Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




DETERMINATO A SOFFRIRE

DETERMINED TO SUFFER
(Italian)

A cura di Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato al Baptist Tabernacle di Los Angeles
Sabato sera, 10 Marzo 2018
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Saturday Evening, March 10, 2018

“Poi, mentre si avvicinava il tempo in cui sarebbe stato tolto dal mondo, Gesù si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme” (Luca 9:51).


Il Dr. John Gill disse: "Ora era scaduto il tempo, e Gesù doveva lasciare le terre basse della Galilea, avendo finito lì la sua opera, e doveva recarsi nel paese più alto della Giudea, e così fino a Gerusalemme ... Dopo questo, non tornò più in Galilea ... e decise di andare a Gerusalemme ... anche se sapeva cosa avrebbe dovuto affrontare e sopportare; e che avrebbe dovuto sopportare i peccati del suo popolo, la maledizione della legge e l'ira di Dio; che avrebbe dovuto avere molti nemici, uomini e demoni da affrontare, e subire una morte dolorosa, vergognosa e maledetta; eppure nessuna di queste cose lo ha dissuaso, è stato risoluto ad andare lì." (John Gill, D.D., An Exposition of the New Testament, The Baptist Standard Bearer, 1989 ristampa, volume I, pag. 589; nota su Luca 9:51).

“Poi, mentre si avvicinava il tempo in cui sarebbe stato tolto dal mondo, Gesù si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme” (Luke 9:51).

“Si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme” per morire sulla Croce. Vi porter tre riflessioni su questo testo.

I. Primo, Cristo andò sulla Croce di proposito.

La crocifissione di Cristo non fu un incidente! No! Aveva già detto ai discepoli:

“Bisogna che il Figlio dell'uomo soffra molte cose e sia respinto dagli anziani, dai capi dei sacerdoti, dagli scribi, sia ucciso, e risusciti il terzo giorno” (Luca 9:22).

Di nuovo, aveva già detto loro:

“Voi, tenete bene in mente queste parole: il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini. Ma essi non capivano queste parole che erano per loro velate, così da risultare incomprensibili, e temevano di interrogarlo su quanto aveva detto.” (Luca 9:44-45).

I discepoli non capivano che stava andando a Gerusalemme per morire sulla Croce. Ma Cristo lo sapeva e lo comprendeva. Per la terza volta nel vangelo di Luca, Cristo disse:

“Poi, prese con sé i dodici, e disse loro: Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e saranno compiute riguardo al Figlio dell'uomo tutte le cose scritte dai profeti; perché egli sarà consegnato ai pagani, e sarà schernito e oltraggiato e gli sputeranno addosso; e, dopo averlo flagellato, lo uccideranno; ma il terzo giorno risusciterà. Ed essi non capirono nulla di tutto questo; quel discorso era per loro oscuro, e non capivano ciò che Gesù voleva dire.” (Luca 18:31-34).

I Discepoli si aspettavano che Gesù fosse incoronato come il Re e il Messia di Israele. Semplicemente non potevano capire perché doveva morire sulla Croce. Perché? Luca 18:34 dice che "questo discorso era velato per loro". Fu solo dopo che Cristo risuscitò dai morti che aprì "la loro mente ... E disse loro: Così è scritto, che il Cristo avrebbe sofferto e sarebbe risorto dai morti il terzo giorno "(Luca 24:45-46). Pertanto, i discepoli non ebbero alcuna comprensione del Vangelo (I Corinzi 15:1-4) fino a quando Cristo non risuscitò dai morti (cfr. Giovanni 20:22, 24-28).

Ma Gesù sapeva perché stava andando a Gerusalemme. L'apostolo Giovanni disse che Gesù conosceva "tutte le cose che dovevano venire su di lui" (Giovanni 18: 4). Eppure "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme" per morire sulla Croce (Luca 9:51). Sapeva che Dio avrebbe schiacciato la sua anima nel Getsemani con il peso dei nostri peccati - finché non sudò sangue e gridò a Dio di salvarlo dalla morte quella notte, affinché potesse andare sulla Croce al mattino. Sapeva che Pilato lo avrebbe flagellato, e ogni volta che la frusta gli sferzava la schiena, e ogni volta che il Sangue si versava e la carne veniva strappata dalle sue ossa, i flagellatori lo deridevano e lo schernivano, rendendo il suo dolore più intenso e orribile. E Cristo sapeva che stava andando a Gerusalemme per essere inchiodato a una croce. Sapeva che lo avrebbero trascinato dal luogo della flagellazione e gli avrebbero forato con dei chiodi le mani e i piedi. Poi, quando i soldati alzarono la Croce, rimase per ore, nudo, sotto il sole cocente prima di morire. Sì, Gesù sapeva tutto questo. Sapeva che stava andando a Gerusalemme per soffrire, sanguinare e morire. Eppure "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme" (Luca 9:51). Non è stato costretto ad andare! No! Andò di sua spontanea volontà:

“Per la gioia che gli era posta dinanzi egli sopportò la croce, disprezzando l'infamia, e si è seduto alla destra del trono di Dio” (Ebrei 12:2).

