Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




EGLI MI GLORIFICHERÁ

(SERMONE NUMBERO 5 SUL RISVEGLIO)
HE SHALL GLORIFY ME
(SERMON NUMBER 5 ON REVIVAL)
(Italian)

a cura del Dr. R.L. Hymers Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Baptist Tabernacle di Los Angeles
La sera del Giorno del Signore, 17 Agosto 2014
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, August 17, 2014


Il Dr. Martyn Lloyd-Jones è stato un attento studente del risveglio. Ha studiato la storia dei risvegli, ed ha persino sperimentato un risveglio nella sua stessa congregazione nel 931 in Galles. Durante una sua conferenza il “Dottore” ha esposto la vita di un grande evangelista come Howell Harris (1771-1773): “Ci troviamo nuovamente in una condizione di buio e decadenza così simili a quella dei primi anni del 18° secolo” (Traduzione in italiano di D. M. Lloyd-Jones, The Puritans: Their Origins and Successors, The Banner of Truth Trust, 1996 edition, p. 302). In un altro libro, il Dr. Lloyd-Jones ha parlato della “terribile apostasia che aveva caratterizzato in maniera crescente la Chiesa dell’ultimo secolo [ora sono passati 150 anni]” (Traduzione in italiano di Revival, Crossway Books, 1987, page. 55).

Nella mia esperienza personale di 55 anni di ministero, ho visto un declino drammatico nella vita e nella potenza delle nostre chiese. Le chiese di oggi, per la maggior parte, difficilmente somigliano alle chiese della mia giovinezza, e il cambiamento non è stato positivo. Anzi, “siamo nuovamente in una condizione di buio e di mancanza di vitalità.” Siamo proprio in un “terribile tempo di apostasia”

Sono certo che questa terribile condizione è emersa perché la maggior parte dei pastori hanno dimenticato cosa rende una persona un Cristiano. In base alla mia esperienza, pochissimi predicatori sanno qualcosa di prativo sulla conversione e la nuova nascita, ma non intendo parlare di questo questa sera.

Molti di coloro che parlano di un risveglio sanno bene che abbiamo bisogno dello Spirito Santo per fare qualcosa per ravvivare le nostre chiese! Ma pochissimi di noi sanno esattamente che abbiamo bisogno che lo Spirito Santo operi. Non sanno che hanno bisogno che lo Spirito Santo agisca perché non realizzano l’orribile spessore del problema che devono affrontare. Pensano che la maggior parte della loro gente sono salvati, e pensano di sapere come condurre nuove persone in una esperienza di salvezza. Tuttavia non so se altri grandi predicatori sono abbastanza illuminati in merito a questo argomento. Di conseguenza, un grande numero delle nostre chiese sono piene, da una parete all’altra, di persone perdute! Abbiamo approfondito questo problema nel nostro libro “L’Apostasia di Oggi. [Today’s Apostasy]” (clicca qui per leggere il libro in inglese).

Questa sera non voglio addentrarmi nel problema del risveglio i un senso generale. Il mio obiettivo sarà quello di parlare su che cosa dobbiamo pregare affinché Dio mandi un risveglio nella nostra chiesa locale. Una delle trappole in cui potremmo cadere quando leggiamo libri sul risveglio è di aspettarci un cambiamento enorme in tutte le chiese, o almeno in una gran parte di esse. E quando vediamo che ciò non accade ci sentiamo incapaci.

Dobbiamo comprendere che ogni vera conversione è un miracolo. Il Dr. Cagan e io abbiamo esaminato una lista di coloro che sono stati convertiti fiduciosamente. Abbiamo visto c’erano conversioni vere ogni mese. Ovvero, il miracolo della conversione è avvenuto nella nostra chiesa uno ogni mese per un anno. Non sto parlando ovviamente di “decisioni”, sto parlando div ere conversioni. Quello di cui dobbiamo pregare per un risveglio è che ci siano più miracoli di conversioni, affinché Dio discenda e converta a Cristo più persone.

