Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 40 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




IL DONO INNEFFABILE

THE UNSPEAKABLE GIFT
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La sera del giorno del Signore , 25 gennaio 2015
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, January 25, 2015

“Ringraziato sia Dio per il suo dono ineffabile!” (II Corinzi 9:15).


Nel 1994 un terremoto ha scosso la nostra casa nel cuore della notte. Ciò mi ha fatto pensare al valore delle cose che vi erano dentro. Ho pensato che la nostra casa stesse andando a fuoco. E se si fosse bruciata completamente? E se avessi avuto solo tre o quattro minuti per scappare? Cosa avrei preso con me? Poi ho pensato che sarei corso in camera da letto, avrei aperto un cassetto per prendere le ciocche di capelli dei miei figli quando li tagliarono per la prima volta, e avrei preso la mia scarpa da bambino di bronzo da sopra la cassettiera. Se avessi avuto un altro minuto avrei preso una fotografia di mia madre e dei ragazzi. Alcuni altri secondi e avrei recuperato il vestito di matrimonio di mia moglie, impacchettato e sigillato in una scatola, e avrei preso un paio di pezzi di porcellana dell’epoca della Grande Depressione, che erano stati un regalo di nozze di nozze per mia madre nel 1934.

Quanto costerebbero quelle cose? Quasi nulla. Potreste ricavare 25 dollari da quel vecchio abito nuziale. Il resto probabilmente non possiede un valore monetario. Ma queste cose sono inestimabili per me! I regali più grandi sono strettamente legati al nostro cuore, e nella nostra anima.

Dopo la morte di mia nonna mi dissero che la sua casa sarebbe stata svuotata il giorno dopo. Ebbi problemi ad arrivarci. Corsi in casa e presi solo una cosa, un vecchio vaso con una pianta che vi stava crescendo. Era qualcosa che le piaceva, ed è tutto ciò che presi. Mentre scrivevo questo sermone ho guardato a quella pianta sulla mia scrivania; avevo tenuto quella pianta con me dovunque andassi negli ultimi sessant’anni. Non vale che due dollari, ma è tutto ciò che ho preso da casa sua quando ero un ragazzo di quindici anni. Non valeva due dollari, ma era inestimabile per me. I regali più grandi sono strettamente legati al nostro cuore, e nella nostra anima.

Quando mio cugino Johnny e sua moglie morirono, io guidai fino a casa sua. Era stata venduta, e tutto ciò che era in casa sarebbe stato dato via il giorno dopo. Tutti gli oggetti furono ammucchiati al piano del soggiorno. Alcuni mi chiesero: “Vuoi qualcosa?” Io risposi “sì, quel pezzo di compensato con delle anatre incise sopra”. Me lo diedero e io mi allontanai in macchina tutto triste. Ora è appeso in camera di mio figlio. Proviene dalla casa dove avevo vissuto quando avevo tredici anni. Non vale 25 dollari, ma è inestimabile per me! I regali più grandi sono strettamente legati al nostro cuore, e nella nostra anima.

Quando la casa di mia madre fu venduta, mi chiamarono dicendomi “Se vuoi qualcosa devi prenderla oggi, questo è l’ultimo giorno”. Era già passato mezzogiorno. Non so perché non mi abbiano chiamato uno o due giorni prima! Mi affrettai a noleggiare un camion. Presi il suo vecchio pianoforte, una coppia di anatre di gesso, e due busti di gesso antichi, uno di un indiano americano e uno di un cowboy spagnolo. Tutte queste cose insieme valevano meno di 200 dollari, ma non potreste comprarle da me neanche con 10.000 dollari. Sono inestimabili per me. Sì, i regali più grandi sono strettamente legati al nostro cuore, e nella nostra anima.

Un vecchio abito nuziale, due ciocche di capelli, Una pianta in un vaso, un paio di pezzi di vasellame, un pianoforte rotto, due busti graffiati e ossidati, un cumulo di spazzatura per il mondo, ma per me valgono più di una fortuna! Non riuscirei a descrivervi o a spiegarvi il loro valore. Vedete, i regali più grandi sono strettamente legati al nostro cuore, e nella nostra anima.

Avevo un compagno di scuola che si chiamava Mike. Finita la scuola diventò depresso e si suicidò. Andai a trovare sua madre. Le dissi che era mio amico. Le cercò di darmi la sua costosa macchina da scrivere, i suoi vestiti. Era scioccata e addolorata per la tragica perdita del suo unico figlio. Se fosse stata ricca sono sicuro che avrebbe detto “Possiedo una villa a Beverly Hills. Ho 10 milioni di dollari in banca. Ho un’inestimabile collana di diamanti. Ma darei tutto se ciò potesse restituirmi mio figlio”. Vedete, i regali più grandi sono strettamente legati al nostro cuore, e nella nostra anima.

