Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




QUANDO DIGIUNATE

WHEN YOU FAST
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La sera del giorno del Signore, 16 agosto 2015
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, August 16, 2015

“Quando digiunate” (Matteo 6:16).


Gesù stesso ha digiunato prima di cominciare il suo ministero terreno. Gesù ha detto ai suoi discepoli che avrebbero digiunato dopo la sua ascesa in Cielo.

“Allora digiuneranno” (Matteo 9:15).

Infatti, come dice il Dr. John R. Rice i discepoli hanno digiunato e pregato dieci giorni prima del risveglio di Pentecoste. Credo che sia vero. L’Apostolo Paolo ha digiunato e pregato per tre giorni dopo essersi convertito (Atti 9:9, 11). I membri della chiesa di Antiochia hanno digiunato per conoscere la volontà di Dio (Atti 13:2). Ancora, hanno “digiunato e pregato” quando hanno inviato Paolo e Barnaba come missionari (Atti 13:3). L’Apostolo Paolo disse di aver praticato il “digiuno spesso” (II Corinzi 11:27), e anche nel nostro testo vediamo che Gesù dice a noi che dovremmo digiunare: “Quando digiunate” (Matteo 6:16). E poi dice “allora digiuneranno” (Matteo 9:15).

Ho un grande rispetto per il Dr. J. Vernon McGee. Nel 1960 ho studiato tutta la Bibbia, dalla prima all’ultima pagina, ascoltando la sua esposizione versetto per versetto alla radio. A proposito del nostro testo “Quando digiunate” il Dr. McGee ha detto: “Il digiuno ha un gran valore per i credenti di oggi, ne sono convinto” (Traduzione di J. Vernon McGee, Th.D., Thru the Bible, Thomas Nelson Publishers, 1983, volume IV, p. 38).

Alcuni credono che Gesù non stesse insegnando sul digiuno nel brano di Matteo 6:16-18. Ma si sbagliano. Gesù stava predicando contro “esteriorità” così come ci dice Scofield. Gesù stava predicando contro il digiuno ipocrita, di quelli che amano essere visti dagli altri, ma non stava affatto predicando contro il vero digiuno. Anzi tutto il contrario, perché Gesù ha detto “Quando digiunate” e quindi ha spiegato loro come farlo, e perché dovevano farlo. Gesù non ha detto “Se digiunate”, no! Ma ha detto “Quando digiunate.”

Oggi il digiuno ha valore, seppure anche al tempo del famoso commentator biblico Matthew Henry leggiamo che “c’è …. Generalmente trascuratezza tra i Cristiani” (vedi nota su Matteo 16:16). Dopo circa 25 anni dalla morte di Matthew Henry, John Wesley ha ripristinato questa pratica, dicendo a tutti di seguire l’esempio dei primi Cristiani che digiunavano due volte a settimana. Per questo motivo il Primo Grande risveglio è sorto durante un periodo di rinnovato interesse per il digiuno e la preghiera. Questa enfasi sul digiuno ha le sue radici nella dichiarazione di Gesù Cristo:

“Quando digiunate” (Matteo 6:16).

La Bibbia insegna che anche oggi ci sono molte ragioni per cui digiunare quando preghiamo. Questa sera vorrei parlarvi di tre di queste ragioni.

I. Primo, abbiamo bisogno di digiunare affinché Iddio prevalga sulla potenza di Satana.

Alziamoci in piedi e leggiamo questi versetti ad alta voce:

“Quando egli fu entrato nella casa, quei ciechi si avvicinarono a lui. Gesù disse loro: «Credete voi che io possa far questo?» Essi gli risposero: «Sì, Signore». Allora toccò loro gli occhi dicendo: «Vi sia fatto secondo la vostra fede».” (Marco 9:28-29).

Potete sedervi. Così come ho detto nel sermone precedente, credo che il termine “digiuno” in Marco 9:29 è stato rimosso erroneamente da molte traduzioni moderne. Credo che sia un errore, basato su un difetto della critica testuale. “Il digiuno” è stato tristemente rimosso da moltissime traduzioni e rivedute moderne, perché sono state influenzate da due vecchi manoscritti, ricopiati da monaci influenzati dallo gnosticismo, che ha eliminato questo termine. Questo è la ragione per cui il digiuno è stato rimosso anche dal pensiero dei cristiani dell’Occidente, che ora leggono queste traduzioni basate su questi due discutibili manoscritti. Non vi meravigliate che le chiese abbiano così poco potere contro Satana! Il Dr. John R. Rice disse: “Nessun dubbio che questi monaci siano stati letteralmente posseduti un diavolo [demone]. I cattivi spiriti sono sopra di noi” (Traduzione di Commentary on the Gospel According to Matthew, Sword of the Lord Publishers, 1980 edition, p. 364; comment on Matthew 17:14-21). La Bibbia dice:

“Il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti” (Efesini 6:12).