Ora, per che cosa dobbiamo pregare esattamente? Credo che dovrebbe essere nostro interesse pregare affinché lo Spirito Santo discenda con grande potenza. Capisco che molti potranno rigettare qualunque cosa io possa dire sull’argomento, ci sono così tanti falsi insegnamenti sullo Spirito Santo nel ventesimo secolo che non li biasimo. Tuttavia lo Spirito Santo è la fonte delle conversioni individuali, così come dei risvegli. Oggi molti membri di chiesa pensano che lo Spirito Santo porti le persone a “parlare in lingue,” a potersi arricchire, o a essere guariti fisicamente. Ma nessuna di queste cose ha a che fare con l’opera centrale, l’opera principale dello Spirito Santo. Per favore apriamo la Bibbia in Giovanni 16:14. Qui vediamo l’opera principale dello Spirto Santo. Gesù disse:

“Egli mi glorificherà” (Giovanni 16:14).

Il termine Greco che è stato tradotto con “glorificherà” vuol dire “onorare, stimare, magnificare, lodare” (Vedi Strong #1392). L’opera dello Spirito Santo è quella di glorificare Cristo, di portarci a stimare Cristo, a magnificare Cristo e a onorarlo.

Quando qualcuno ha avuto una falsa conversione, è sempre dovuto al fatto che hanno rigettato Cristo in Persona. Come ha evidenziato il Dr. Cagan nel nostro libro, L’apostasia di oggi [Today’s Apostasy]:

Coloro che hanno un’estrazione Cattolica penseranno generalmente in termini di salvezza per opere: abbandonando alcuni peccati, andando in chiesa, seguendo Gesù, con la confessione e gergalmente “essendo buoni.”

Coloro che hanno un’estrazione Battista, evangelica o Riformata credono spesso nel: battesimo, la “preghiera del peccatore,” o credono mentalmente a una dottrina Cristiana, come ad esempio l’essere in grado di recitare il “piano di salvezza,” o il conoscere il “catechismo di Westminster.”

Coloro che sono di estrazione carismatica o Pentecostale pensano solitamente in termini di sentimenti e esperienze. Se qualcuno ha avuto un’esperienza con ciò che ritiene sia lo “Spirito Santo”, sente la benedizione di Dio nella sua vita, o sente pace o gioia nel suo cuore, e considera sé stesso salvato.


Spesso persone così sono venute in Chiesa da noi per avere dei consigli, cercando certezze o altri sentimenti quando in realtà non erano mai stati salvati credendo in Cristo (Vedi Today’s Apostasy, Hearthstone Publishing, 2001 edition, p. 141).

Ecco come spesso vengono nella nostra chiesa. Quando il pastore chiede loro di raccontare il giorno in cui sono arrivati a salvezza, cominciano a raccontare una lunga storia confusa, spesso dando i propri pensieri circa un sermone che hanno ascoltato prima, e molti altri dettagli, che possono persino includere sentimenti di come erano peccatori. Di solito raccontano esattamente una storia, spesso si addentrano anche in minuscoli dettagli, fino ad arrivare alla loro cosiddetta conversione. Poi smettono all’improvviso. Spesso concludono dicendo: “E poi ho creduto in Gesù” oppure “Poi sono andato a Gesù.”

Poi gli chiediamo di parlarci un po’ di Gesù, e di cosa è accaduto quando sono andai a Lui (o hanno creduto in Lui). E da qui tutto si sgretola. Non possono raccontare tanto, se non niente su Gesù Stesso. Nel suo libro Intorno alla Porta [Around the Wicket Gate] Spurgeon disse: “C’è una tendenza malvagia tra gli uomini di eliminare Cristo in Persona dal Vangelo” (Vedi Pilgrim Publications, 1992 edition, p. 24). Così dico loro di venire ad ascoltare il Vangelo. Voglio assicurarmi che Gesù diventi il fulcro delle loro testimonianze. Non importa quanto spossa essere interessate la testimonianza di qualcuno, se Cristo non è centrale, non sono ancora salvati!

Lo Spirito Santo fa due cose importanti in ogni vera conversione. La prima cosa la troviamo in Giovanni 16:8-9:

“Quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio. Quanto al peccato, perché non credono in me.” (Giovanni 16:8-9).

La convinzione di peccato è la prima opera che compie lo Spirito Santo. Abbiamo la tendenza di rendere la conversione una cosa banale, una cosa piccola, che una persona può avere borbottando poche parole, o imparando a dire certe cose. Che Dio ci aiuti! Abbiamo lasciato fuori lo Spirito Santo! Abbiamo dimenticato che Egli deve convincerci di peccato e di ribellione contro Dio! Il Dr. Lloyd-Jones descriveva la convinzione di peccato come vedendo la piaga del nostro stesso cuore, e la sporcizia della natura che abbiamo ereditato da Adamo. Convinzione vuol dire vedere la propria mancanza di speranza, la propria totale disperazione, davanti a questo Dio santo e giusto, che odia il peccato con tutto il Suo essere (parafrasato in italiano da Revival, Crossway Books, 1987, p. 42). Questo accade, più o meno, in tutti coloro che sono stati veramente convertiti. Il Dr. Lloyd-Jones diceva: “Ogni uomo che viene risvegliato e convinto di peccato si sente nei guai per il peccato. Come può morire e incontrare Dio?” (Assurance, Romans 5, The Banner of Truth Trust, 1971, p. 18).

