Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 40 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




LE DUE RAGIONI PERCUI LE CHIESE IN AMERICA
E IN OCCIDENTE NON SPERIMENTANO UN RISVEGLIO

THE TWO REASONS WHY THE CHURCHES IN AMERICA
AND THE WEST DON’T EXPERIENCE REVIVAL
(Italian)

A cura Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
Domenica sera, 25 settembre 2016
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, September 25, 2016


Questa sera vorrei parlare di due ragioni per cui, le chiese in America e in generale nell’Occidente non sperimentano un risveglio. Per “risveglio” intendo dire un risveglio come i classici risvegli, di cui possiamo leggere le testimonianze nei libri del Diciottesimo secolo e nella prima metà del Diciannovesimo secolo. Non mi riferisco ai cosiddetti “risvegli” dei Neo Evangelici o dei Pentecostali del Ventesimo o Ventunesimo secolo, in cui viviamo.

Per favore apriamo la Bibbia in II Timoteo 3:1 (possiamo trovarla a pagina 1503 della Bibbia con note Scofield). Leggiamo fino al versetto 7 di questo capitolo.

“Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l'apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontanati! Poiché nel numero di costoro ci sono quelli che si insinuano nelle case e circuiscono donnette cariche di peccati, agitate da varie passioni, le quali cercano sempre d'imparare e non possono mai giungere alla conoscenza della verità” (II Timoteo 3:1-7).

Ora leggiamo solamente il versetto 13.

“Ma gli uomini malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, ingannando gli altri ed essendo ingannati” (II Timoteo 3:13).

Questo versetto ci parla della grande apostasia delle chiese degli “ultimi giorni” (3:1). Dal versetto 2 al 4 ci viene descritta la condizione dei “Cristiani” del nostro tempo. Il versetto 5 ci mostra invece la ragione per cui questi falsi Cristiani sono deboli e ribelli:

“Aventi l'apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza” (II Timoteo 3:5).

Prima di spiegare questo versetto, vorrei condividere con voi ciò che il Dr. J. Vernon McGee ha detto a proposito di questo brano. A proposito degli “ultimi giorni” al versetto 1 il Dr. McGee disse: “Gli ultimi giorni sono un termine tecnico usato … [per] parlare degli ultimi giorni della chiesa”. Del versetto 1 a 4 dice: “Ci vengono elencate diciannove descrizioni diverse … Questo è un gruppo orribile … Questo dipinge perfettamente ciò che sta accadendo negli ultimi giorni della chiesa” (J. Vernon McGee, Th.D., Thru the Bible, nota su II Timoteo, capitolo 3). Poi il Dr. McGee spiega il versetto 5: “Aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza! Vuol dire che essi andranno dietro ai riti delle religioni ma con mancanza di vita e realtà” (ibid.). Questi cosiddetti “cristiani” avranno “una forma di apparenza divina”, ovvero avranno una forma esteriore, apparente, ma rinnegheranno la potenza di ciò. Questo vuol dire che loro non sono mai stati veramente convertiti dalla potenza di Dio e dal Sangue di Cristo. Questo spiega perché il versetto 7 è vero per la maggior parte degli evangelici di oggi. Essi “imparano sempre, e non sono mai capaci di venire alla conoscenza della verità”. Ci sono delle persone così anche qui stasera!

Possono studiare la Bibbia per anni, senza mai convertirsi. Il Dr. Charles C. Ryrie ha detto la stessa cosa: “Non sono capaci di venire alla conoscenza salvifica di Cristo” (Ryrie Study Bible; note on verse 7). Milioni di evangelici sono oggi in questa condizione. Sono uomini naturali, non convertiti. I Corinzi 2:14 li descrive: “L’uomo naturale [inconvertito] non riceve le cose dello Spirito di Dio … e nemmeno può conoscerle, perché è spiritualmente morto”. Ora vi mostrerò le due ragioni per cui non ci sono risvegli in America e in Occidente da più di 140 anni.

I. Primo, non ci sono risvegli da più di 140 anni perché abbiamo battezzato solamente persone perdute!

Milioni di evangelici non sono mai stati convertiti a causa del “decisionismo” di Charles G. Finney. Il suo insegnamento è penetrato così profondamente nelle chiese che milioni di persone pensano di essere salvati perché “prendono una decisione”, perché leggono le parole della “preghiera del peccatore” o credendo in un versetto nella Bibbia, ma non sono stati convertiti dallo Spirito Santo. La prima cosa che fa lo Spirito Santo è portare il peccatore sotto la condizione di peccato. Giovanni 16:8-9 dice: “Quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio. Quanto al peccato, perché non credono in me. A meno che una persona perduta non sia convinta profondamente di peccato, non vedrà mai il vero bisogno fi Cristo, il Suo Sacrificio sulla Croce, e il suo bisogno di purificazione nel Sangue di Cristo. Molte volte vediamo le persone che dicono di voler essere salvate, ma non sono convinte di peccato, quindi non sono disponibili a credere in Cristo.

