Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 40 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




IL METODO DI GESÚ PER FARE DISCEPOLI

CHRIST’S METHOD OF MAKING DISCIPLES
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Baptist Tabernacle di Los Angeles
La sera del Giorno del Signore, 15 luglio 2018
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, July 15, 2018


Per favore apriamo la Bibbia in Matte 10:1. A pagina 1189 della Bibbia Scofield. Analizziamo bene la prima parte del versetto 1.

“Poi, chiamati a sé i suoi dodici discepoli...”

La parola "discepolo" è la traduzione della parola greca "mathétés". Questa parola nel Nuovo Testamento si riferisce a una persona che impara da un insegnante e segue quell'insegnante ed è applicato ai dodici uomini che hanno seguito Gesù.

Il mio proposito è quello di mostrarvi come Cristo ha chiamato questi dodici uomini e di come li abbia ammaestrati prima della nuova nascita. Questo non è il modo che oggi viene seguito nella maggior parte delle nostre chiese. Dai pentecostali che parlano in lingue fino agli insegnati Biblici Fondamentalisti - tutti quelli che conosco fanno la stessa cosa. Di solito quando arriva una nuova persona viene messa alle strette e le viene detto di dire qualcosa del tipo "Vuoi andare in Paradiso?" I Pastori tendono a insistere con le persone fino a quando la maggior parte di loro non dice "Sì, lo so". Quindi il vincitore dell'anima dice " Prega con queste parole dopo di me. "La persona allora dice con la bocca le stesse parole del "vincitore di anime"- che poi dice qualcosa come quello che dice Joel Osteen alla fine dei suoi sermoni," Crediamo che se hai detto questa preghiera, sei nato di nuovo ". Nelle chiese migliori scrivono il nome e il numero di telefono di quello con cui hanno pregato - e poi, pochi giorni dopo, mandano qualcuno a" seguire "il cosiddetto convertito. Nella mia esperienza, questa cosa non produce quasi mai un vero cristiano! La persona con cui hanno pregato di solito non è un convertito. Spesso si nascondono dai "vincitori di anime" o gli urlano di "andarsene!". Quando provi a "seguirli "loro non ti rispondono bene!

Cosa c'è di sbagliato in questo metodo? Di solito non funziona! In effetti, quasi mai funziona. Sono stato un predicatore battista per sessant'anni e questa è la mia esperienza. Perché non "funziona"? Perché non produce discepoli? Perché la maggior parte di noi non ha riflettuto abbastanza sul modo in cui Gesù ha fatto discepoli! Ecco perchè!

Potreste pensare che io insegni "a Signoria della salvezza", ma non è così. Non sto insegnando ciò che insegnano John MacArthur e Paul Washer. Per sapere perché rigetto "Signoria della salvezza", leggi ciò che ho detto a riguardo nel nostro libro Preaching to a Dying Nation [Predicare ad una nazione morente], da pagina 117 a 119. L'intero libro può essere letto gratuitamente sul nostro sito web, www.sermonsfortheworld.com. La salvezza avviene credendo in Gesù mediante la purificazione con il Suo Sangue.

Mostratemi un posto nei Quattro Vangeli in cui Gesù ha invitato le persone a dire una "preghiera del peccatore", e poi si è fatto seguire. Non puoi mostrarmi neanche un passo dove Gesù Cristo ha fatto questo! Gesù ha sempre detto prima di "seguirlo". Gesù fatto sapere in anticipo in cosa stavano imbattendosi!

Questo è il modo in cui Gesù Cristo ha fatto convertire i suoi uomini! Sapeva che avevano bisogno di ascoltare prima le dure verità del discepolato - prima che si fidassero di Lui e fossero salvati!

Ma "qualcuno potrebbe dire", queste dure possono spaventare". È vero! Le dure verità hanno spaventano molti di loro! Molti discepoli di Cristo lo hanno abbandonato. Gesù non li ha supplicati di rimanere. Anzi disse anche ai Dodici: "Non volete andarvene anche voi?" (Giovanni 6:67). Non tutti vanno via! Quelli che restano e imparano diventano discepoli di Cristo e soldati della croce!