Quando leggo questo testo, scritto dall’apostolo Paolo, penso di sapere ciò che volesse significare:

“Ringraziato sia Dio per il suo dono ineffabile!” (II Corinzi 9:15).

La parola greca tradotta con “ineffabile” è anĕkdiēgētōs. Significa “Ciò che non può essere spiegato appieno, che è indescrivibile (vedi James Strong)” Significa che è “inesprimibile” (vedi George Ricker Berry). Si riferisce a un dono che non puoi pienamente spiegare o descrivere o esprimere in parole. Parla del Signore Gesù Cristo, il dono d’amore ad un mondo perduto, pieno di peccato. È Gesù il Figlio di Dio! Pensateci in questi termini.

I. Primo, il dono di Cristo da parte di Dio ha fatto della Terra un luogo speciale.

Quando Dio ci ha mandato Gesù, rese il nostro piccolo mondo un luogo unico. Non c’è un luogo nelle più remote regioni di questo vasto universo che sia come questa Terra. La Terra è assolutamente unica. Tra gli innumerevoli pianeti e stelle, non c’è nulla come la nostra terra. Ma perché la Terra è diversa da qualunque altro pianeta nel sistema solare?

Se dici “La Terra è diversa perché qui c’è la vita”, un non credente ti risponderebbe “No”. Direbbe che ci sono altri mondi e altri pianeti abitati dalla vita. Non puoi discutere su questo. Puoi dire che non è vero, ma non puoi provarlo. Potrebbe esserci vita sugli altri pianeti. Non è questo che rende il nostro pianeta diverso. In ultima analisi ciò che rende unico e speciale il nostro pianeta è il fatto che Gesù è venuto qui. Dal mondo invisibile dove Dio vive, da un’altra dimensione, dal Terzo Cielo, Gesù discese e visse fra di noi. La Bibbia dice:

“Ma quando giunse la pienezza del tempo, Dio mandò suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge” (Galati 4:4).

Quando giunse il tempo, “Dio mandò suo Figlio”. Lui mandò Gesù. La parola greca è ĕxapŏstellō (mandare via, mandare avanti,) Allora Gesù da dove è venuto? Da chi è stato mandato? Dove è stato mandato? Egli è stato mandato via dal Cielo! È stato mandato nel seno di una donna, la Vergine Maria. È stato mandato via dal Terzo Cielo per venire in questo mondo per noi. Ecco cosa fa la differenza! Ecco cosa rende il nostro mondo unico! Gesù è venuto qui, in questo piccolo pianeta, in questa piccola nostra terra. Il Figlio del Grande Sovrano del cosmo, delle stelle e dell’universo, questo Figlio è stato mandato in questo pianeta e non su un altro! “Dio mandò suo Figlio” in questa piccola isola, su questo pianeta terra, e non su un altro! Dio ha mandato Suo Figlio sulla terra, ed è questo che rende diverso il nostro pianeta dagli altri nell’insondabile e infinito universo di Dio! Cristo è venuto qui! Ecco cosa fa la differenza! “Dio mandò suo Figlio,” ed Egli “si è fatto carne e ha abitato per un tempo fra di noi, (e noi abbiamo contemplato la sua gloria) piena di grazia e di verità (Giovanni 1:14). William Booth è stato il fondatore dell’Esercito della Salvezza, come lo era una volta. Suo nipote scrisse questo bellissimo inno:

Ha lasciato la Sua gloria
   È vera questa storia
il mio dio e Salvatore è venuto
   E Gesù è il Suo Nome
nato in una mangiatoria
   per i Suoi come uno straniero
Uomo di dolore, che ha patito l’agonia.
   (Traduzione letterale dell’inno “Down From His Glory”
      di William E. Booth-Clibborn, 1893-1969;
      nipote di William Booth, fondatore dell’Esercito della Salvezza).

Ad Orange County, in California, nella città di Yorba Linda, c’è una piccola casa bianca. Ha solamente due piccole camere e una minuscola cucina al primo piano, e una piccola cameretta nell’attico. Tuttavia migliaia di persone hanno camminato per le camere e la cucina di quella piccola casa negli ultimi anni. Io stesso ci ho camminato almeno quaranta volte, per farla vedere a dei visitatori. Perché così tante persone la visitano? Cosa rende questa piccola casa un’attrazione? Il motivo è dovuto a chi ci è nato in quella casa. Il trentasettesimo presidente degli Stati Uniti è nato al primo piano di quella casa. Ecco cosa fa di questa casa una casa così speciale! Il motivo è dovuto a chi ci è nato in quella casa. Alla morte di questo presidente, cinque presidenti in vita erano seduti davanti quattromila persone, mentre Billy Graham predicava al suo funerale, davanti quella piccola casa bianca, perché era lì che era nato. Un presidente era nato lì. Così la terra si distingue come un posto unico, un posto speciale dell’universo, perché Gesù Cristo è venuto ed nato qui! In questo posto, su questo pianeta!