La seconda opera dello Spirito Santo è quella di glorificare Cristo. Gesù disse: “Egli mi glorificherà perché prenderà del mio e ve lo annuncerà” (Giovanni 16:14). O come disse Gesù in Giovanni 15:26: “Lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli testimonierà di me”. Solo dopo aver portato il peccatore sotto convinzione di peccato, allora, e solo allora, lo Spirito mostra Gesù Cristo che può perdonare il suo peccato. L’opera finale della conversione è quando Dio attira un peccatore a Cristo. Gesù disse: “Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre, che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno” (Giovanni 6:44). Chi dice: “Come posso andare a Cristo?” Non ha ancora capito e deve essere prima convinto di peccato, e poi vedere Cristo come sua sola speranza per la salvezza dal proprio peccato, e poi viene attirata a Cristo. L’opera completa della salvezza risiede nella potenza di Dio. I Discepoli chiesero a Gesù: “Chi può essere salvato?” Gesù rispose: “Agli uomini è impossibile, ma non a Dio; perché ogni cosa è possibile a Dio” (Marco 10:26. 27).

Nelle classiche conversioni Protestanti, la prima cosa che accade è la convinzione di peccato che porta il peccatore alla disperato tentativo di salvarsi da solo, poi il peccatore vede Cristo come sua unica speranza, e va a Cristo, e Dio lo conduce al Salvatore. Ovviamente tutto ciò è rifiutato dal decisionismo moderno, che riduce il tutto nel recitare una preghiera, o di camminare lunga una navata della chiesa. L’opera fi Dio nell’anima di un uomo viene completamente rifiutata. Questa è la prima ragione per cui non abbiamo risvegli.

John Cagan è un giovane della nostra Chiesa che vuole intraprendere la strada del ministero. È stato convertito all’età di 15 anni. Vorrei leggervi la sua testimonianza per due ragioni. Primo perché è un esempio di conversione “alla vecchia maniera”, una di quelle conversioni che c’era prima che Finney cambiasse la conversione in una mera decisione, una di quelle conversioni di cui oggi vi è un disperato bisogno. Secondo, leggerò la testimonianza di unno studente universitario che ha resistito a Cristo per due anni, e poi è stato convertito domenica scorsa. Conosco poche testimonianze che possano veramente convertire qualcuno. Dunque ecco la testimonianza di John Cagan.