Oggi è estremamente difficile costruire delle chiese attraverso l’evangelizzazione. Alcuni dicono addirittura che l’evangelismo è morto in America. A me sembra solo che la potenza di Satana è oggi molto grande. Io credo che abbiamo bisogno di della potenza di Dio per prevalere “contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti.” Digiuniamo e preghiamo affinché Dio spezzi la morsa di Satana! Questo è normale in questi giorni di apostasia e freddezza nelle chiese, quando Satana detiene una tale potenza sopra molte persone noi dobbiamo cercare di vincere per Cristo. Cantiamo l’inno numero 6: “Insegnami a pregare”, solo la seconda strofa da “Power in Prayer.”

Potenza in preghiera, Signore, Potenza n preghiera,
   Qui sulla terra c’è il peccato, il dolore
Gli uomini perduti stanno morendo, le anime sono afflitte
   O Signore dammi Potenza, Potenza nella preghiera!
(Traduzione letterale in italiano dell’inno “Teach Me to Pray”
      di Albert S. Reitz, 1879-1966).

Credo che la potenza della preghiera sia direttamente connessa con il digiuno, perché Gesù ha detto:

“Quando digiunate” (Matteo 6:16).

II. Secondo, abbiamo bisogno di digiunare e pregare affinché Dio intervenga inviando un risveglio.

No, non credo che tutto dipenda da un risveglio, ma non abbiamo un risveglio nazionale in America dal1859, e i risvegli nelle chiese sono diventati così rari che sono pochissimi quelli che si possono vedere oggigiorno, nel nostro paese. Ricordo il Dr. Ken Connolly che diceva: “Viviamo in una generazione che non ha mai conosciuto un risveglio.” L’Apostolo Paolo conosceva il risveglio! Dio venne e benedisse i servizi che aveva sostenuto in tutto il Libro degli Atti. Non ci meravigliamo, perché leggiamo che Paolo era:

“Spesse volte nei digiuni” (II Corinzi 11:27).

Dr. Schaff, lo storico Cristiano, dice che i primi “Cristiani fissavanoil mercoledì e soprattutto il venerdì” come giorno di digiuno (Traduzione di Philip Schaff, Ph.D., History of the Christian Church, Eerdmans Publishing Company, 1976 edition, volume II, p. 379). John Wesley mantenne questa abitudine durante il Primo Grande Risveglio.

Non credo che il digiuno e la preghiera portino automaticamente a un risveglio, e nemmeno credo che ci siano dei giorni fissi per digiunare e pregare, non lo vedo nella Bibbia, ma non vedo come possiamo sperimentare oggi un risveglio senza avere dei giorni di digiuno e preghiera.

I più grandi santi di Dio in tutta la Bibbia hanno digiunato spesso. Digiunare è spesso connesso con una preghiera appassionata, a mattina di pentimento, con la ricerca della liberazione dai nemici e di saggezza dall’alto. Mosè ha digiunato … sul Monte Sinai, il nostro Salvatore ha digiunato… nel deserto. Giosuè, Davide, Esdra, Nehemia, Daniele, i discepoli di Giovanni il Battista, Anna, gli Apostoli, Paolo e Barnaba, e altri ancora hanno digiunato e pregato. I Santi di Dio hanno avuto risposte alle loro preghiere quando aspettato Dio con digiuni e preghiere. I più grandi della Bibbia hanno spesso digiunato e pregato. Un Cristiano è in buona compagnia quando digiuna e prega …il Salvatore non solo ha digiunato, ma ha insegnato ai Discepoli a digiunare, lo avrebbero dovuto fare dopo la Sua [Ascensione] al Cielo (Traduzione di John R. Rice, D.D., Prayer – Asking and Receiving, Sword of the Lord Publishers, 1970 edition, p. 215).

Dr. Rice ha anche parlato di “risveglio portato dalla preghiera e digiuno” (ibid. p. 227).

Non dovremmo pensare a digiunare e pregare pera fare in modo che arrivi il risveglio. Il Reverendo Iain H. Murray ha detto correttamente:

Dio ha scelto di fare della preghiera uno strumento di benedizione, non per rendere dipendenti da noi il compimento dei suoi propositi, ma piuttosto per aiutarci a imparare ad avere assoluta dipendenza da Lui … Una preghiera lontana dalla rassegnazione, o dal fatalismo, ma una preghiera che genera uno spirito di coscienza verso Dio, quello che un autore contemporaneo chiama “preghiera e digiuno” (Traduzione da Rev. Iain H. Murray, Pentecost Today? The Biblical Basis for Understanding Revival, The Banner of Truth Trust, 1998, p. 69).

