Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




QUESTA SPECIE

(SERMONE NUMERO 1 SUL RISVEGLIO)
THIS KIND
(SERMON NUMBER 1 ON REVIVAL)
(Italian)

a cura del Dr. R.L. Hymers Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Baptist Tabernacle di Los Angeles
La sera del Giorno del Signore, 20 luglio 2014
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, July 20, 2014

“Quando Gesù fu entrato in casa, i suoi discepoli gli domandarono in privato: «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Egli disse loro: «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»” (Marco 9:28-29).


Questa sera predicherò un sermone sui demoni e Satana, su quello che il Dr. J. I. Packer definì “la malridotta condizione della chiesa odierna”, e sulla ragione per cui non ci sono stati importanti risvegli nazionali in America dal 1859. Faccio affidamento sullo schema di un sermone del Dr. Martin Lloyd Jones, predicato nella Westminster Chapel, a Londra, nel 1959. Non predicherò il suo sermone parola per parola, e aggiungerò alcuni concetti, ma il tema di base e la struttura sono del “Dottore”.

“Quando Gesù fu entrato in casa, i suoi discepoli gli domandarono in privato: «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Egli disse loro: «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»” (Marco 9:28-29).

Vorrei che rifletteste su questi due versetti, che intendo applicare all’urgente bisogno che Dio mandi un risveglio nelle “malridotte” chiese d’America e del mondo occidentale.

So che la sola parola “risveglio” spegne le persone al giorno d’oggi. Esse non vogliono neanche sentirla. Ma la ragione per cui si sentono così è satanica! Questo è un argomento a cui il Diavolo non vuole che le persone pensino. Perciò prego che tu ascolti con cura mentre parlerò di questo bisogno critico nella nostra Chiesa, e in tutte le chiese.

Questo argomento dovrebbe interessare intensamente ognuno di noi. Se noi non sentiamo una grande preoccupazione a riguardo della condizione delle chiese di oggi, noi siamo cristiani molto poveri. Infatti, se voi non avete interesse per un reale risveglio, dovreste domandarvi se siete dei cristiani! Se voi non siete preoccupati per la nostra Chiesa, e per le altre, voi certamente non siete dei cristiani attivi! Ripeto, il vero risveglio dovrebbe essere qualcosa che interessa intensamente ciascuno di noi.

Dunque cominciamo col pensare a questo episodio riportato nel nono capitolo del Vangelo di Marco. È un episodio molto importante, perché lo Spirito Santo ha avuto molta cura nel darcene conto in tre dei quattro Vangeli: in Matteo, Marco, e Luca. Il Sig. Prudhomme ha appena letto il racconto in Luca, e io sto leggendo due versetti in Marco. Nella prima parte del capitolo, Marco ci dice che Cristo aveva preso da parte Pietro, Giacomo e Giovanni ed era salito al monte della Trasfigurazione, dove essi erano stati testimoni di un evento meraviglioso. Ma, quando scesero dal monte, trovarono una vasta folla di persone che circondavano gli altri discepoli, e litigavano con loro! I tre che discesero con Gesù non riuscivano a capire di cosa si trattasse. Poi un uomo uscì dalla folla e disse a Gesù che suo figlio era posseduto da un demonio che gli faceva schiumare la bocca e stridere i denti. L’uomo disse “Ho detto ai tuoi discepoli che lo scacciassero [il demone], ma non hanno potuto” (Marco 9:18). Essi ci avevano provato, ma avevano fallito.

Gesù rivolse all’uomo alcune domande. Poi, molto velocemente, scacciò il demonio dal ragazzo, che fu guarito in un istante. Poi Cristo venne in casa, e i discepoli entrarono con lui. Dopo che furono entrati, i discepoli chiesero a Gesù: «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» (Marco 9:28). Loro ce l’avevano messa tutta, e in passato ci erano riusciti molte volte, ma questa volta avevano fallito completamente. Eppure Cristo aveva detto semplicemente «esci da lui», e il ragazzo fu guarito. Essi chiesero: «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Cristo rispose: «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»” (Marco 9:29).

Ora userò questo episodio per mostrare il problema nella nostra Chiesa odierna. Questo ragazzo rappresenta i giovani del mondo moderno. I discepoli rappresentano le nostre chiese di oggi. Non è ovvio che le nostre chiese stiano fallendo nell’aiutare i giovani? George Barna ci dice che perdiamo l’88% dei nostri giovani, cresciuti nella Chiesa. E noi stiamo conquistando pochissimi giovani dal mondo. Le nostre chiese si stanno esaurendo e stanno venendo meno velocemente. I Southern Baptist stanno perdendo circa 1000 chiese ogni anno! Questi sono i loro numeri! E le nostre chiese indipendenti non stanno facendo meglio. Chiunque guardi le cifre si rende conto che la nostra Chiesa non è forte la metà di quella di un centinaio di anni fa. Ecco perché il Dr. J. I. Parker parlò della “malridotta condizione della Chiesa odierna”.

