Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




DOBBIAMO ENTRARE NEL REGNO DI DIO
ATTRAVERSO MOLTE TRIBOLAZIONI

ENTERING THE KINGDOM
THROUGH MUCH TRIBULATION
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La mattina del giorno del Signore, 24 aprile 2016
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Morning, April 24, 2016

“E, dopo aver evangelizzato quella città e fatto molti discepoli, se ne tornarono a Listra, a Iconio e ad Antiochia, fortificando gli animi dei discepoli ed esortandoli a perseverare nella fede, dicendo loro che dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:21-22).


Recentemente ho ascoltato dei giovani dire che dovrei smetterla di parlare della divisione che c’è stata nella nostra Chiesa circa 25 anni fa. Dicono che dovrei predicare guardando al futuro e non di continuare a parlare delle cose terribili che sono state fatte nel passato. Ora io ascolto sempre le critiche, soprattutto se sono critiche fatte da amici, e questi giovani sono miei amici, ma devo dire che si sbagliano! Sono completamente nel torto! Infatti non ancora predicato abbastanza a proposito di questa terribile divisione di chiesa. E Dio mi ha mostrato che devo predicare, e predicare e predicare, fino a che questo messaggio non penetri nei cuori e cambi delle vite! Perciò predicherò ancora di più su questa cosa! Sì, predicherò ancora!

La storia è semplice. All’epoca avevamo circa 500 membri, ma vi era un “leder” che diceva che io ero troppo negative, e diceva che io esigevo troppo dalle persone.

Mi ha definite un tiranno e un dittatore semplicemente perché predicavo Cristo “E chi non porta la sua croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo” (Luca 14:27). Perciò circa cento persone lasciarono la nostra chiesa, per una vita “più facile”. Cosa è accaduto a loro? Bene, quel “leader alle prime armi” è riuscito a mantenere solamente quattrodici o quindici di loro in una chiesa “facile” con una sola riunione la domenica mattina. Gli altri membri si sono sparsi ai quattro venti. Nessuno di loro è diventato un Cristiano vincente, né ha fatto qualcosa per Dio. Le loro vite spirituali si sono prosciugate, e sono stati soffiati via come le foglie in autunno. Gesù Cristo disse: «Nessuno che abbia messo la mano all'aratro e poi volga lo sguardo indietro, è adatto per il regno di Dio» (Luca 9:62).

Sì, predicherò nuovamente di quei “39” membri che hanno salvato questo edificio. Intendo predicare dei quattrocento che hanno lasciato questa chiesa per ritornare nel mondo” Sì, lo farò! Alcuni ribelli e recidivi potrebbero dire “Questo vecchietto ha il cancro, non avrà tanto da dire”. Bene, non vi fidate di loro! Non sono ancora morto! Odio l’antinomismo e il debole neo evangelismo in ogni suo aspetto, oggi come quarant’anni fa! Sì, lo odio è la giusta parola. Lo odio! LO ODIO! Lo odio con un santo disprezzo, perché Gesù cristo stesso lo odia! La Bibbia dice: “Odiate il male, amate il bene” (Amos 5:15).

Gesù Cristo disse ai deboli, pigi e neo evangelici di Laodicea: “Così, perché sei tiepido e non sei né freddo né fervente, io ti vomiterò dalla mia bocca” (Apocalisse 3:16). Sì! “Io ti vomiterò dalla mia bocca”. (Vedi Ryrie, NASV margine). “Io ti vomiterò dalla mia bocca! Io ti vomiterò dalla mia bocca! Io ti vomiterò dalla mia bocca! Ti sputerò dalla mia bocca!” Il Dr. Charles C. Ryrie disse di questo versetto “La chiesa tiepida, neutra senza compromessi … respinge il Signore, e danneggia il Suo proposito” (Vedi Ryrie Study Bible; nota su Apocalisse 3:16).