Il Dr. Isaac Watts ha parlato ai vecchi evangelici nel 18 ° secolo. Isaac Watts ha detto:

Se sono un soldato della croce, Un seguace dell'Agnello,
temerò di sostenere la Sua causa o arrossirò nel pronunciare il Suo nome?

Certo che devo combattere, se voglio regnare; Signore, accresci il mio coraggio,
Sopporterò la fatica, sopporterò il dolore, sostenuto dalla Tua Parola.
   (Traduzione letterale in italiano “Am I a Soldier of the Cross?”
      di Dr. Isaac Watts, 1674-1748).

Non possiamo aspettarci che nuove persone saltino per la prima volta in una sanguinosa guerra per Cristo. Sarebbe più semplice se lo facessero. Ma non sono diventato un cristiano in questo modo. Prima ho dovuto imparare che il cristiano che porta la Croce è il vero cristiano. Ho dovuto affrontare un duro discepolato prima di credere in Gesù, prima di diventare un soldato della croce. E così anche tu!

Quello che ho appena detto non è praticato nella maggior parte delle nostre chiese di oggi! Tuttavia, è la verità. " Certo che devo combattere, se voglio regnare; Signore, accresci il mio coraggio." È quello che scrisse il più grande scrittore di inni evangelici del XVIII secolo. Ed è quello che decine di migliaia hanno cantato con la neve fino alle caviglie prima che George Whitefield o John Wesley predicassero! Ma questo inno oggi non si canta più alle riunioni! Penso che possa essere il motivo per cui di solito ci sono così pochi inni sulla "guerra cristiana" nei libri di cantici che utilizziamo adesso. Gli inni che evocano la guerra cristiana e il discepolato serio sono molto meno popolari ora di quanto lo fossero nel XVIII secolo quando Isaac Watts scrisse "Sono io un soldato della Croce?"

Questo ci porta al messaggio del Vangelo stesso. Quando Gesù h cominciato a predicare il Vangelo ai suoi discepoli? La lettura di I Corinzi 15: 3, 4 ci fornisce dei pilastri fondamentali del Vangelo:

“Poiché vi ho prima di tutto trasmesso, come l'ho ricevuto anch'io, che Cristo morì per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che è stato risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture” (I Corinzi 15:3, 4).

Gesù ha iniziato a dare il Vangelo ai suoi discepoli circa un anno dopo che loro avevano cominciato a seguirlo. È scritto in Matteo 16:21, 22,

“Da allora Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molte cose da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti, degli scribi, ed essere ucciso, e risuscitare il terzo giorno. Pietro, trattolo da parte, cominciò a rimproverarlo, dicendo: «Dio non voglia, Signore! Questo non ti avverrà mai»” (Matteo 16:21, 22).

Pietro seguiva Gesù da circa un anno. Eppure Pietro ha rimproverato Gesù quando ha detto che sarebbe "stato ucciso e risorto il terzo giorno" (Matteo 16:21). È ovvio che Pietro qui non aveva ancora capito il Vangelo anche se era passato un anno da quando era diventato un discepolo di Gesù.

Più tardi sempre nello stesso anno Gesù ha dato nuovamente il Vangelo ai suoi discepoli:

“Mentre essi percorrevano insieme la Galilea, Gesù disse loro: «Il Figlio dell'uomo sta per essere dato nelle mani degli uomini; essi lo uccideranno e il terzo giorno risusciterà». Ed essi ne furono molto rattristati” (Matteo 17:22, 23).