      Posso ricordare perfettamente il momento della mia conversione, penso che le parole siano riduttive, rispetto a ciò che Cristo ha fatto nella mia vita. Prima della mia conversione, ero un ragazzo pieno di timori. Ero orgoglioso di ciò che facevo, e mi piaceva fare del male, ma se mi paragonavo a coloro che odiano Dio, credevo che i miei peccati non potessero essere degli errori da rifiutare. Vivevo intenzionalmente in questo modo. Dio ha cominciato un’opera in me, facendomi crollare il mondo che avevo intorno. Le settimane prima della mia conversione mi sentivo come di morire. Non dormivo, non riuscivo a sorridere, non riuscivo a trovare nessuna forma di pace. Nella nostra chiesa vi erano degli incontri evangelistici e posso ricordare che li deridevo, e che non avevo per niente rispetto del mio pastore e di mio padre.
      Lo Spirito Santo ha cominciato in me l’opera di convinzione di peccato, ma io rifiutavo quei pensieri su Dio e sulla conversione. Ho rifiutato di pensarci, tuttavia non riuscivo e mi sentivo tormentato. Ma la domenica mattina del 21 giugno 2009, ero esausto. Ero stanco di tutto ciò. Ho cominciato a odiare me stesso, a odiare il mio peccato e a come mi faceva sentire.
      Mentre il Dr. Hymers predicava, il mio orgoglio stava tentando disperatamente di rifiutare tutto ciò che diceva, cercavo di non ascoltare, ma mentre lui predicava sentivo il peccato del mio cuore. Facevo il conto alla rovescia dei secondi fino alla fine dei sermoni, ma il pastore continuava a predicare, e i miei peccati mi sembravano peggiori. Non riuscivo più a scalciare contro il pungolo. Dovevo essere salvato! Persino quando c’è stato l’invito ho resistito, ma non riuscivo a resistere più. Mi sentivo come il peggiore dei peccatori, e pensavo che Dio fosse giusto a condannarmi all’Inferno. Ero stanco di lottare, ero stanco di tutto ciò che ero. Il pastore mi consolò, e mi disse di venire a Cristo, ma io non volevo. Anche se i miei peccati mi convincevano, non volevo ancora avere Gesù. Quei momenti in cui sapevo di dover andare all’inferno, sono stati i peggiori momenti della mia vita. Io “provavo” a essere salvato, ci “provavo” ma non potevo, non riuscivo a sottomettere la mia volontà a Cristo. Sentivo il mio peccato che mi spingeva verso l’Inferno, e sentivo il mio orgoglio che mi impediva di piangere. Ero in questo conflitto.
      Improvvisamente le parole di un sermone che era stato predicato anni prima mi ritornò in mente: “Arrenditi a Cristo! Arrenditi a Cristo!” Il pensiero che mi sarei dovuto arrendere a Gesù mi stressava. Gesù aveva dato la sua vita per me. Gesù era stato crocifisso per me, mentre io ero suo nemico, e io non volevo arrendermi a Lui. Questo pensiero mi distruggeva, volevo lasciar perdere tutto. Ma sapevo di non riuscire a stare così più tanto a lungo, dovevo avere Gesù! In quel momento mi sono arreso a Lui e sono andato a Gesù per fede. In quel momento mi è sembrato come di morire, e Cristo mi ha dato una nuova vita! Non c’è stata azione o volontà della mia mente, ma con il mio cuore mi sono semplicemente riposato in Cristo, Egli mi ha salvato! Gesù Cristo ha lavato i miei peccati mediante il Suo Sangue! In quel momento, ho smesso di resistere a Cristo. È stato chiaro in quel momento che l’unica cosa che dovevo fare era quella di credere in Lui, e posso dirvi il momento esatto in cui ho smesso di essere me stesso. Mi sono arreso! In quel momento non ho avuto una sensazione fisica e neanche ho visto una luce accecante. Non avevo bisogno di sensazioni, perché avevo Cristo! In quel momento che ho creduto ho sentito come se il mio peccato si fosse alzato dal mio cuore. Mi sono convertito dal mio peccato, ed ho guardato solo a Gesù! Gesù mi ha slavato:
      Quanto mi ha amato Gesù da perdonarmi, io sono un ragazzo cresciuto in una buona Chiesa e tuttavia ero contro Dio! Le parole mi sembrano poche per descrivere la mia conversione, in espressione con l’amore di Cristo. Gesù Cristo ha dato la Sua vita per me, e perciò io voglio dare tutta la mia vita a Lui. Gesù ha sacrificato il Suo trono per una croce, per me, anche se io ho sputato sulla sua chiesa e deriso la Sua salvezza; come posso proclamare il Suo amore e la sua grazia? Gesù ha preso il mio odio la mia ira, e i ha dato amore, Mi ha dato più di un nuovo inizio, Gesù mi ha dato la vita eterna. Solo per fede so che Gesù ha lavato i miei peccati, infatti la “fede è certezza di cose che non si vedono”. Sento pace sapendo che la mia fede è in Cristo Gesù. Gesù è la mia sola risposta.
      Sono così grato a Dio per la grazia data a me, di tutte le possibilità che mi ha dato, e del fatto che mi ha attirato al Suo Figliolo, perché io da solo non sarei mai stato in grado di vedere Gesù Cristo. La mia fede è in Gesù, perché Gesù ha cambiato la mia vita. Gesù è sempre stato lì per me, Lui è il mio Liberatore, il mio Rifugio e il mio Salvatore. Il mio amore per lui è così piccolo paragonato a quanto Lui ha amato me. Non potrò mai fare tanto per Gesù. Servire Gesù è la mia gioia! Gesù mi ha dato la vita, la pace. Non voglio confidare in me stesso, la mia speranza è solo in Lui, perché Gesù non mi ha mai lasciato solo. Gesù Cristo è venuto a me, ed io non lo lascerò mai.

Questa è la testimonianza di John Samuel Cagan, e della sua conversione avvenuta all’età di 15 anni. Ora lui vuole esercitare il ministero. Ciò che è accaduto a John Cagan è ciò che accade in una vera conversione! Che Dio faccia a te ciò che ha fatto per John!