È stato ben detto che “Quando Dio intende benedire il suo popolo, fa in modo che prima preghi.” John Wesley ha detto la stessa cosa in modo diverso:

Digiunaimo fissando gli occhi sul Signore. Che sia questa la nostra intenzione, e questa soltanto, di glorificare in nostro padre in cielo (Traduzione da The New Encyclopedia of Christian Quotations, Baker Books, 2000, p. 360).

Il digiuno e la preghiera non sono la “causa” della preghiera. Dio è la causa. Quando digiuniamo e preghiamo, ci avviciniamo di più a Dio, e quando Lui ci vede, manda un’ondata di risveglio, è tutto nelle mani di Dio. È anche vero che, in un periodo di risveglio, accelerato dalle preghiere, si diventa più profondi e ricchi come persone nel digiuno e nella preghiera. In un periodo in cui Dio ha mandato nuovamente un risveglio che John Wesley ha potuto chiedere:

Hai fissato dei giorni di digiuno e preghiera? Vai al trono della grazia, persevera e la grazia di Dio scenderà su te (Traduzione delle Letters of John Wesley, p. 340).

Sappiamo per esperienza che non possiamo avere un periodo di risveglio come quello che ha vissuto John Wesley, a meo che Dio Stesso non ci dia Potenza in preghiera. Dio Stesso è l’autore della preghiera “del trono di grazia.” Dio è l’autore di un risveglio con digiuno e preghiera. Solo Dio è l’autore e compitore di ciò, quindi possiamo digiunare e pregare che Lui si compiaccia di inviare un risveglio, altrimenti il nostro digiuno e preghiera non porterà a nulla. Cerchiamo la faccia di Dio, e portiamo le anime a Lui, con digiuni e preghiere affinché Lui possa essere glorificato nella Sua chiesa. Solamente una preghiera e un digiuno teocentrico potrà essere benedetto con un vero risveglio. Per favore alziamoci in piedi e cantiamo di nuovo l’inno numero 6 che c’è sul foglietto “Insegnami a pregare.”

Potenza in preghiera, Signore, Potenza n preghiera,
   Qui sulla terra c’è il peccato, il dolore
Gli uomini perduti stanno morendo, le anime sono afflitte
   O Signore dammi Potenza, Potenza nella preghiera!
(Traduzione letterale dell’inno “Teach Me to Pray”
      di Albert S. Reitz, 1879-1966).

III. Terzo, abbiamo bisogno di digiunare e pregare per coloro che non sono convertiti.

Gesù disse:

“Quando digiunate” (Matteo 6:16).

Dio disse al profeta Isaia:

“Il digiuno che io gradisco non è forse questo: che si spezzino le catene della malvagità, che si sciolgano i legami del giogo, che si lascino liberi gli oppressi e che si spezzi ogni tipo di giogo?” (Isaia 58:6).

Il ragazzo che I Discepoli non erano riusciti a guarire era legato da “catene di malvagità.” I Discepoli non riuscirono ad aiutarlo perché:

“Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con [il digiuno] e la preghiera” (Marco 9:29).

Non credete che alcuni che frequentano la nostra chiesa siano in una situazione simile? Satana “il dio di questo mondo ha accecato le menti, affinché non risplenda loro la luce del vangelo della gloria di Cristo, che è l'immagine di Dio?” (Vedi II Corinzi). Non credete che Dio parli a noi quando dice:

“Il digiuno che io gradisco non è forse questo: che si spezzino le catene della malvagità, che si sciolgano i legami del giogo, che si lascino liberi gli oppressi e che si spezzi ogni tipo di giogo?” (Isaia 58:6).

Penso che Charles Wesley avesse in mente questo versetto di Isaia quando ha scritto questo inno:

Egli spezza la Potenza del peccato
   Rende liberi i prigionieri
Il suo Sangue può purificare il più vile dei peccatori
   Il Suo Sangue è stato utile per me.
(Traduzione letterale dell’inno “O For a Thousand Tongues”
      di Charles Wesley, 1707-1788).

Per favore alziamoci in piedi e cantiamolo sulla melodia di “O Set Ye Open Unto Me.”

Egli spezza la Potenza del peccato
   Rende liberi i prigionieri
Il suo Sangue può purificare il più vile dei peccatori
   Il Suo Sangue è stato utile per me.

Potete sedervi.

Oh quanto dobbiamo digiunare e pregare affinché Cristo faccia tutto ciò nelle vite di coloro che non sono ancora convertiti! Oh quanto dobbiamo pregare affinché Cristo spezzi la potenza del peccato che trattiene costoro nella presa di Satana e del mondo! Oh quanto dobbiamo digiunare e pregare per Gesù Cristo affinché

“si sciolgano i legami del giogo, che si lascino liberi gli oppressi e che si spezzi ogni tipo di giogo?” (Isaia 58:6).