Notiamo che avevano già visto Gesù trasfigurato. Dopo aver visto Gesù trasfigurato, i Discepoli non riuscirono a scacciare un demone da un giovane uomo. Quando chiesero a Gesù perché non potevano cacciare il demonio, Gesù disse: "A causa della vostra incredulità" (Matteo 17:20). Quindi Gesù di nuovo diede loro il Vangelo: "essi lo uccideranno e il terzo giorno risusciterà. Ed essi ne furono molto rattristati"(Matteo 17:23). I discepoli ancora non capivano il Vangelo!

La terza volta che Gesù diede ai discepoli il Vangelo è riportata in Matteo 20: 17-19. Il passaggio parallelo è Luca 18: 31-34.

“Poi, prese con sé i dodici, e disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e saranno compiute riguardo al Figlio dell'uomo tutte le cose scritte dai profeti; perché egli sarà consegnato ai pagani, e sarà schernito e oltraggiato e gli sputeranno addosso; e, dopo averlo flagellato, lo uccideranno; ma il terzo giorno risusciterà». Ed essi non capirono nulla di tutto questo; quel discorso era per loro oscuro, e non capivano ciò che Gesù voleva dire” (Luca 18:31-34).

I Discepoli non avevano ancora compreso il Vangelo dopo che Gesù lo aveva insegnato loro per due anni.

“Ed essi non capirono nulla di tutto questo; quel discorso era per loro oscuro, e non capivano ciò che Gesù voleva dire.” (Luca 18:34).

Anche dopo aver ascoltato il Vangelo diverse volte, i Discepoli non capivano ancora di cosa Gesù stesse parlando!

Ma Gesù disse loro di nuovo: "voi sapete che fra due giorni è la Pasqua, e il Figlio dell'uomo [Gesù] sarà consegnato per essere crocifisso" (Matteo 26: 2).

Ora, dopo aver ascoltato il Vangelo più e più volte, uno dei discepoli, Giuda, decide di tradire Gesù con i capi sacerdoti! (Matteo 26:14, 15).

Un'altra volta Gesù spiega loro il Vangelo (Matteo 26:31, 32). Pietro e gli altri Discepoli si addormentano nel Giardino del Getsemani. Quando le guardie arrivano per arrestare Gesù, Pietro estrae la spada e cerca di uccidere le guardie. "Allora tutti i discepoli lo abbandonarono [Gesù] e fuggirono" (Matteo 26:56).

Ora veniamo, finalmente, alla nuova nascita, alla conversione degli undici Discepoli. Giuda si era già impiccato e non aveva mai sperimentato la nuova nascita. Il Gesù risorto incontra gli altri discepoli. E mostra loro le sue ferite,

“Allora aprì loro la mente per capire le Scritture” (Luca 24:45).

L'inizio della loro nuova nascita è avvenuto qui, quando Gesù "Allora aprì loro la mente per capire le Scritture " riguardo al Vangelo (Luca 24:45).

Ora andiamo in Giovanni 20:21-22. Qui leggiamo la Nuova nascita dei Discepoli. Il Gesù risorto si mostra loro:

“Allora Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre mi ha mandato, anch'io mando voi». Detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo.” (Giovanni 20:21, 22).

Così ricevettero lo Spirito Santo ed è qui che sono nati di nuovo!

I vecchi commentari concordano. Si dovrebbe leggere il commentario di Matthew Henry, e in particolare quello di John Charles Ellicott su Luca 24:45. Il Dr. J. Vernon McGee disse: "Personalmente credo che nel momento in cui nostro Signore soffiò su di loro e disse: 'Ricevete lo Spirito Santo', questi uomini furono rigenerati [rinati]. Prima di questo non erano stati abitati dallo Spirito di Dio ... Gesù Cristo ha soffiato in questi uomini la vita eterna" (Traduzione in italiano J. Vernon McGee, Thru the Bible, note on John 20:22).

Il Dr. Thomas Hale ha anche detto molto chiaramente: "Il dono dello Spirito Santo è stato l'evento più importante nella vita dei discepoli. Perché è stato allora che sono nati di nuovo ... Questo è quando hanno ricevuto la vera e piena fede. Questo è quando hanno ricevuto la vita spirituale” (Thomas Hale, M.D., The Applied New Testament Commentary, note on John 20:22, p. 448).