Oggi molti predicatori gli avrebbero fatto dire subito una preghiera, poi lo avrebbero battezzato, e fatto di lui uno dei tanti milioni di persone perdute nelle nostre chiese! La prima ragione per cui oggi non vi è un risveglio è perché i predicatori non permettono a Dio di agire nei cuori dei peccatori. Portano il peccatore via dall’opera di Dio e lo battezzano perduto. Io credo che molti battisti oggi siano perduti. Questa è la prima ragione per cui non vi è un risveglio! Sono molti che si dichiarano virtualmente salvati e vengono battezzati senza una vera conversione! Io confesso di aver commesso questo peccato. Che Dio mi perdoni. Come mai non abbiamo un risveglio da più di 140 anni? Ebbene, questa è la ragione principale!

II. Secondo, non abbiamo un risveglio da più di 140 anni perché poniamo l’enfasi sullo Spirito Santo anziché sulla confessione dei peccati dei Cristiani, e della purificazione mediante il Sangue di Gesù.

Questa è qualcosa che già sapevo, ma recentemente è stato più chiaro. Sono stato testimone oculare di ben tre risvegli. Il primo è stato il più potente, e non dipende dal “Battesimo dello Spirto”, dalle lingue, da guarigioni o miracoli. Dipende completamente dalla confessione dei peccati dei Cristiani, e della riunificazione mediante il Sangue di Cristo.

Oggi nelle nostre chiese, chi si converte rimane nei vecchi peccati: I peccati del cuore, I peccati della mente, peccati della carne. Nel primo risveglio che ho visto, quasi tutta la chiesa confessava i propri peccati a Dio al pulpito, tutti piangevano davanti a Dio ed ottenevano pace mediante il Sangue di Gesù. L’Apostolo Giovanni disse:

“Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità” (I Giovanni 1:9).

Come purifica Dio i peccati dei Cristiani? “Ma se camminiamo nella luce, com'egli è nella luce, abbiamo comunione l'uno con l'altro, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato” (I Giovanni 1:7).

Primo, la confessioni di ogni peccato: interno ed esterno. Secondo, la purificazione dei nostri peccati mediante il Sangue di Gesù. Sembra facile, vero? Tuttavia molte chiese ne parlano oggi? Non so quante lo facciano. Credo che questa sia la seconda ragione per cui non abbiamo risvegli da più di 140 anni.

Ascoltiamo adesso le parole di Brian Edwards, un grande studioso dei risvegli. Lui disse:

Risveglio … comincia con una terribile convinzione di peccato. La convinzione di peccato porta delle difficoltà a coloro che leggono dei risvegli. Alcune volte le esperienze sono tremende. Molti cominciano a piangere senza controllo! Non vi è risveglio senza lacrime e sofferenza (Traduzione di Edwards, Revival, Evangelical Press, 2004, p. 115).

Non vi è risveglio senza una profonda, e umile confessione di peccato (Edwards, ibid., p. 116).

Il primo risveglio che ho visto è cominciato con pochi Cristiani che hanno cominciato a piangere per i propri peccati. Presto tutta la Chiesa è stata pina per ore con persone che piangevano confessando i propri peccati. Ecco cosa è stato, niente lingue, nessuna dominanza dello Spirito. Nessuna guarigione, nessun soffio di Spirito. Solo confessioni, pianti, preghiere e cantici, durante incontri che durano per ore.

Poi per un giorno o due le cose si fermano, poi lo Spirito scende a intervalli di tre anni. Alla fine del risveglio, più di 3000 persone si sono aggiunte alla chiesa, in una chiesa che aveva meno di 150 persone. Così nella chiesa ci devono essere 4 culti, anziché uno, ogni Domenica mattina, più una riunione o due di sabato sera.

Comunque non credo che noi dobbiamo pregare per un risveglio solo per avere più persone in Chiesa. Il vero motivo per cui dobbiamo pregare è per avere una chiesa

Abbiamo visto ampie cruciate, abbiamo visto show televisivi Cristiani, abbiamo visto riunioni di guarigione, abbiamo visto chiese dove si parla in lingue o fanno alter esperienze, ma non abbiamo avuto un risveglio come quelli storici da più di 140 anni in America! Siamo stati distratti da altre cose. Non abbiamo permesso allo Spirito Santo di convincerci di peccato. Non abbiamo gridato a Gesù di purificarci mediante il Suo prezioso e sacro Sangue!

Nella nostra Chiesa abbiamo avuto un “assaggio” di risveglio, perché si sono convertite circa 11 persone in 4 riunioni, confermate dal Dr. Cagan che è un esperto. Lui accerta che tutti e 11 sono dei convertiti. Abbiamo avuto anche 8 Cristiani che hanno confessato i propri peccati e hanno pregato con lacrime. Non abbiamo avuto un incontro così da più di 41 anni, sin dall’inizio della nostra chiesa.