Cantiamo ancora una volta l’inno di Charles Wesley!

Egli spezza la Potenza del peccato
   Rende liberi i prigionieri
Il suo Sangue può purificare il più vile dei peccatori
   Il Suo Sangue è stato utile per me.

Charles il fratello di John Wesley disse anche lui in un periodo di risveglio:

Hai fissato dei giorni di digiuno e preghiera? Vai la trono della grazia, persevere, e la grazia scenderà su di te. (ibid.).

Noi faremo la stessa cosa esattamente sabato prossimo! Possiamo essere disposti a digiunare e pregare a casa per coloro che sono perduti in mezzo a noi! Ovviamente non tutti possono digiunare, per il tempo, la salute, le circostanze, ma coloro che possono digiunino e pregano. Poi ritorniamo qui sabato prossimo alle 5:30 e ripreghiamo insieme, poi interromperemo il nostro digiuno con un pasto e torneremo a casa glorificando Dio! Il cantico di Charles Wesley è vero! Cantiamolo nuovamente:

Egli spezza la Potenza del peccato
   Rende liberi i prigionieri
Il suo Sangue può purificare il più vile dei peccatori
   Il Suo Sangue è stato utile per me.

C’è qui questa sera qualcuno che è ancora perduto? Noi abbiamo pregato per te. Hai bisogno di Gesù Cristo, affinché ti liberi dalle grinfie di Satana e purifichi il tuo cuore con il Suo prezioso Sangue. Noi preghiamo che tu possa credere in Gesù Cristo e possa essere salvato.

Ecco una lista di cose che puoi fare per sabato prossimo mentre digiuniamo e preghiamo per i perduti:


1.   Fate il digiuno in segreto (il più possibile). Non andate in giro a raccontare ad altri (anche ai parenti) che state digiunando.

2.   Trascorrete del tempo a leggere la Bibbia, leggete alcune parti del Libro degli Atti (preferibilmente l’inizio).

3.   Memorizzate Isaia 58:6 durante la domenica di digiuno.

4.   Pregate affinché Dio possa fare in modo che ci siano dieci nuove persone tra di voi.

5.   Pregate per la conversione di coloro che non sono salvati (nominate i loro nomi). Pregate affinché Dio compia per loro ciò che è scritto in Isaia 58:6.

6.   Pregate affinché color che sono presenti per la prima volta possano ritornare anche la prossima domenica. Pregare citando il nome di queste persone se possibile.

7.   Pregate affinché Dio mi mostri cosa predicare domenica prossima, sia la mattina che la sera.

8.   Bevete molta acqua, circa un bicchiere ogni ora. Potete bere un caffè per cominciare, se siete abituati a berlo ogni giorno. Non bevete bibite varie, o bibite energetiche.

9.   Consultate un medico prima di digiunare se avete problemi di salute. (Potete rivolgervi al Dr. Kreighton Chan oppure alla Dr. Judith Cagan nella nostra chiesa.) Non digiunate se avete problemi gravi, come diabete e pressione alta, ma usate solamente la domenica di preghiera per queste richieste.

10. Cominciate il digiuno dopo la cena di venerdì. Non mangiate nulla dopo la cena del venerdì fino alle 5.30 di sabato sera.

11. Ricordatevi che la cosa più importante per pregare è per I giovani perduti della nostra Chiesa affinché siano convertiti, ma anche per coloro che entreranno durante questo tempo, affinché rimangano con noi permanentemente

Se questo sermone ti h portato benedizione puoi scrivere un’email al Dr. Hymers per dirglielo. Per favore scrivi da che paese vieni, l’email del Dr. Hymers è: rlhymersjr@sbcglobal.net (clicca qui). Puoi scrivere al Dr. Hymers in ogni lingua, ma se puoi scrivigli in inglese.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scritture lette prima del sermone dal fratello Abel Prudhomme: Matteo 6:16-18.
Assolo cantato prima del sermone da Benjamin Kincaid Griffith:
“I Am Praying For You” (di S. O’Malley Clough, 1837-1910).


SCHEMA DE

QUANDO DIGIUNATE

WHEN YOU FAST

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

“Quando digiunate” (Matteo 6:16).

(Matteo 9:15; Atti 9:9, 11; 13:2, 3;
II Corinzi 11:27; Matteo 9:15)

I.    Primo, abbiamo bisogno di digiunare affinché Iddio prevalga sulla potenza di Satana, Marco 9:28-29; Efesini 6:12.

II.   Secondo, abbiamo bisogno di digiunare e pregare affinché Dio intervenga inviando un risveglio, II Corinzi 11:27.

III.  Terzo, abbiamo bisogno di digiunare e pregare per coloro che non sono convertiti, Isaia 58:6; Marco 9:29; II Corinzi 4:4.