Ho voluto portare questo studio sulla nuova nascita dei discepoli di Cristo per un paio di ragioni.

1. Primo, per corregge il concetto moderno di nuova nascita, seguita dal discepolato. Questa è la teoria tenuta praticamente da tutte le nostre chiese oggi.

2. Secondo, perché ci mostra il metodo che Gesù Cristo ha usato nel fare discepoli: prima si insegna, e poi si lavora per la loro conversione. Questo è l'opposto di ciò che viene detto in un libro dei Navigators, The Lost Art of Disciple Making [L’arte di fare Discepoli]. Questo libro è completamente errato secondo me. Gesù ha insegnato loro prima di fare i Discepoli e poi a nascere di nuovo.


Christ ci comanda di “fare discepoli” nel grande Mandato (vedi Matteo 28:19, 20).

“Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente»” (Matteo 28:19, 20).

Il mio pastore il Dr. Timothy Lin diceva:

“Solamente il verbo 'fare discepoli' è al modo imperativo ... In altre parole 'andare' non è un comando [qui], ma 'fare discepoli' lo è. È il tema principale del grande Mandato” (Traduzione in italiano da The Secret of Church Growth, p. 57).

Cristo ci comanda di "insegnare a tutte le nazioni" - più letteralmente tradotto come "fare discepoli" - W. A. Criswell. In effetti la New American Standard Bible lo traduce in questo modo: "fate discepoli".

Questo è stato fatto per i primi trecento anni in classi, dove il discepolato è stato insegnato a nuove persone prima di essere battezzate. Il Dr. Philip Schaff, lo storico del Cristianesimo, disse: "La lunghezza di questa istruzione era fissata a volte a due anni, a volte a tre". Ippolito era il vescovo di Roma dal 217 dC al 235 dC Ippolito disse: "Lasciali trascorrere tre anni come ascoltatori della Parola" (Traduzione in italiano da The Apostolic Tradition of Hippolytus, part II).

Questo periodo di discepolato è stato fatto prima del battesimo. Ci sono almeno due esempi dell'apostolo Paolo che insegna ai convertiti nel libro degli Atti. Barnaba portò Paolo ad Antiochia.

“Essi parteciparono per un anno intero alle riunioni della chiesa, e istruirono un gran numero di persone; ad Antiochia, per la prima volta, i discepoli furono chiamati cristiani.” (Atti 11:26).

Paolo fece la stessa cosa nelle città di Listra, Iconio e, ancora, ad Antiochia,

“fortificando gli animi dei discepoli ed esortandoli a perseverare nella fede, dicendo loro che dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22).

Il Dr. Schaff ha detto: "La chiesa era in mezzo a un mondo pagano ... ha visto la necessità di far preparare le [persone] per il battesimo da insegnanti speciali ... [le classi] erano ... un ponte nel mondo alla chiesa ... per condurre i principianti alla maturità. Gli [studenti] non erano considerati non credenti, ma come mezzi-cristiani [non ancora discepoli]" (History of the Christian Church, volume 2, p. 256). Il Dr. Schaff ha detto che questo metodo "è ancora contemplato" nei luoghi missionari (ibid., p. 255).

Trasformeremo il nostro servizio mattutino in una classe di discepolato. Credo che il fallimento delle nostre chiese a mantenere i nostri figli e la nostra incapacità di arruolare giovani dal mondo, possa essere ricondotto al fatto che le chiese non si rendono conto che i giovani di oggi sono pagani, pagani che devono essere discepoli prima di sperimentare la nuova nascita e vivere la vita cristiana. I Battisti del Sud perdono ogni anno 200.000 membri che sono solo "mezzi cristiani" - mai discepoli! John S. Dickerson ha detto che la popolazione evangelica di giovani cristiani cadrà "da circa il 7 per cento degli americani al 4 per cento o anche meno - a meno che non vengano generati nuovi discepoli" (The Great Evangelical Recession, p. 314).