Qual era il rimedio per la tiepidezza dei laodicesi? Qual è la cura per la pigrizia e la ribellione neo evangelica? La cura è proprio qui nel nostro testo.

“Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22).

L’Apostolo Paolo e il suo compagno di viaggi Barnaba ritornarono a Listra, Iconio e Antiochia. Ritornarono per insegnare bene ai nuovi Cristiani che vi erano in quelle città. Dr. Thomas Hale ha lasciato il seguente commento:

      Non è sufficiente predicare il vangelo solamente una volta in un posto, ma è necessario anche insegnare ai neo credenti e a rafforzarli nella fede, ed è esattamente ciò che fece Paolo e Barnaba. Fortificarono i neo [convertiti], perché nel regno di Dio si entra attraversando dure prove. Se loro volevano essere degli eredi con Cristo, dovevano soffrire per Lui (Traduzione di Thomas Hale, M.D., The Applied New Testament Commentary, Chariot Victor Publishing, 1997; note on Acts 14:22).

Nel suo commento al versetto 23, il Dr. Hale sottolinea che a tutti coloro ai quali Paolo e Barnaba insegnarono erano dei neo Cristiani. Dice che persino gli “anziani” della chiesa erano “dei neo credenti” (versetto 23). Paolo e Barnaba insegnarono queste cose ai neo Cristiani ovvero che “Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22). Il commentario di Matthew Henry’s dice: “Non solo dovevano loro, ma noi dobbiamo. Dobbiamo tener conto che tutti color che voglio andare in cielo devo aspettarsi tribolazioni e persecuzioni … qualcuno potrebbe pensare che un insegnamento del genere potrebbe scioccare o indebolire qualcuno. No … anzi lo confermerebbe, e lo farebbe attaccare a Cristo …. Tutti coloro che vorranno vivere una vita divina in Cristo Gesù soffriranno la persecuzione …. Chi vuole essere un discepolo di Gesù deve prendere la sua croce” (Traduzione di Matthew Henry’s Commentary on the Whole Bible; nota su Atti 14:22).

Gesù, ho preso la mia croce, lascio tutto e segue Te.
   Sarò bisognoso, disprezzato, tradito, da questo momento tu sarai tutto per me.
Ogni mia ambizione morirà, tutto ciò che ho cercato, sperato e desiderato.
   Perché in Dio sono ricco, Dio e il Cielo son la mia proprietà.
(Traduzione letterale dell’inno “Jesus, I My Cross Have Taken”
      di Henry F. Lyte, 1793-1847).

“Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22).

I. Primo, la tribolazione della conversione.

Il versetto di oggi ci dice che: “Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni”. Il termine greco originale per “tribolazione” è “thlipsis”. Vuol dire “Pressione, angustia, peso, instabilità” (Strong). Pensiamo un attimo alla conversione prototipica nella Bibbia. La conversione di Giacobbe.

“Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino all'apparire dell'alba; quando quest'uomo vide che non poteva vincerlo, gli toccò la giuntura dell'anca, e la giuntura dell'anca di Giacobbe fu slogata, mentre quello lottava con lui” (Genesi 32:24, 25).

L’uomo che lotto contro Giacobbe era Dio Figlio, e Giacobbe: “lo benedisse lì. Giacobbe chiamò quel luogo Peniel, perché disse: «Ho visto Dio faccia a faccia e la mia vita è stata risparmiata». Il sole si levò quando egli ebbe passato Peniel; e Giacobbe zoppicava dall'anca.” (Genesi 32:30,31). Giacobbe zoppicò per il resto della sua vita, perché è stato ferito il giorno della sua conversione, e il suo nome è stato cambiato da Giacobbe in Israele “che vuol dire colui che lotta con Dio” (Ryrie Study Bible). Ripensa adesso un momento alla tua conversione. Non hai lottato con Dio? Non è stata una lotta prima di credere in Cristo?

