Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 40 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




IL TRADIMENTO E L’ARRESTO DI GESÚ CRISTO

THE BETRAYAL AND ARREST OF CHRIST
(Italian)

A cura del Dr. Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato press il Tabernacolo Battista di Los Angeles
Domenica sera, 25 febbraio 2018
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, February 25, 2018

“Credi forse che io non potrei pregare il Padre mio che mi manderebbe in questo istante più di dodici legioni d'angeli?” (Matteo 26:53).


Gesù dopo aver pregato tre volte nel Getsemani, andò dai Discepoli che dormivano e disse loro:

“Alzatevi, andiamo; ecco, colui che mi tradisce è vicino” (Matteo 26:46).

Poi, nel buio, una folla di circa 300 soldati si avvicinò:

“Giuda dunque, presa la coorte e le guardie mandate dai capi dei sacerdoti e dai farisei, andò là con lanterne, torce e armi” (Giovanni 18:3).

Giuda che lo tradiva:

“conosceva anche egli quel luogo, perché Gesù si era spesso riunito là con i suoi discepoli” (Giovanni 18:2).

Giuda andò da Gesù e lo baciò, e indicò ai soldati chi fosse Gesù. Giuda tradì Gesù con un bacio.

Gesù disse ai soldati: “Chi cercate?” Ed essi risposero: “Gesù il Nazareo”. Gesù disse “Sono io”. Essi indietreggiarono “e caddero a terra” quando disse così. Ciò ci dimostra la Potenza di Dio Figlio. Poi Gesù disse: “Vi ho detto che sono io; se dunque cercate me, lasciate andare questi” (John 18:8).

In quell’istante Pietro si svegliò, prese la sua spada e, passò all’azione. Con la sua spade nel buio, tagliò l’orecchio di un servo del Sommo Sacerdote. Ma Gesù “toccato l'orecchio di quell'uomo, lo guarì” (Luca 22:51). Poi Gesù disse a Pietro:

“Allora Gesù gli disse: «Riponi la tua spada al suo posto, perché tutti quelli che prendono la spada, periranno di spada. Credi forse che io non potrei pregare il Padre mio che mi manderebbe in questo istante più di dodici legioni d'angeli?” (Matteo 26:52-53).

Da questo testo ho tratto due importantissime lezioni.

I. Primo, Gesù Cristo avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli per poter essere salvato.

Una legione romana era composta da 6.000 soldati. Gesù disse che avrebbe potuto invocare Dio Padre e che avrebbe inviato dodici legioni di angeli in quel preciso momento. Se avesse voluto essere salvato dalle mani di questi soldati, avrebbe potuto invocare Dio e 72.000 angeli sarebbero stati disponibili. Il Dr. John Gill ha sottolineato che “Quella stessa notte l'angelo del SIGNORE uscì e colpì nell'accampamento degli Assiri centottanta cinquemila uomini”, come vediamo in 2 Re 19:35. Pertanto, se Cristo avesse avuto anche un solo pensiero di voler essere salvato dal pericolo presente, non avrebbe avuto affatto bisogno della spada di Pietro” (Traduzione in italiano da Dr. John Gill, An Exposition of the New Testament, The Baptist Standard Bearer, 1989 reprint, volume I, p. 340).

Le parole e le azioni di Cristo mostrano che Egli era pienamente padrone dell'intera situazione. Quando disse: "Io sono", i soldati caddero all'indietro sotto il potere di Dio. Quando Pietro tagliò l'orecchio di Malco, il servo del Sommo Sacerdote, Cristo gentilmente toccò la sua ferita e lo guarì. E ora Cristo dice con calma a Pietro che Dio potrebbe liberarlo con la potenza di migliaia di potenti angeli se avesse pregato per una tale liberazione. Ma Gesù non ha pregato per poter essere salvato dal quella situazione.

Hanno legato le mani di Gesù nel giardino dove pregava
Lo hanno condotto per le strade della vergogna.
Hanno sputato addosso al Salvatore puro e senza peccato
Essi gridarono “Crocifiggilo, ha bestemmiato”
Gesù avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli
Per distruggere il mondo ed essere liberato.
Avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli,
Ma morì da solo, per me e per te.
   (Traduzione letterale in italiano del canto
      “Ten Thousand Angels” di Ray Overholt, 1959).

II. Secondo, Gesù Cristo andò alla Croce volontariamente.

Non dobbiamo pensare che Gesù sia stato arrestato nel Giardino colto di sorpresa, no! Lui sapeva che stavano andando a prenderlo prima di essere arrestato.