Gesù Cristo, "per la gioia che gli era posta dinanzi", "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme" - per morire sulla Croce! Alzatevi in piedi e cantiamo il coro, "Alla Croce".

Alla Croce, alla Croce,
   Sii la mia gloria sempre;
Fino a quando la mia anima rapita non troverà
   Riposo oltre il fiume.
(Traduzione in Italiano di “Near the Cross” di Fanny J. Crosby, 1820-1915).

Potete sedervi. Sì, Cristo andò alla croce di proposito.

“Poi, mentre si avvicinava il tempo in cui sarebbe stato tolto dal mondo, Gesù si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme” (Luca 9:51).

II. Secondo, Cristo andò sulla Croce per lasciarci un esempio.

So che quei vecchi liberali che rifiutano la Bibbia, come Harry Emerson Fosdick, hanno enfatizzato troppo questo punto, perché non avevano altro punto da sottolineare! Ma è un punto che è nella Bibbia - quindi dovremmo a volte predicare su di esso. L'apostolo Pietro non era un liberale e disse:

“Anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme” (I Pietro 2:21).

Cristo "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme." per soffrire e morire. E ogni vero cristiano dovrebbe essere disposto a seguire il suo "esempio" (I Pietro 2:21). Ogni cristiano veramente convertito dovrebbe passare volontariamente attraverso prove e difficoltà come ha fatto Cristo, il nostro grande esempio.

So che il cosiddetto "vangelo della prosperità" è molto popolare in questo momento. Benny Hinn, Joel Osteen e molti altri su TBN, predicano costantemente "prosperità". Ma è solo una moda passeggera. Non ne sentirai più parlare molto (o affatto) tra qualche anno. Durante il sorgere del terrorismo mondiale, che è solo all'inizio, molte persone realizzeranno che il "vangelo della prosperità" è un falso insegnamento. Il vero Vangelo chiama i veri convertiti a una vita di abnegazione e a portare la propria croce. Gesù disse:

“Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda ogni giorno la sua croce e mi segua” (Luca 9:23).

Notate che Gesù disse: "Se qualcuno" (traduzione moderna, "chiunque"). Non stava parlando di un gruppo speciale di "super santi". Disse:

“Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda ogni giorno la sua croce e mi segua” (Luca 9:23).

Non fraintendetemi. Non credo che le opere umane entrino nella nostra salvezza. La salvezza è interamente per grazia, "non per opere, affinché nessuno se ne vanti" (Efesini 2: 9).

“Infatti è Dio che produce in voi il volere e l'agire, secondo il suo disegno benevolo” (Filippesi 2:13).

Quando Dio opererà in te, sarai disposto a rinnegare te stesso e prendere la croce, e passare attraverso l'angoscia del convincimento di peccato, e a venire a Cristo, e a passare attraverso le prove e le angosce di un cristiano perché:

“Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22).

Qualcuno potrebbe dire: "Se è così difficile, perché qualcuno dovrebbe voler diventare un cristiano?" La risposta è semplice.

“Il tuo popolo si offre volenteroso quando raduni il tuo esercito” (Salmo 110:3).

So che moltissimi cristiani nel Terzo mondo sono stati torturati e imprigionati per la loro fede. Eppure non rinunciano a Cristo. Puoi leggere su di loro su Internet all'indirizzo www.persecution.com. Per grazia di Dio, puoi diventare come loro, così come loro sono come Cristo, che "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme" (Luca 9:51) - perché "anche Cristo ha sofferto per noi, lasciandoci un esempio, affinché seguiate i suoi passi "(I Pietro 2:21). È soffrendo che cresciamo diventando cristiani maturi. Dio usa le prove e le tribolazioni della vita cristiana per renderci più santi e più forti nella fede. L'apostolo Paolo disse:

“Ci gloriamo anche nelle afflizioni, sapendo che l'afflizione produce pazienza, la pazienza esperienza, e l'esperienza speranza. Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori mediante lo Spirito Santo che ci è stato dato.” (Romani 5:3-5).

Allora potrai cantare quel canto. So che alcuni di voi non lo sentono ora, ma per grazia di Dio, un giorno qualcuno di voi lo canterà sul serio. Per favore, alzatevi e cantatelo di nuovo!

Alla Croce, alla Croce,
   Sii la mia gloria sempre;
Fino a quando la mia anima rapita non troverà
   Riposo oltre il fiume.

Potete sedervi. Sì, Cristo è andato alla Croce per lasciarci un esempio - per mostrarci che dobbiamo seguirlo a qualsiasi costo!

“Poi, mentre si avvicinava il tempo in cui sarebbe stato tolto dal mondo, Gesù si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme” (Luca 9:51).

III. Terzo, Cristo andò sulla Croce per espiare i nostri peccati

Gesù disse a Giacomo e Giovanni:

“Poiché il Figlio dell'uomo non è venuto per distruggere le anime degli uomini, ma per salvarle” (Luke 9:56).

Gesù disse a Zaccheo

“Perché il Figlio dell'uomo è venuto per cercare e salvare ciò che era perduto” (Luca 19:10).