Pensiamo alla conversione di Paolo, che ha lottato con Cristo. “Egli domandò: «Chi sei, Signore?» E il Signore: «Io sono Gesù, che tu perseguiti»” (Atti 9:5). Dr. Henry M. Morris disse che Paolo “si un animale ottuso, persino ribelle al dolore provocato dal pungolo della sua imbracatura” (The Study Bible). “Poi Paolo disse cosa devo fare? (Atti 9:6). Paolo rimase cieco per tre giorni e digiunò prima di essere convertito (Atti 9:17).

Poi leggere le grandi conversioni della storia del Cristianesimo: di Agostino, di Lutero, di Bunyan, di Whitefield, di Wesley, di Spurgeon. Tutti loro hanno attraversato tribolazioni, pressioni, angustie, fardelli con il peccato e tanti guai, prima di credere nel Salvatore. Veramente pensi di essere convertito senza avere almeno un minimo di pressione, angustia o un peso per il peccato? Puoi prendere una falsa decisione, perché nessun uomo è veramente convertito senza la convinzione del peccato. Il Diavolo ci dice che se sei un uomo non devi piangere, perché il pianto è una cosa da deboli. E perciò si resiste “valorosamente” a questa convinzione. Questo non è nulla di valoroso! Questa è un ostile e sciocca resistenza allo Spirito di Dio! L’uomo che resiste a Cristo che è morto sulla Croce per salvarlo, non è meglio di un Musulmano che pensa di essere valoroso quando si fa esplodere tra dei bambini, violenta le donne e taglia le teste con la sua spada. Hai mai versato una lacrima per i tutti peccati? “Non mi convincerai mai a farlo” Non sarò debole, non sono un bambino piagnucolone” Se rispondi così, ti dico che non sei meglio Diavolo in persona, che rifiuta di inginocchiarsi davanti al dio Onnipotente! Un uomo che h paura di versare anche una lacrima per il suo peccato è un codardo nel cuore. Non è affatto un “uomo”. Non è un “macho man”, ma è un vigliacco codardo che ha paura di confessare i propri peccati davanti al Dio Onnipotente!

“Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni [angustie e guai nel cuore]” (Atti 14:22)

II. Secondo, la tribolazione della santificazione.

Non ci sono solamente tribolazioni nel momento della conversione, ma la tribolazione è richiesta per diventare un Cristiano mature. L’Apostolo paolo disse:

“Non solo, ma ci gloriamo anche nelle afflizioni, sapendo che l'afflizione produce pazienza, la pazienza esperienza, e l'esperienza speranza. Or la speranza non delude, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori mediante lo Spirito Santo che ci è stato dato” (Romani 5:3-5).

Non sono d’accordo con la spiegazione di John MacArthur sul Sangue di Cristo. Si sbagli su un così importante argomento, ma il suo commento a Romani 5:3-5 è giustissimo: “Tribolazioni, è un termine utilizzato per indicare la pressione, proprio come si preme per spremere e ricavare un liquido dalle olive o dall’uva. Quindi qui non si parla delle normali pressioni della vita, ma dalle tribolazioni inevitabili che arrivano quando si è seguaci di Cristo …. Queste difficoltà producono ricchi benefici spirituali … pazienza, questa parola si riferisce alla costanza, l’abilità di rimanere sotto questo grave peso e sotto queste pressioni senza soccombere … I cristiani possono glorificare Dio nelle tribolazioni per ciò che queste tribolazioni producono” (Vedi la Bibbia The MacArthur Study Bible).

