Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




MEMBRI DI CHIESA NON CONVERTITI DEGLI ULTIMI GIORNI

(SERMONE N.5 SU II PIETRO)
UNCONVERTED CHURCH MEMBERS IN THE LAST DAYS
(SERMON #5 ON II PETER)
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato press il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La sera del giorno del Signore, 31 maggio 2015
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, May 31, 2015

“Però ci furono anche falsi profeti tra il popolo, come ci saranno anche tra di voi falsi dottori che introdurranno occultamente [segretamente] eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si attireranno addosso una rovina immediata.” (II Pietro 2:1).


L’Apostolo disse che i falsi dottori ci saranno “tra di voi” nelle chiese. E questo è sempre più vero oggigiorno.

“Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie,” (II Timoteo 4:3).

Si vuole ascoltare sempre qualcosa che solletica le orecchie, ragion per cui falsi dottori [insegnanti] sono oggi molto popolari, e gli insegnanti che si vedono in televisione sono virtualmente tutti da considerare in questa categoria, perché segretamente portano avanti eresie di perdizione.

Il capitolo due della II Epistola di Pietro descrive i falsi insegnanti. L’Apostolo dice che costoro insegneranno “eresie di perdizione”, rinnegando persino Cristo. Rinnegheranno Gesù non predicando il Vangelo, essendo antinomisti. Costoro insegneranno al popolo di poter vivere nel peccato e tuttavia essere Cristiani. Costoro lavoreranno per il denaro e non per Dio. Il loro giudizio sarà rigoroso. Saranno giudicati come glia angeli ribelli “gettati in atri tenebrosi.” Costoro saranno giudicati come la gente al tempo di Noè con il Grande Diluvio. Saranno giudicati come le città di Sodoma e Gomorra punite per mezzo del fuoco dal Cielo.

Mediante tre esempi Pietro mostra come i falsi insegnanti, e coloro che li seguono saranno giudicati. I falsi insegnanti dicono che i Cristiani possono vivere una vita nel peccato e tuttavia poter essere salvati. Sono degli arroganti millantatori. Parlano male contro i conduttori Cristiani, rifiutano di obbedire all’autorità della Bibbia. Questi falsi insegnanti non comprendono le cose di cui parlano male. Sono schiavi del peccato, e periranno nei loro peccati. Costoro sono “macchie” e le “imperfezioni” delle chiese. I loro occhi sono pieni di adulterio. Non possono smettere di peccare, e seducono gli instabili. Sono condannati, e sono come il falso profeta Balaam, che predicava per denaro.

Questi falsi Cristiani sono dei pozzi secchi, pozzi senza acqua. Parlano bene, ma raggirano i propri seguaci. Promettono libertà ai propri seguaci, ma loro stessi sono schiavi di concupiscenze peccaminose. Sono schiavi della depravazione. Portano alla deriva i nuovi credenti. Costoro saranno giudicati severamente per aver deviato deliberatamente dai comandamenti biblici. Sono come i cani e i maiali. Pretendono di essere dei bravi Cristiani, ma poi tornano ai loro vecchi peccati. Proprio come i cani e i maiali, le loro nature non sono state trasformate da Cristo. Ecco cosa ci viene detto nel secondo capitolo dell’Epistola di Pietro.

Perché Pietro utilizza un intero capitolo per parlare di questi falsi Cristiani? Prima di tutto perché questi sono sempre esistiti in tutta la storia del Cristianesimo e abbiamo bisogno di esserne informati; poi perché costoro crescono in numero e di intensità negli ultimi giorni. Andiamo in II Pietro 3:3. Alziamoci in piedi e leggiamo ad alta voce:

“Sappiate questo, prima di tutto: che negli ultimi giorni verranno schernitori beffardi, i quali si comporteranno secondo i propri desideri peccaminosi.” (II Pietro 3:3).

Potete sedervi. Notate che viene detto: “Negli ultimi giorni.” Questi schernitori sono gli stessi falsi Cristiani di cui abbiamo letto al capitolo due. La Bibbia ci dice tanto sul gran numero di falsi Cristiani che sorgeranno negli ultimi giorni. “Aventi l'apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza.” (I Timoteo 4:1). Quando il mondo attraverserà la Tribolazione le chiese sono descritte come “ricettacolo di demoni, covo di ogni spirito immondo, rifugio di ogni uccello impuro e abominevole” (Apocalisse 18:2). In questo passo la chiesa viene chiamata “La Grande meretrice” (Apocalisse 17:1, 19:2). Il Dr. J. Vernon McGee disse che “la grande meretrice” sarà formata da coloro che non hanno mai creduto in Cristo come Salvatore” (Traduzione di J. Vernon McGee, Th.D., Thru the Bible, volume 5, Thomas Nelson Publishers, 1983, p. 1030; nota su Apocalisse 17:1).