Io ho peccato. Il Dr. Cagan dice di no, ma io penso di aver peccato. Sono diventato orgoglioso, orgoglioso di avere un risveglio! Il risveglio era appena cominciato, ma io ho smesso di predicare di convinzione e del Sangue di Gesù Cristo. Ho trasformato gli incontri in qualcos’altro, e l’enfasi è stata posta sullo Spirito Santo e non su Gesù. Avrei dovuto ricordare che Gesù disse che lo Spirto Santo: “E gli testimonierà di me” (Giovanni 15:26). Non avrei dovuto predicare sullo Spirto Santo. Ecco i miei peccati: il peccato dell’orgoglio e di presunzione. Io voglio confessarli questa sera. Voglio confessare il mio orgoglio e la mia presunzione. Per favore, pregate tutti affinché Dio mi perdoni per aver trascurato Gesù e la confessione (momento di preghiera). Ora per favore preghiamo affinché Dio ritorni da noi e ci dia un risveglio. Pregate per la presenza di Dio. Preghiamo con lacrime, come fanno in Cina. (Momento di preghiera). Per favore, ora alziamoci in piedi e cantiamo “Alleluia, che Salvatore”. Ora cantiamo “Spirito dell’Iddio vivente”. Ora cantiamo “Cercami o Dio”. Ora cantiamo l’ultima strofa di “Riempi la mia visione”. Signora Ngyen per favore prega affinché Dio torni da noi. Tra di noi ci sono ancora molti perduti. Prega affinché Dio scenda per loro.

Coloro che vogliono pregare per un risveglio vengano avanti, e preghiamo insieme. Preghiamo come fanno in Cina. Chi vuole confessare i propri peccati venga vicino al pulpito. Coloro che vogliono essere purificati dal Sangue di Gesù Cristo vengano a confessare i propri peccati. Color che vogliono conoscere Gesù vengano per la loro salvezza. Un uomo Battista che ha frequentato la nostra chiesa per 25 anni da perduto, è venuto e ha creduto in Gesù, sperimentando una vera conversione. Amen.


QUANDO SCRIVI AL DR. HYMERS DOVRESTI INDICARE GENTILMENTE DA QUALE PAESE STATI SCRIVENDO ALTRIMENTI NON POTRÁ RISPONDERE ALLA TUA EMAIL. Se questi sermoni ti stanno benedicendo scrivi un’email al Dr. Hymers e diglielo, per favore indica il paese dal quale stai scrivendo. L’email è-, rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Se puoi scrivi in inglese, anche se puoi scrivere al Dr. Hymers in qualsiasi lingua, Se vuoi scrivere al Dr. Hymers via posta fallo al seguente indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015. Oppure telefona al numero: (818)352-0452.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dr. Hymers ogni settimana sul nostro sito Internet
all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com.
Clicca su “Sermoni in italiano.”

Questi manoscritti non sono coperti da copyright, quindi possono essere utilizzati senza il
permesso del Dr. Hymers. Invece tutti i video messaggi del Dr. Hymers e tutti i video
sermoni della nostra chiesa, hanno il copyright e possono essere utilizzati solamente con permesso.

Lettura prima del sermone di Aaron Yancy: II Timoteo 3:1-5.
Cantico prima del sermone di Benjamin Kincaid Griffith: “Farther Along”
       (di W. B. Stevens, 1862-1940; con arrangiamento di Barney E. Warren, 1867-1951).


SCHEMA DE

LE DUE RAGIONI PERCUI LE CHIESE IN AMERICA
E IN OCCIDENTE NON SPERIMENTANO UN RISVEGLIO

THE TWO REASONS WHY THE CHURCHES IN AMERICA
AND THE WEST DON’T EXPERIENCE REVIVAL

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

“Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l'apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontanati! Poiché nel numero di costoro ci sono quelli che si insinuano nelle case e circuiscono donnette cariche di peccati, agitate da varie passioni, le quali cercano sempre d'imparare e non possono mai giungere alla conoscenza della verità” (II Timoteo 3:1-7).

(II Timoteo 3:13, 5; I Corinzi 2:14)

I.   Primo, non ci sono risvegli da più di 140 anni perché abbiamo
battezzato solamente persone perdute! Giovanni 16:8, 9, 14; 15:26;
6:44; Marco 10:26, 27.

II.  Secondo, non abbiamo un risveglio da più di 140 anni perché poniamo
l’enfasi sullo Spirito Santo anziché sulla confessione dei peccati dei
Cristiani, e della purificazione mediante il Sangue di Gesù.