Diventiamo die Cristiani forti attraverso le tribolazioni, attraverso le pressioni e I guai. Quando ho sentito questi due ragazzi dire che non avrei dovuto parlare della divisone degli Oliva, ho capito che era la voce di Satana che lo ha messo loro in mente. Sapevo che si sbagliavano. Questo mi ha reso più determinate a per educare dei guai terribili che i nostri membri fedeli hanno dovuto affrontare per salvare questa Chiesa. Come puoi sperare di diventare un bravo Cristiano se rifiuti di attraversare questi guai? Noi chiamiamo i membri che hanno salvato questa chiesa “i 39”. Circa 39 persone hanno sofferto affinché tu potessi vere questo bel edificio ecclesiastico. Loro hanno sacrificato la loro vita per te. Come puoi pensare che io non ne debba parlare? Come osi! Tu non hai mai sacrificato nulla per Dio! Non ti meravigliare che non ti sembri vero! Non ti meravigliare se ti senti male con te stesso e hai perso il tuo zelo e la tua fede! Devi passare attraverso le tribolazioni per essere un buon Cristiano come “i 39”. Quali tribolazioni hai vissuto? Nessuna! Dai per scontato che tutto ti sia dovuto! Se rifiuti di attraversare dei guai e dei sacrifici, non diventerai mai e poi mai un Cristiano forte come la signora Salazar, Carla Bebout, Il dr. Cagan, Ben Griffith, Abel Prudhomme, il Sig. Song o la signora Hymers? Non sarai mai un buon Cristiano se rifiuti di sacrificare la tua vita per Gesù cristo!

Alcuni di voi non apprezzeranno il sermone che il Dr. Cagan ha predicato sulla mia vita l’altra sera, alcuni pensano che sia stato molto negativo. “Chi vuole attraversare tutto ciò che io ho passato?” Penserai. Bene, voglio dirti che se io non avessi passato tutto quello, qui non ci sarebbe nessuna sala evangelica questa mattina! Se io non avessi passato tutto ciò che ho passato non ci sarebbe nulla qui! “Voi “giovani” di questa chiesa non sareste qui! Forse non esistereste neanche! I ho condotto i vostri genitori a Gesù Cristo, ho celebrato i loro matrimoni, li ho curati pastoralmente durante quella divisione infernale. Voi giovani non sareste neanche vivi se io non avessi vissuto tutto quel dolore e sofferenza!

Solamente un bambino mi ha inviato un bigliettino di auguri per I miei 75 anni! Tutti “i 39” mi hanno scritto un biglietto di auguri, ma solamente un bambino della chiesa mi ha scritto un augurio! Questo bambino è nato ed è stato salvato in questa chiesa, e solamente lui tra i bambini mi ha scritto un augurio. Mi ha scritto queste parole:

Caro Dr. Hymers,

      Buon settantacinquesimo compleanno. Dio ti benedica per il tuo fedele servizio e ministero per Gesù Cristo! Sono grato a Dio per un pastore come te! Grazie per tutto ciò che fai per Gesù. La tua vita è una testimonianza meravigliosa per Gesù! Grazie perché sei un esempio di un Cristiano fedele. Grazie a Gesù Cristo la tua vita è meravigliosa perché la tua vita tocca molte altre. “State saldi, incrollabili, sempre abbondanti nell'opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore”. Dr. Hymers, mi ricordi questo versetto, la mia preghiera è questa chiesa possa andare avanti, e continuare con la tua visione e che possa infiammarsi per Gesù! Dio ti benedica e ti protegga. In Gesù, (firma del suo nome). “Sotto il suo nome ha trascritto il versetto i I Giovanni 2:17,

“E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi
fa la volontà di Dio rimane in eterno.”

Non ce l’ho con gli altri ragazzi, non ce l’ho affatto. Sono solamente preoccupato per le vostre anime. Io prego per voi, alcune volte anche tutta la notte. Sono preoccupato per voi perché:

“Dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22).