Gesù aveva condotto I Suoi Discepoli a Gerusalemme giorni prima, e disse loro ciò che sarebbe accaduto. Luca ci dice che Gesù disse così alcuni giorni prima di essere arrestato:

“Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e saranno compiute riguardo al Figlio dell'uomo tutte le cose scritte dai profeti; perché egli sarà consegnato ai pagani, e sarà schernito e oltraggiato e gli sputeranno addosso; e, dopo averlo flagellato, lo uccideranno; ma il terzo giorno risusciterà” (Luca 18:31-33).

Questo ci dimostra che Gesù sapeva esattamente ciò che gli sarebbe capitato andando a Gerusalemme, e ci andò lo stesso. Gesù andò incontro alle sofferenze e alla crocifissione con un proposito, liberamente e volontariamente.

Due volte Gesù disse di essere venuto per quest’ora, questo era il suo proposito. Egli disse ai Discepoli:

“Ora, l'animo mio è turbato; e che dirò? Padre, salvami da quest'ora? Ma è per questo che sono venuto incontro a quest'ora” (Giovanni 12:27).

Inoltre, quando Gesù si trovò davanti al governatore romano Pilato, gli disse: “io sono nato per questo, e per questo sono venuto nel mondo” (John 18:37).

Gesù è andato volontariamente con I soldati, verso la Croce perché sapeva d essere nato per questo proposito, per morire in Croce e pagare il debito del peccato dell’uomo. Il suo arresto non è stato un incidente o un errore. Gesù sapeva di essere venuto per questo “è per questo che sono venuto incontro a quest'ora” (Giovanni 12:27). “Io sono nato per questo” (Giovanni 18:37).

Gesù Cristo ha seguito volontariamente I soldati, per affrontare la flagellazione e la crocifissione, in obbedienza al piano di Dio per la Sua vita.

“Svuotò se stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini; trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce” (Filippesi 2:7-8).

“Benché fosse Figlio, imparò l'ubbidienza dalle cose che soffrì; 9 e, reso perfetto, divenne per tutti quelli che gli ubbidiscono, autore di salvezza eterna” (Ebrei 5:8-9).

Quando i soldati lo arrestarono nel Giardino del Getsemani, Gesù li seguì senza protestare, in obbedienza a Dio Padre.

“Maltrattato, si lasciò umiliare e non aprì la bocca. Come l'agnello condotto al mattatoio, come la pecora muta davanti a chi la tosa, egli non aprì la bocca” (Isaia 53:7).

Il Suo capo prezioso è stato coronato di spine,
Lo hanno deriso dicendo “Ecco il Re.”
Lo hanno frustato e maledetto,
Si sono fatti beffa del Suo Santo nome
Ha sofferto da solo ogni cosa
Gesù avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli
Per distruggere il mondo ed essere liberato.
Avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli,
Ma morì da solo, per me e per te.

Gesù Cristo ha gustato tutta la Sua agonia verso la Croce, volontariamente, in obbedienza a Dio. “Come l'agnello condotto al mattatoio” (Isaia 53:7).

Pensa a cosa ci sarebbe successo se quella notte non fosse andato con i soldati "come un agnello condotto al mattatoio". E se avesse chiamato quelle orde di angeli e fosse scappato davanti alla Croce? Cosa sarebbe successo a te e me?

Primo, non avremmo avuto nessuno che avesse voluto pagare il prezzo per i nostri peccati sulla Croce. Non avremmo avuto alcun sostituto, nessuno sarebbe morto al nostro posto per il nostro peccato. Questo ci avrebbe lasciato in una condizione veramente orribile. Avremmo dovuto pagare per i nostri peccati nelle buie viscere dell'inferno per l'eternità

Secondo, se Cristo non fosse andato con quei soldati "come un agnello al mattatoio [macello]", non avremmo avuto alcun mediatore tra noi e un Dio Santo e Giusto. Avremmo dovuto affrontare Dio al Giudizio Universale senza che nessuno potesse intercedere per noi davanti a Dio:

“Infatti c'è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo” (I Timoteo 2:5).

Se Cristo non fosse andato con i soldati verso Croce quando è stato arrestato, non avremmo avuto alcun mediatore. Il mediatore è qualcuno che interviene tra due parti per risolvere un conflitto. Gesù Cristo è l'unico mediatore che può ristabilire la pace tra Dio e i peccatori. Solo Dio il Figlio poteva portare Dio Padre e uomo peccatore insieme. Se Gesù non fosse andato con i soldati alla sua crocifissione, non avremmo avuto nessuno che ci porti ad avere una relazione pacifica con un Dio Santo.

Terzo, se Cristo non fosse andato con quei soldati "come un agnello al mattatoio" non saremmo in grado di entrare nella vita eterna. Il verso più famoso della Bibbia dice:

“Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna” (Giovanni 3:16).

Se Gesù non fosse andato con i soldati quando è stato arrestato, Giovanni3:16 non sarebbe vero, e tu non avresti alcuna speranza di ottenere la vita eterna.