“Ringraziato sia Dio per il suo dono ineffabile!” (II Corinzi 9:15).

II. Secondo, il dono di Cristo da parte di Dio ha reso sacra la vita umana.

Dopo il Diluvio, Dio ha parlato al aptriarca Noè, dicendogli:

“Il sangue di chiunque spargerà il sangue dell'uomo sarà sparso dall'uomo, perché Dio ha fatto l'uomo a sua immagine.” (Genesi 9:6).

L’umo è stato fatto a immagine di Dio. L’uomo porta l’immagine di Dio. Perciò Dio stesso ha istituito la pena capotale per coloro che prendono un’altra vita umana attraverso l’uccisione. La vita umana è stata da sempre santificata mediante il dono di Cristo, il Figlio di Dio. Ecco perché abbiamo istituito una domenica nel mese di gennaio all’anno come giornata dei “Diritti della Vita.” L’abbiamo commemorata domenica scorsa, che era anche il quarantaduesimo anniversario di Roe v. Wade, quando alcuni uomini in toghe nere le hanno detto che era legare per una donna poter uccidere il proprio figlio. Da allora circa 57 milioni di bambini sono stati uccisi mediante l’aborto. Dio ci aiuti!

Ho detto tutto ciò in un mio sermone domenica scorsa. Quando l’ho fatto, una donna e sua figlia si sono alzate e se ne sono andate dalla chiesa. Credo che questo sia uno dei motivi per cui molti predicatori non parlano sull’aborto. Ma questa è una vergogna, perché ogni donna che ha avuto un aborto ha bisogno di essere purificata mediante il Sangue di Gesù. Avrei voluto che quella giovane donna fosse rimasta qui ad ascoltare dell’amore di Gesù per lei! Senza la purificazione del Sangue di Gesù, la coscienza di una donna la tormenterà per il resto della sua vita. E ne sarà tormentata per i secoli nell’eternità. “Ho ucciso il mio bambino! Ho ucciso il mio bambino! O Dio, ho ucciso il mio bambino!” Questo pensiero tormenterà una donna che ha fatto una cosa del genere per tutta l’eternità! Il tuo professore secolare, di sinistra dell’università non te lo dirà mai! Un cervellotico psichiatra secolare non te lo dirà. Ma il tuo stesso cuore e la tua stessa coscienza te lo diranno per sempre se hai commesso un aborto! “O Dio, ho ucciso il mio bambino!” La discussione secolare che rifiuta Dio parla del “diritto che la donna ha di scegliere.” Ma non diranno mai a una ragazza degli incubi infiniti che avrà per il resto della sua vita! Perché? Perché la vita umana è sacra, ecco perché! L’uomo è stato fatto a immagine di Dio, ecco perché!

Ho imparato l’altro giorno la seconda strofa di questo bel cantico. “L’amore di Dio,” che è stata scritta da un povero lunatico in un ospizio. Dopo che questo ricoverato è morto, hanno trovato queste parole scritte sul muro della sua cella:

Quando il tempo delle canizie passerà, e i troni terreni e tutti i regni della terra cadranno,
   Quando gli uomini, che qui hanno rifiutato di pregare, udranno la chiamata dalle rocce,
   dai colli e dalle montagne.
L’amore di Dio è ciò che conta, è l’amore di Dio che durerà per sempre, che è infinito e forte;
   Grazia redentrice per la razza d’Adamo è il canto dei santi e degli angeli.
O amore di Dio, ricco e puro! O amore infinito e forte!
   Amore che dura per sempre, è il canto dei santi e degli angeli.
(Traduzione letterale dell’inno “The Love of God” di Frederick M. Lehman, 1868-1953;
      Senconda strofa anonima).

Il dono di Dio in Cristo Gesù ha elevato e santificato per sempre la razza umana, così come ha elevato la vita di un povero uomo che è morto in una cella di un ospizio. Come essere umano egli era prezioso agli occhi di Dio. Dio lo ha amato e ha mandato Gesù a morire per lui e per salvare l’anima sua! “Ringraziato sia Dio per il suo dono ineffabile!” (II Corinzi 9:15).

