno combattuto per vincere il premio, e hanno attraversato il mare della dura prova?

Non ci sono nemici per me da affrontare? Non devo arginare il diluvio?
Questo mondo è amico di Dio, mi porterà a Lui?

Certo che devo combattere, se voglio regnare; Signore, accresci il mio coraggio,
Sopporterò la fatica, sopporterò il dolore, sostenuto dalla Tua Parola.
   (“Sono un soldato della croce?” - “Am I a Soldier of the Cross?”
   Traduzione in italiano dell’Inno del Dr. Isaac Watts, 1674-1748).

+ + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + +

Se non sei ancora stato salvato, voglio che tu creda in Gesù Cristo. Egli è disceso dal Cielo per morire sulla Croce per pagare la pena del tuo peccato. Nel momento in cui ti affidi a Gesù, il Suo Sangue ti purificherà da ogni peccato. La mia preghiera è che tu possa affidarti completamente a Gesù Cristo.


QUANDO SCRIVI AL DR. HYMERS DOVRESTI INDICARE GENTILMENTE DA QUALE PAESE STATI SCRIVENDO ALTRIMENTI NON POTRÁ RISPONDERE ALLA TUA EMAIL. Se questi sermoni ti stanno benedicendo scrivi un’email al Dr. Hymers e diglielo, per favore indica il paese dal quale stai scrivendo. L’email è-, rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Se puoi scrivi in inglese, anche se puoi scrivere al Dr. Hymers in qualsiasi lingua, Se vuoi scrivere al Dr. Hymers via posta fallo al seguente indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015. Oppure telefona al numero: (818)352-0452.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dr. Hymers ogni settimana sul nostro sito Internet
all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com.
Clicca su “Sermoni in italiano.”

Questi manoscritti non sono coperti da copyright, quindi possono essere utilizzati senza il
permesso del Dr. Hymers. Invece tutti i video messaggi del Dr. Hymers e tutti i video
sermoni della nostra chiesa, hanno il copyright e possono essere utilizzati solamente con permesso.