Quindi questo è ciò che fa lo Spirito Santo in una vera conversione. Disturba le persone. Se non sei stato profondamente disturbato dallo Spirito Santo riguardo alla tua natura peccaminosa, non penserai tanto al Signore Gesù Cristo. Quando senti parole del tipo che Egli è morto sulla Croce, hanno veramente poco valore per te, perché? Perché non sei mai stato convinto “di peccato, di giustizia e di giudizio” (Giovanni 16:8). Tuttavia il peccatore perduto non deve cullarsi sugli allori di convinzione soltanto! Soltanto la convinzione non ti salverà!

Recentemente ho avuto modo di parlare con un ragazzo che è stato sotto la convinzione di peccato per alcuni anni. Gli ho detto di andare a Gesù per la salvezza mediante il Suo Sangue. Sembrava che lo avesse fatto. Sembrava che era andato a Gesù. Ho aspettato alcune settimane e poi gli ho chiesto di raccontarmi come era stato salvato. Ha proseguito con il suo peccato. Non c’erano dubbi solo fatto che fosse sotto una profonda convinzione. Ma ha terminato dicendo: “E poi sono andato a Gesù.” Gli ho chiesto di dirmi più cose su Gesù. Si è incespicato, ma era ovvio che nonostante fosse convinto di peccato, non aveva trovato la pace mediante il Salvatore e il Suo Sangue!

Spesso la gente mi chiede: “Come sei andato a Gesù?” La risposta a questa domanda si trova in Giovanni 6:44:

“Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre” (Giovanni 6:44a).

Devi essere attratto a Gesù da Dio Padre mediante lo Spirito Santo. Generalmente parlando, lo Spirito di Dio attirerà un peccatore a Gesù quando è sotto convinzione di peccato, e lo chiamerà per grazia. Quando lo Spirito Santo attira qualcuno a Gesù, sembra come se costui fosse stato cieco fino a prima, ed ora i suoi occhi sono aperti, poi si vede il bellissimo Slavature, con le braccia aperte per abbracciarli! Poi possono cantare con John Newton (1725-1807),

Un cieco ero io
Ma Cristo mi sanò, perduto or salvo son.
          (“Stupenda Grazia”).

Quindi, quando parliamo di risveglio, dobbiamo pensare in termini di Vangelo. Il risveglio non è nient’altro che più o meno, che lo Spirito di dio convince la gente di peccato, e poi le attira a Gesù per la salvezza mediante il Suo Sangue. Quando ciò accade a una persona, come accade ogni poche settimane nella nostra chiesa, si parla di conversione, il miracolo della conversione! John W. Peterson lo ha espresso in maniera chiara in un suo cantico:

Ci è voluto un miracolo mettere le stele al loro posto
         Ci è voluto un miracolo per mettere il mondo nello spazio
Ma quando ha salvato la mia anima
         Mi ha purificato e mi ha fatto nuovo
Ci è voluto un miracolo di amore e grazia per me.
          (“It Took a Miracle” di John W. Peterson, 1921-2006).

E quando questo miracolo accade a un gruppetto di persone ogni volta, ad esempio 10 o 12 persone alla volta in una chiesa locale, questo è il risveglio! Non è nient’altro che questo! Ciò che accade in una conversione accade ad alcune persone in un periodo breve durante un risveglio. Quando lo Spirito Santo viene con potenza in un risveglio, Egli glorifica sempre Gesù nelle vite di molti convertiti!

“Egli mi glorificherà” (Giovanni 16:14).

Ascoltiamo ancora una volta ciò che ha detto il Dr. Lloyd-Jones.