Le nostre chiese, come i discepoli, stanno facendo tutto ciò che possono, e tuttavia stanno fallendo. Stanno fallendo proprio come i discepoli quando cercavano di aiutare quel giovane. La domanda che dovremmo chiederci è «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Qual è la causa di questo fallimento?

Qui, nel nono capitolo di Marco, mi sembra che Cristo stia trattando proprio questa domanda. E la risposta che lui ha dato ai discepoli è tanto importante oggi quanto lo è stato allora.

“I suoi discepoli gli domandarono in privato: «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Egli disse loro: «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»” (Marco 9:28-29).

Il testo può essere suddiviso in tre semplici punti

I. Il primo punto è “questa specie”.

Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi? Cristo rispose «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno». Egli fece loro notare che ci sono differenze da caso a caso. Nel passato Cristo aveva mandato i discepoli a predicare e scacciare i demoni – e loro erano andati, avevano predicato e scacciato molti demoni. Poi erano tornati pieni di gioia, dicendo che i demoni stessi erano loro sottoposti.

Così quando quest’uomo portò suo figlio a loro, essi erano sicuri di poterlo aiutare facendo ciò che avevano già fatto prima. Tuttavia questa volta fallirono completamente. A dispetto di tutti i loro sforzi, il ragazzo non fu aiutato affatto, ed essi si chiesero come mai. Allora Cristo parlò di “questa specie”. C’è una differenza fra “questa specie” e la specie con cui avete avuto a che fare precedentemente.

In un certo senso, il problema è sempre lo stesso. Il lavoro della Chiesa è liberare i giovani dal potere di Satana e dei suoi demoni, “affinché si convertano dalle tenebre alla luce e dal potere di Satana a Dio” (Atti 26:18). Il problema è sempre lo stesso in ogni epoca, in ogni cultura. Le chiese hanno sempre dovuto avere a che fare con Satana e i demoni. Ma ci sono differenze tra demoni e demoni, non sono tutti uguali. L’apostolo Paolo disse che “il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti.” (Efesini 6:12). Ci disse che ci sono differenti tipi di demoni, e che il loro capo è Satana stesso, “il principe della potenza dell'aria, di quello spirito che opera oggi negli uomini ribelli” (Efesini 2:2). Satana è qui con tutta la sua potenza, ma sotto di lui ci sono potenze demoniache inferiori. I discepoli potevano cacciare facilmente i demoni più deboli, ma qui, in quel ragazzo, c’era uno spirito con una potenza maggiore. “Questa specie” è differente, e ciò costituisce un problema più grande. La prima cosa che dobbiamo capire è qual è la “specie” con cui dobbiamo avere a che fare oggi.

Mentre consideriamo l’espressione “questa specie”, mi chiedo se molti pastori oggi abbiano compreso minimamente che la battaglia che combattiamo oggi è un combattimento spirituale. Sono certo che molti pastori non pensano mai che il loro lavoro è una battaglia contro Satana e gli spiriti del male. I seminari, e anche gli istituti biblici, enfatizzano molto i metodi umani, ma non insegnano ai predicatori che i loro principali problemi appartengono alla sfera spirituale.

Così loro continuano con certi metodi che hanno funzionato in passato, e non si rendono conto che quei vecchi metodi non funzionano con “questa specie” di oggi. Tutti sano che c’è un bisogno. Ma la domanda è: esattamente qual è il bisogno? Finché non siamo consapevoli del bisogno di oggi, noi saremo fallimentari tanto quanto i discepoli con quel ragazzo.

II. Il secondo punto è: i metodi che hanno fallito.

Vedo le nostre chiese fare cose che sono state molto utili in passato, ma non hanno molto effetto su “questa specie”. E dal momento che confidiamo nei metodi del passato, perdiamo quasi tutti i nostri giovani, e difficilmente ne convertiamo alcuni dal mondo. Al rischio di essere frainteso, voglio mettere la Scuola Domenicale in questa categoria. È stata molto utile centoventicinque anni fa, ma penso che abbia poco valore oggi. Direi la stessa cosa degli opuscoli. Un tempo le persone li leggevano e poi venivano in chiesa. Ma chiederei ai pastori: “Ci sono giovani nella tua chiesa che sono venuti e sono stati salvati dopo aver letto un opuscolo?” Credo che sia ovvio che “questa specie” nel nostro tempo non risponda bene ai metodi che sono stati usati nel passato. Aggiungerei anche le visite porta a porta in quella categoria. Furono utilizzate con potenza nel passato, ma non ci aiutano a portare giovani nella Chiesa oggi che stiamo avendo a che fare con “questa specie”.