III. Terzo, il dono di Cristo da parte di Dio ha reso possibile il perdono dei nostri peccati e la salvezza delle nostre anime.

Ascoltiamo di uovo una grande passo delle Scritture che il fratello Prudhomme ha letto prima di questo sermone:

“Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi. Tanto più dunque, essendo ora giustificati per il suo sangue, saremo per mezzo di lui salvati dall'ira.” (Romani 5:6-9).

Quando Gesù morì sulla Croce ha pagato pienamente per i nostri peccati, “mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi.” (Romani 5:6). Noi tutti eravamo senza forza per piacere a Dio e per salvare noi stessi. Eravamo empi. Ma “Cristo è morto per gli empi.” Ecco il dono ineffabile di Dio!

Noi tutti eravamo peccatori, ma “mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Romani 5:8). Ecco il dono ineffabile di Dio!

“Tanto più dunque, essendo ora giustificati per il suo sangue, saremo per mezzo di lui salvati dall'ira” (Romani 5:9). La sua morte al nostro posto: ecco il dono ineffabile di Dio! Giustificazione, e purificazione di tutti i nostri peccati mediante il Suo Sangue: ecco il dono ineffabile di Dio!

Perciò Dio chiede a tutti noi di convertirci dai nostri peccati e di credere nel Suo Figlio, il Signore Gesù. Nel momento in cui credi in Gesù sei salvato! Questo è il dono inesprimibile che viene dato a chiunque crede in Gesù!

Sono stato salvato! Salvato! Tutti i miei peccati sono stati perdonati,
   tutte le mie colpe sono perdonate!
Sono stato salvato! Salvato! Sono stato salvato
   mediante il Sangue di Colui che è stato crocifisso!
(Traduzione letterale dell’inno “Saved by the Blood”
   di S. J. Henderson, 19th secolo).

Poiché Gesù ha versato il Suo prezioso sangue per donarci ricche benedizioni;
Abbraccia adesso il suo sangue scarlatto che lava e rende più bianco della neve.
Solo credi in Lui, Solo credi in Lui, Solo credi in Lui ora.
Egli ti salverà, Egli ti salverà, Egli ti salverà ora.
   (Traduzione letterale dell’inno “Only Trust Him”
      di John H. Stockton, 1813-1877).

Cosa vuol dire “credere in Gesù? Vuol dire affidarsi completamente nelle Sue mani, come si crede in un buon medico. Quando avevo sette anni, il Dr. Pratt ha detto a mia madre che le mie tonsille dovevano essere rimosse. Ero terrorizzato quando mia madre mi disse che mi “avrebbero addormentato.” Avevo tanta paura. Ero spaventato dal fatto che “sarei stato addormentato.” Un’infermiera da un aspetto spaventoso, tutta vestita di bianco, è entrata e mi ha preparato. Avevo così paura che sarei saltato giù dal letto e sarei corso via! Ma poi il Dr. Pratt è venuto. Lo conoscevo da bambino. Mi aveva salvato già alla nascita, e da allora era diventato il mio medico. Era un uomo molto carino, gli volevo tanto bene, e mi fidavo di lui. Mi disse: “Non ti preoccupare Robert, fra pochi minuti sarà tutto finito.” Il mio cuore smise di fremere perché mi fidavo del Dr. Pratt. In pochi secondi “mi addormentarono.” Poi in un secondo momento, mi risvegliai e vidi il suo viso sorridente. Il Dr. Pratt mi disse: “È finita Robert. Puoi andare a casa fra un po’! Io ho creduto in quel buon e vecchio dottore, ecco cosa vorrei che voi faceste con Gesù.

Solo credi in Lui, Solo credi in Lui, Solo credi in Lui ora.
Egli ti salverà, Egli ti salverà, Egli ti salverà ora.

Dr. Chan, per favore conducici in preghiera. Amen.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scritture lette prima del sermone dal fratello Abel Prudhomme: Romani 5:6-9.
Assolo cantato prima del sermone da Benjamin Kincaid Griffith:
“The Love of God” (cantico di Frederick M. Lehman, 1868-1953).


SCHEMA DE

IL DONO INNEFFABILE

A cura di del R. L. Hymers, Jr.

“Ringraziato sia Dio per il suo dono ineffabile!”
(II Corinzi 9:15).

I.   Primo, il dono di Cristo da parte di Dio ha fatto della Terra un luogo speciale, Galati 4:4; Giovanni 1:14.

II.  Secondo, il dono di Cristo da parte di Dio ha reso sacra la vita umana,
Genesi 9:6.

III. Terzo, il dono di Cristo da parte di Dio ha reso possibile il perdono
dei nostri peccati e la salvezza delle nostre anime,
Romani 5:6-9.