So che non apprezzerete la storia dei “39”, ma se non li amate e non seguite il loro esempio di sacrifici, non sarete mai parte della grande Chiesa dei miei sogni e delle mie visioni. Una persona che irrigidisce il collo e dice: “Non lo farò mai” è una persona in pericolo che non entrerà nel regno di Dio. La Bibbia dice: “L'uomo che, dopo essere stato spesso ripreso, irrigidisce il collo, sarà abbattuto all'improvviso e senza rimedio” (Proverbi 29:1). Gesù disse:

“Ricorda dunque da dove sei caduto, ravvediti, e compi le opere di prima; altrimenti verrò presto da te e rimoverò il tuo candelabro dal suo posto, se non ti ravvedi” (Apocalisse 2:5).

Per favore alziamoci in piedi e cantiamo insieme l’inno numero 3.

A Gesù devo tutto l’essere mio
   Tutti i miei pensieri e opere, tutti I miei giorni e le mie ore.
A Gesù devo tutto, tutti miei giorni e le mie ore.
   A Gesù devo tutto, tutti miei giorni e le mie ore.

Che io faccia la Sua volontà, che io sia simile a Lui.
   Che i miei occhi vedano solo Gesù, che le mie labbra proclamino le Sue lodi.
A Gesù devo tutto, che le mie labbra proclamino le Sue lodi.
   A Gesù devo tutto, che le mie labbra proclamino le Sue lodi.

Se i miei occhi fisso su Gesù, nient’altro voglio guardare.
   La mia visione è incatenata alla croce.
Tutto a Gesù, guardo alla Croce!
   Tutto a Gesù, guardo alla Croce!
(Traduzione letterale dell’inno “All For Jesus” di Mary D. James, 1810-1883).

Gesù Cristo è morto sulla Croce per pagare per I tuoi peccati. Ha versato il Suo Sangue per purificarti da ogni peccato, è risorto dalla morte per darti la vita eterna. Ora Gesù è in Cielo alla destra di Dio. Se ti converti dal tuo peccato e credi in Gesù, Lui ti salverà immediatamente. Se vuoi parlare con noi e vuoi essere salvato da Gesù, per favore segui il dr. Cagan dietro l’auditorium. Amen


Se questo sermone è stato per te fonte di benedizione il Dr. Hymers vorrebbe ascoltarti. SE SCRIVI AL DR. HYMERS INDICA IL PAESE DAL QUALE STAI SCRIVENDO ALTRIMENTI NON POTRÁ RISPONDERE ALLA TUA EMAIL. Se i sermoni ti stanno portando delle benedizioni scrivi un’email al Dr. Hymers per dirglielo, ma indica anche il paese dal quale stai scrivendo, per favore. L’indirizzo email del Dr. Hymers è: rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Puoi scrivere in qualsiasi lingua, ma se puoi scrivi pure in inglese. Se vuoi scrivere tramite la posta tradizionale ecco l’indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015. Puoi anche telefonare al numero (818)352-0452.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dr. Hymers ogni settimana sul nostro sito Internet
all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com.
Clicca su “Sermoni in italiano.”

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Lettura prima del Sermone di Mr. Abel Prudhomme: Atti14:19-23.
Canto prima del sermone di Benjamin Kincaid Griffith:
“Living For Jesus” (di Thomas O. Chisholm, 1866-1960).


SCHEMA

DOBBIAMO ENTRARE NEL REGNO DI DIO
ATTRAVERSO MOLTE TRIBOLAZIONI

ENTERING THE KINGDOM
THROUGH MUCH TRIBULATION

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

“E, dopo aver evangelizzato quella città e fatto molti discepoli, se ne tornarono a Listra, a Iconio e ad Antiochia, fortificando gli animi dei discepoli ed esortandoli a perseverare nella fede, dicendo loro che dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni.” (Atti 14:21-22).

(Luca 14:27; 9:62; Amos 5:15; Apocalisse 3:16)

I.   Primo, la tribolazione della conversione, Genesi 32:24, 25, 30, 31;
Atti 9:5, 6, 17.

II.  Secondo, la tribolazione della santificazione, Romani 5:3-5;
I Giovanni 2:17; Proverbi 29:1; Apocalisse 2:5.