         Risveglio, al di là di tutto, è la glorificazione del Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio. Questa è la restaurazione di Gesù posto al centro della vita della chiesa … Non c’è valore nella cosiddetta Cristianità che non lo esalta, vive per Lui, vive per testimoniare… particolarmente la Sua espiazione, la Sua morte sulla croce, il Suo corpo spezzato e il Suo sangue versato. Nuovamente vi sto menzionando un fatto puro affinché possiate esaminare voi stessi... Troverete che in ogni periodo di risveglio, senza eccezioni alcune, c’è stata una profonda enfasi sul sangue di Cristo. Gli inni che venivano cantati i tutti i periodi di risveglio, avevano come tema il sangue … Questo è il cuore stesso del Vangelo: “Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue” (Romani 3:25). Non vedo speranza alcuna per un risveglio se uomini e donne negano il sangue della croce … (Vedi Revival, ibid., pp. 47, 48, 49).

C’è un fonte di sangue
Che sgorga dalle vene dell’Emmanuele
I peccatori che sono sotto quel sangue,
Perdono tutte le loro colpe
Perdono tutte le loro colpe
(Traduzione letterale in italiano dell’inno in inglese “There Is a Fountain”
          di William Cowper, 1731-1800; sulla tonalità di
          “Ortonville,” “Majestic Sweetness Sits Enthroned”).

Quando rimiro la splendida croce
         Dove morì il Principe di Gloria
Considero i miei beni come una perdita
         E disprezzo tutto il mio orgoglio

Guardate il Suo capo, le Sue mani e i Suoi piedi
         da cui è sgorgato sangue e dolore
L’amore e il dolore si sono incontrati
          Laddove le spine hanno formato una corona?
(Traduzione letterale in italiano dell’inno in inglese
          “When I Survey the Wondrous Cross” di Dr. Isaac Watts, 1674-1748).

Con il rischio di essere non compreso, sento che devo dire in questo i carismatici e i Pentecostali sbagliano. Loro tendono a focalizzarsi sullo Spirito Santo. La morte di Gesù sulla croce non è una cosa importante. Sono eccitati sui sentimenti, sullo Spirito, segni e miracoli. Non mi importa quanto protesteranno ciò che dico, non fanno della morte vicaria di Cristo sulla Croce l’oggetto principale! Convinzione di peccato e il perdono mediante il Sangue di Cristo non sono centrali. Ma devo anche dire che gli evangelici e i fondamentalisti non sono migliori! Siamo occupati a insegnare la Bibbia versetto per versetto a gente perduta che pretende di essere Cristiana nelle nostre chiese. In questo abbiamo tutti sbagliato. Il centro stesso del Vangelo Cristiano è Gesù Cristo e Lui crocifisso. Il più grande predicatore che il Cristianesimo abbia mai prodotto ha detto:

“Poiché mi proposi di non sapere altro fra voi, fuorché Gesù Cristo e lui crocifisso” (I Corinzi 2:2).

Non avremo mai un risveglio se uomini e donne dicono solamente: “E poi sono andato a Gesù.” Che Dio ci aiuti! Se è questo tutto ciò che tu puoi dire sull’Agnello di Dio che è stato torturato e crocifisso per salvarti, allora penso che sei tanto cieco quanto un Testimone di Geova o un Musulmano! Anche loro parlano di Gesù! Ma dov’è il Sangue? Dov’è l’amore impareggiabile che ha portato Gesù nelle somme corti del Cielo a essere frustato, flagellato e inchiodato sulla croce?

Alcune volte ho fallito. Alcune volte non vi ho insegnato abbastanza ad amare Gesù. In qualche modo non vi ho portati ad amare Gesù. Non vi ho portati a sentirvi ed essere in grado di dire:

Io t’amo ineffabile Gesù Redentor.
E tutto dell’anima ti sacro l’Ardor.
Speranza non fondo sui beni del mondo
Qual bene supremo sì or t’amo Gesù.
      (Versione italiana dell’inno in inglese “My Jesus, I Love Thee”
           di William Featherstone, 1842-1878).

O amici cari, digiuneremo e pregheremo domenica prossima fino alle 5:00. Digiuneremo e pregheremo affinché lo Spirito Santo faccia due cose: convinca di peccato, e glorifichi Gesù Cristo attirando a Lui dei peccatori, per la purificazione mediante il Suo Sangue. Amen.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scritture lette prima del sermone dal fratello Mr. Abel Prudhomme: Giovanni 16:7-14.
Assolo cantata prima del sermone da Benjamin Kincaid Griffith:
“There Is a Fountain” (di William Cowper, 1731-1800; sulla tonalità di
“Ortonville,” “Majestic Sweetness Sits Enthroned”).