Questo è il nostro obiettivo! Il nostro obiettivo è aiutare i giovani a raggiungere il loro più alto potenziale in Cristo. Siamo qui per aiutare i giovani a venire nella nostra chiesa, diventare discepoli di Gesù, rinascere e lavorare per portare altri nella nostra chiesa per imparare da Gesù, credere in Lui e nascere di nuovo!

I giovani, che sono eletti, saranno pronti per qualcosa di duro e impegnativo. Coloro che non sono interessati alla sfida del vero cristianesimo si estingueranno. Vorremmo che non lo facessero, ma sappiamo per esperienza che lo faranno! Non lasciare che il tuo cuore sia turbato quando vanno via. Ricorda che Gesù disse: "Molti sono i chiamati, ma pochi sono gli eletti". Rimarranno solo i veri discepoli che sono nati di nuovo!

Andiamo avanti insieme e dimostriamo al mondo che il nostro Dio è ancora vivo e potente. Abbiamo commesso degli errori in passato. Ma vogliamo imparare dai nostri errori e dalle esperienze. Trasformiamo i nostri fallimenti in successo. Vedremo sempre più grande successo mentre facciamo il prossimo passo verso la creazione di una forte chiesa di discepoli nella debolezza dell'apostasia di oggi. Ricorda, non ci fermeremo mai, non ci ritireremo mai e non ci arrenderemo mai. Non ci fermeremo mai finché la nostra buona chiesa non diventerà una grande chiesa - che sfida i giovani e crea in loro un potente esercito di discepoli che sono nati di nuovo! Alziamoci in piedi e cantiamo l'inno numero sei sul foglio dei cantici, "Sono un soldato della Croce?" Del Dr. Isaac Watts (1674-1748).

Se sono un soldato della croce, Un seguace dell'Agnello,
temerò di sostenere la Sua causa o arrossirò nel pronunciare il Suo nome?

Andrò in cielo su letti fioriti di facilità,
Mentre altri hanno combattuto per vincere il premio, e hanno attraversato il mare della dura prova?

Non ci sono nemici per me da affrontare? Non devo arginare il diluvio?
Questo mondo è amico di Dio, mi porterà a Lui?

Certo che devo combattere, se voglio regnare; Signore, accresci il mio coraggio,
Sopporterò la fatica, sopporterò il dolore, sostenuto dalla Tua Parola.
   (Traduzione letterale in italiano dell’inno “Am I a Soldier of the Cross?”
      di Dr. Isaac Watts, 1674-1748).


QUANDO SCRIVI AL DR. HYMERS DOVRESTI INDICARE GENTILMENTE DA QUALE PAESE STATI SCRIVENDO ALTRIMENTI NON POTRÁ RISPONDERE ALLA TUA EMAIL. Se questi sermoni ti stanno benedicendo scrivi un’email al Dr. Hymers e diglielo, per favore indica il paese dal quale stai scrivendo. L’email è-, rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Se puoi scrivi in inglese, anche se puoi scrivere al Dr. Hymers in qualsiasi lingua, Se vuoi scrivere al Dr. Hymers via posta fallo al seguente indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015. Oppure telefona al numero: (818)352-0452.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dr. Hymers ogni settimana sul nostro sito Internet
all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com.
Clicca su “Sermoni in italiano.”

Questi manoscritti non sono coperti da copyright, quindi possono essere utilizzati senza il
permesso del Dr. Hymers. Invece tutti i video messaggi del Dr. Hymers e tutti i video
sermoni della nostra chiesa, hanno il copyright e possono essere utilizzati solamente con permesso.

Canto prima del sermone di Benjamin Kincaid Griffith.
“Am I a Soldier of the Cross?” (di Dr. Isaac Watts, 1674-1748).