Quarto, se Cristo non fosse andato con quei soldati, "come un agnello al mattatoio", il Sangue versato sulla Croce il giorno dopo non sarebbe stato disponibile per te - per purificarti dal tuo peccato. Se avesse disobbedito a Dio e fosse fuggito dalla Croce, non avresti il Sangue della crocifissione per lavare via i tuoi peccati. Ma Cristo andò con loro quella notte, per essere crocifisso per i tuoi peccati. Perciò l'apostolo Paolo poteva dire con coraggio:

“Sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare la sua giustizia, avendo usato tolleranza verso i peccati commessi in passato” (Romani 3:24-25).

C’è una fonte piena di sangue
   Delle vene dell’Emmanuele;
E I peccatori che attingono da questa fonte,
   Perdono ogni macchia di colpa.
(Traduzione letterale in italiano del canto
      “There Is a Fountain” di William Cowper, 1731-1800).

Vuoi credere in Cristo? Gesù pagherà il prezzo dei tuoi peccati. Diventerà il tuo mediatore, portandoti nel favore di Dio. Avrai vita eterna. I tuoi peccati saranno tutti cancellati dai report di Dio, saranno lavati via eternamente dal prezioso Sangue di Cristo.

Sono così felice che Gesù abbia ubbidito a Dio Padre e sia andato con quei soldati la notte in cui lo hanno arrestato nel Giardino. Se non fosse andato con loro verso la sua umiliazione, verso la sua sofferenza e verso la croce, io non potrei offrirti nessuna cosa preziosa.

Fu consegnato alla folla che lo scherniva, e non pianse
Ha portato la vergogna della Croce da solo.
E quando gridò: “Tutto è compiuto” Morì;
Il meraviglioso piano di salvezza era compiuto.
Gesù avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli
Per distruggere il mondo ed essere liberato.
Avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli,
Ma morì da solo, per me e per te.

Ora ti chiedo, vuoi fidarti dell’Agnello di Dio che togli I peccati del mondo? Hai resistito da tanto. Hai indurito il cuore contro il Salvatore molte volte. Questa sera vuoi arrenderti a Lui?

Oh, non essere come quei soldati crudeli che lo schernivano! Non essere come quel sommo sacerdote orgoglioso e indurito che lo ha respinto, e quei farisei che gli hanno sputato in faccia e si sono rifiutati di fidarsi di lui! Ti prego di non essere più come loro! Sei stato come loro da troppo tempo, più che abbastanza! Dona il tuo cuore a Gesù nella fede semplice. Vuoi credere in Gesù che è “l'Agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo!”? (Giovanni 1:29).


QUANDO SCRIVI AL DR. HYMERS DOVRESTI INDICARE GENTILMENTE DA QUALE PAESE STATI SCRIVENDO ALTRIMENTI NON POTRÁ RISPONDERE ALLA TUA EMAIL. Se questi sermoni ti stanno benedicendo scrivi un’email al Dr. Hymers e diglielo, per favore indica il paese dal quale stai scrivendo. L’email è-, rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Se puoi scrivi in inglese, anche se puoi scrivere al Dr. Hymers in qualsiasi lingua, Se vuoi scrivere al Dr. Hymers via posta fallo al seguente indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015. Oppure telefona al numero: (818)352-0452.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dr. Hymers ogni settimana sul nostro sito Internet
all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com.
Clicca su “Sermoni in italiano.”

Questi manoscritti non sono coperti da copyright, quindi possono essere utilizzati senza il
permesso del Dr. Hymers. Invece tutti i video messaggi del Dr. Hymers e tutti i video
sermoni della nostra chiesa, hanno il copyright e possono essere utilizzati solamente con permesso.

Cantico prima del sermone di Benjamin Kincaid Griffith:
“Ten Thousand Angels” (di Ray Overholt, 1959).


SCHEMA DE

IL TRADIMENTO E L’ARRESTO DI GESÚ CRISTO

THE BETRAYAL AND ARREST OF CHRIST

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

“Credi forse che io non potrei pregare il Padre mio che mi manderebbe in questo istante più di dodici legioni d'angeli?” (Matteo 26:53).

(Matteo 26:46; Giovanni 18:3, 2, 8; Luca 22:51)

I.   Primo, Gesù Cristo avrebbe potuto chiamare migliaia di angeli
per poter essere salvato, II Re 19:35.

II.  Secondo, Gesù Cristo andò alla Croce volontariamente,
Luca 18:31-33; Giovanni 12:27; 18:37; Filippesi 2:7-8;
Ebrei 5:8-9; Isaia 53:7; I Timoteo 2:5; Giovanni 3:16;
Romani 3:24-25; Giovanni 1:29.