Ci sono certe cose che sono inutili oggi, quando applicate a “questa specie”. In altre parole, Cristo stava dicendo: “Voi avete fallito in questo caso perché la potenza che voi avevate, e che era stata sufficiente in altri casi, non ha effetto qui. Vi lascia senza forze per aiutare il ragazzo che è sotto l’effetto di ‘questa specie’”.

So che ci sono pastori che capiscono che cose fatte nel passato sono inefficaci oggi. Ma essendo stati formati a pensare alla metodologia piuttosto che alle “macchinazioni” di Satana (II Corinzi 2:11), vacillano selvaggiamente in nuovi metodi che non sono affatto meglio dei vecchi, se, cioè, stiamo cercando di portare i giovani a diventare solidi membri di chiesa. Per esempio, abbiamo alcuni uomini che dicono che la risposta è “dimostrare” ai giovani che il racconto della Genesi a riguardo della creazione è vero, mentre l’evoluzione è falsa. Credono che i giovani saranno convertiti e che altri verranno dal mondo, se noi possiamo dimostrare la falsità dell’evoluzione e fornire loro delle risposte nella Genesi. Credono di poter affrontare l’attuale situazione con questo metodo.

Il Dr. Lloyd-Jones disse: “Fu esattamente la stessa cosa all’inizio del diciottesimo secolo, quando la gente stava puntando la propria fede su ciò [l’apologetica]. Queste, ci insegnavano, sono le cose che mostreranno la verità della Cristianità, ma non lo fecero.” “Questa specie” non uscirà da nulla con questa linea.

Un altro metodo che ha fallito è l’uso delle moderne traduzioni. Ci dicevano che i giovani non capiscono la Bibbia nella versione King James. Ciò di cui abbiamo bisogno è una Bibbia tradotta in una lingua moderna. Allora i giovani la leggeranno. Allora diranno: “Questo è il Cristianesimo”, e verranno nelle nostre chiese a frotte. Ma ciò non è avvenuto. In effetti è accaduto l’esatto opposto. Ho lavorato quasi esclusivamente con i giovani per 55 anni. So per certo che queste traduzioni moderne non attirano per niente i giovani, anzi, molti di loro dicono “non suona bene. Non suona come la Bibbia”.

Non ho mai predicato usando una delle moderne traduzioni, e non lo farò mai. Eppure stiamo vedendo giovani convertiti tutto il tempo, sia nella nostra chiesa, sia dal mondo. Qualunque sia il valore di queste moderne traduzioni, non saranno queste a risolvere il problema.

Cos’altro stanno provando? Oh, quella più importante è la musica moderna! “Dobbiamo trovare la giusta musica e allora entreranno e diventeranno cristiani”. È piuttosto triste. Devo davvero commentare? C’è una Chiesa della Southern Baptist che si incontra in locali affittati a Los Angeles. Il pastore indossa una T-shirt e siede su uno sgabello. Prima di fare il suo breve discorso, c’è circa un’ora di musica rock. Uno dei nostri fratelli è andato a controllare. È rimasto costernato. Ha riferito che l’incontro era scuro e patetico, e per niente spirituale. Ha detto che queste persone non conquistano anime, e non è riuscito ad immaginarli pregare per un’ora come i nostri giovani fanno ogni settimana. Un’ora di nient’altro che preghiera? Scordatevelo! Così la musica rock ha anche fallito a scacciare “questa specie.”

III. Il terzo punto è che abbiamo bisogno di qualcosa che può scendere fin sotto a quella forza maligna, e frantumarla, e c’è solo una cosa che può riuscirci: la Potenza di Dio!

Il Dr. Lloyd-Jones ha detto: “dobbiamo realizzare che per quanto grande la potenza di “questa specie” possa essere, la potenza di Dio è infinitamente più grande, e che noi non abbiamo bisogno di più conoscenza, più comprensione, più apologetica, [nuove traduzioni o musica rock], no, noi abbiamo bisogno di una potenza che può entrare nelle anime degli uomini e spezzarle, romperle, umiliarle e poi farle nuove. E questa è la potenza di Dio.” Ciò ci riporta al nostro testo:

“«Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Egli disse loro: «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»” (Marco 9:28-29).

Preghiera e digiuno. Nient’altro può aiutare le nostre chiese a vincere “questa specie” di attacco satanico. Le nostre chiese non stanno raggiungendo i giovani oggi. Cosa possiamo fare? «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»

Alcuni mondani saggi “studiosi” diranno: “il miglior manoscritto non riporta ‘e con il digiuno’.” Ma cosa sanno questi “studiosi” sui demoni? Cosa sanno sulla conversione dei pagani dalle strade e dai campus dei college della nostra città? Cosa sanno del risveglio – risveglio come quello che stanno sperimentando proprio ora in Cina? Non sanno nulla di tutto ciò. Io sono stato un testimone oculare per tre volte nella mia vita di risvegli che hanno spezzato il peccato. Sono sopraffatto dal pensare che sono stato così grandemente privilegiato di predicare in tutti e tre questi risvegli. Quelli non erano incontri evangelistici. Erano tempi in cui la Potenza di Dio entrava nelle anime degli uomini e le spezzava, e le rompeva, e le umiliava, e le faceva nuove creature in Cristo Gesù!