Con la sua morte sulla croce, Gesù può salvarti dal giudizio, dal peccato e dall'ira di Dio. Gesù può salvarti perché è morto al tuo posto, per pagare i tuoi peccati, sulla Croce. Gesù deliberatamente "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme" e morire sulla Croce per espiare il tuo peccato. Il profeta Isaia disse:

“Il SIGNORE ha fatto ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti” (Isaia 53:6).

“Per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti, si caricherà egli stesso delle loro iniquità” (Isaia 53:11).

Cristo è andato a Gerusalemme per morire al tuo posto, per pagare i tuoi peccati, come tuo sostituto. Quella è chiamata la Sua "espiazione vicaria". Il Dott. Charles Hodge disse:

La sofferenza vicaria è sofferenza sopportata da una persona al posto di un'altra (Charles Hodge, Ph.D., Systematic Theology, Eerdmans, 1946 ristampa, pag. 475).

Gesù Cristo, Dio Figlio, è morto al tuo posto, come tuo sostituto. Gesù ha pagato per tutti i tuoi peccati quando è morto al tuo posto, come tuo sostituto sulla Croce. Fidati di Lui e sei salvato! Come dice Isaia:

“Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità” (Isaia 53:5).

E l’Apostolo Paolo disse:

“Cristo morì per i nostri peccati, secondo le Scritture” (I Corinzi 15:3).

La morte di Cristo sulla croce soddisfa la giustizia di Dio. La morte di Cristo soddisfa la legge di Dio. La morte di Cristo placa, propizia, l'ira di Dio. Quindi, la morte di Cristo riconcilia Dio a noi peccatori. La morte di Cristo ci libera dal potere del male. Ecco perché Gesù è disceso dal cielo. Ecco perché Gesù "si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme" per morire sulla Croce (Luca 9:51). La sua morte sulla croce espierà per il tuo peccato, e sarai salvato per sempre e per l'eternità! Oh quanto preghiamo che Dio ti attiri a Gesù! Per favore, alzatevi in piedi e cantate l'inno numero 1 sul vostro foglio dei canti.

Quanto chiaramente tutte le sue ferite da tortura mostrano l'amore di Gesù! Quelle ferite da cui si intravede il flusso espiatorio del sangue,
Il flusso espiatorio del Sangue.

Come dalla corona di spine macchiata di sangue traspare il bel capo di Cristo! Come i chiodi forano quelle mani e quei piedi con ferocia!
Forano con ferocia!

Oh, venite, voi tutti nei quali si sono trovate le macchie mortali del peccato; Venite, lavatevi nel suo Sangue che salva, e sarete resi puri;
E sarete resi puri.
   (Traduzione di “Jesus Wounded” di Edward Caswell, 1849;
      Sulla melodia di “Majestic Sweetness Sits Enthroned).


QUANDO SCRIVI AL DR. HYMERS DOVRESTI INDICARE GENTILMENTE DA QUALE PAESE STATI SCRIVENDO ALTRIMENTI NON POTRÁ RISPONDERE ALLA TUA EMAIL. Se questi sermoni ti stanno benedicendo scrivi un’email al Dr. Hymers e diglielo, per favore indica il paese dal quale stai scrivendo. L’email è-, rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Se puoi scrivi in inglese, anche se puoi scrivere al Dr. Hymers in qualsiasi lingua, Se vuoi scrivere al Dr. Hymers via posta fallo al seguente indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015. Oppure telefona al numero: (818)352-0452.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dr. Hymers ogni settimana sul nostro sito Internet
all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com.
Clicca su “Sermoni in italiano.”

Questi manoscritti non sono coperti da copyright, quindi possono essere utilizzati senza il
permesso del Dr. Hymers. Invece tutti i video messaggi del Dr. Hymers e tutti i video
sermoni della nostra chiesa, hanno il copyright e possono essere utilizzati solamente con permesso.

Assolo cantato prima del sermone dal fratello Benjamin Kincaid Griffith:
“Jesus Wounded” (di Edward Caswell, 1849;
sulla melodia di “Majestic Sweetness Sits Enthroned”).


SCHEMA DE

DETERMINATO A SOFFRIRE

DETERMINED TO SUFFER

A cura di Dr. R. L. Hymers, Jr.

“Poi, mentre si avvicinava il tempo in cui sarebbe stato tolto dal mondo, Gesù si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme” (Luca 9:51).

I.   Primo, Cristo andò sulla Croce di proposito, Luca 9:22, 44-45; 18:31-34;
Luca 24:45-46; I Corinzi 15:1-4; Giovanni 20:22, 24-28; Giovanni 18:4;
Ebrei 12:2.

II.  Secondo, Cristo andò sulla Croce per lasciarci un esempio, I Pietro 2:21;
Luca 9:23; Efesini 2:9; Filippesi 2:13; Atti 14:22; Salmo 110:3;
Romani 5:3-5.

III. Terzo, Cristo andò sulla Croce per espiare i nostri peccati, Luca 9:56;
19:10; Isaia 53:6, 11, 5; I Corinzi 15:3.