Dunque, noi non stiamo seguendo i due antichi manoscritti dei copisti gnostici, che rimossero “e con il digiuno”. Noi sappiamo che Cristo ha detto “e con il digiuno” Come lo sappiamo? Lo sappiamo per due motivi. Primo, i discepoli avevano ovviamente pregato quando avevano scacciato i demoni le volte precedenti. Così bisognava aggiungere qualcos’altro. C’era bisogno di qualcos’altro: il digiuno! La preghiera soltanto non era sufficiente. Inoltre lo sappiamo per esperienza. Perché noi abbiamo digiunato ed abbiamo visto con i nostri occhi cosa Dio può fare quando noi spandiamo i nostri cuori in digiuno e preghiera.

Ora chiuderò con un’altra citazione del Dr. Martin Lloyd-Jones. Che predicatore! Che profondità! Quanto ringrazio Dio per lui! Da un’altra parte ha detto:

Mi chiedo se ci è mai capitato di dover considerare l’argomento del digiuno. Il fatto è, che questo intero argomento sembra sia ormai uscito dalle nostre vite, e sia uscito dall’intero nostro pensiero cristiano.

E questo, probabilmente più di ogni altra cosa, è il motivo per cui noi non siamo stati capaci di vincere “questa specie”.

Io ho intenzione di promuovere un digiuno generale nella nostra chiesa la prossima domenica fino alle 5:00 PM. A quell’ora verremo qui e avremo un semplice pasto prima di uscire per l’evangelizzazione. Digiuneremo e pregheremo per la conversione dei giovani che sono venuti da noi ma non sono ancora salvati. Digiuneremo e pregheremo anche perché più persone possano venire nella nostra chiesa.

Ora non posso concludere questo incontro senza alcune parole su Gesù. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno si trova in Lui. Il libro di Ebrei dice che:

“Però vediamo colui che è stato fatto di poco inferiore agli angeli, cioè Gesù, coronato di gloria e di onore a motivo della morte che ha sofferto, affinché, per la grazia di Dio, gustasse la morte per tutti... Perciò, egli doveva diventare simile ai suoi fratelli in ogni cosa, per essere un misericordioso e fedele sommo sacerdote nelle cose che riguardano Dio, per compiere l'espiazione dei peccati del popolo.” (Ebrei 2:9, 17).

Amen

Gesù, il Figlio di Dio, morì al posto dei peccatori, come sostituto dei peccatori. Il momento in cui ti arrendi a Gesù i tuoi peccati sono cancellati dalla sua morte alla Croce. Il momento in cui ti abbandoni al Salvatore, il tuo peccato è purificato dal ricordo di Dio per sempre per mezzo del prezioso Sangue di Cristo. Come preghiamo che tu ti affidi al Signore Gesù Cristo e sii salvato da Lui dal peccato! Amen e Amen. Per favore alzatevi in piedi e cantate l’ultimo canto sul vostro innario.

Così qual sono, con nulla in me,
     Ma per il tuo Sangue o Salvator,
E per l’invito del tuo amor,
     Agnel di Dio io vengo a Te.
(Versione italiana del canto “Just As I Am” di Charlotte Elliott, 1789-1871).

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scritture lette prima del sermone dal fratello Abel Prudhomme: Luca 9:37-45.
Assolo cantata prima del sermone da Benjamin Kincaid Griffith:
“Old-Time Power” (di Paul Rader, 1878-1938).


SCHEMA DE

QUESTA SPECIE DI SPIRITI

(SERMONE NUMERO 1 SUL RISVEGLIO)

a cura del Dr. R. L. Hymers Jr.

“Quando Gesù fu entrato in casa, i suoi discepoli gli domandarono in privato: «Perché non abbiamo potuto scacciarlo noi?» Egli disse loro: «Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la preghiera e con il digiuno»” (Marco 9:28-29).

(Marco 9:18)

I.      Il primo punto è “questa specie”, Atti 26:18; Efesini 6:12; 2:2.

II.    Il secondo punto è: i metodi che hanno fallito., II Corinzi 2:11.

III.  Il terzo punto è che abbiamo bisogno di qualcosa che può scendere fin sotto a quella forza maligna, e frantumarla, e c’è solo una cosa che può riuscirci: la Potenza di Dio! Ebrei 2:9, 17.