Il Dr. John F. Walvoord, presidente del Seminario Teologico di Dallas, disse: “Una persona che rinnega la persona e l’opera di Gesù Cristo secondo la definizione biblica non è affatto un Cristiano. È un anti-Cristiano, che si oppone al Vangelo, è un eretico, una persona non salvata. È qualcuno che non è stato toccato dalla grazia di Dio. La tragedia sta nel fatto che ciò che Pietro ha predicato è molto evidente nella chiesa professante odierna … Molti Cristiani non realizzano la vastità e la profondità dell’incredulità che è penetrata nella chiesa … Pietro lo aveva anticipato molto tempo prima. Non occorre aspettare per il pieno adempimento. Si è già tutto pienamente adempiuto. (Traduzione di John F. Walvoord, Th.D., “Where is the Modern Church Going?” in Prophecy and the Seventies, Charles L. Feinberg, Th.D., Ph.D., editor, Moody Press, 1971, pp. 113, 114).

Posso dirti, da testimone oculare, che molti neo-evangelici non sono “stati toccata dalla grazia di Dio” e sono “non salvati,” proprio come ha detto il Dr. Walvoord. Questo è vero sia per i seminari che per i membri delle nostre chiese. Come ha detto il Dr. Walvoord: “Molti Cristiani non realizzano la vastità e la profondità dell’incredulità che è penetrata nella chiesa.”

La mia domanda è questa: come è potuta verificarsi questa terribile condizione? Tutto ciò che dobbiamo fare per trovare una risposta è guardare indietro per comprendere quando è accaduto. All’inizio del diciannovesimo secolo, nel 1824 circa, quando Charles G. Finney ha cambiato la conversione in una “decisione” veloce e priva di significato.

Ciò che manca nel moderno “decisionismo” è la convinzione di peccato! Il Dr. Martyn Lloyd-Jones disse: “John Bunyan ci parla della Grazia Sovrabbondante di quando si trovava [sotto convinzione di peccato] e in agonia nell’anima per diciotto mesi. L’elemento del tempo non ha importanza, ma ogni uomo che viene risvegliato e viene convinto di peccato deve sentirsi così in pena. Come può morire e incontrare Dio?” (Traduzione di Martyn Lloyd-Jones, M.D., Assurance (Romani 5), The Banner of Truth Trust, 1971, p. 18).

L’ultimo venerdì ho letto Il Pellegrinaggio del Cristiano di John Bunyan. Ciò che ha detto sulla convinzione del peccato e sulla vera conversione era molto comune prima di Finney, tanto da essere il credo generale di quasi tutti gli evangelici. Il Pellegrinaggio del Cristiano è stato stampato per George Whitefield, e venduto alle chiese Calviniste Metodiste per tutta l’Inghilterra e l’America. Sette edizioni de Il Pellegrinaggio del Cristiano furono stampate da John Wesley e furono lette dalle chiese Metodiste Wesleyane in tutto il mondo anglosassone. Il Pellegrinaggio del Cristiano è stato letto da decine di migliaia di persone di tutte le denominazioni Protestanti. Bunyan stesso è l’autore Battista più letto di tutti i tempi. Nel 1678 fece la sua prima pubblicazione, poi ebbe molte altre edizioni, e ha venduto più copie di ogni altro libro in lingua inglese, con l’eccezione della bibbia versione King James. Il grande Spurgeon lesse Il Pellegrinaggio del Cristiano più di 75 volte, infatti nei suoi sermoni ci sono spesso citazioni e illustrazioni prese da questo libro. È un libro sulla conversione, ed è ciò che tutti i Protestanti e i Battisti hanno creduto sulla conversione finché Finney ha trasformato la conversione in una decisione del diciannovesimo secolo.

Nel capitolo intitolato “La testimonianza di Sperante” possiamo imparare molte cose sulla salvezza che è stata dimenticata come risultato del “decisionismo” di Finney.

Il capitolo comincia con un dialogo tra Fedele e Sperante. Sperante racconta di aver cominciato a riflettere sulla propria salvezza quando ha visto il vuoto di questo mondo: profanare il giorno del riposo, mentire, darsi a ogni sorta di piacere carnale, orge come ad esempio andare a Las Vegas. Ma disse: “Quando la mia mente cominciò ad essere scossa dalla Parola, cercai di chiudere gli occhi alla sua luce (la Bibbia). Poi disse:

“Per varie ragioni: 1) non sapevo che era Dio a operare in me; non pensavo che Dio cominciasse la conversione di un peccatore, convincendolo appunto di essere un peccatore. 2) ero ancora attaccato al peccato e mi dispiaceva lasciarlo. 3) Non sapevo come separarmi dai miei vecchi compagni, siccome mi piacevano ancora la loro presenza e il loro modo di fare. 4) Quando ero preso da questi pensieri mi sentivo così male, che cercavo di evitarli.

Cristiano: “Quindi a volte riuscivi a liberarti da quella pena!”

“Sì, ma per breve tempo e poi mi sentivo peggio di prima.”

Non tanto, perché era molto radicato in me. Anzi, quando pensavo, anche se con riluttanza, di tornare di nuovo a peccare il tormento aumentava.”

Cristiano: “E come facesti allora?”

Sperante: “Pensavo che avrei fatto meglio a cambiar vita” Non solo decisi di non peccare più, ma mi allontanai dai cattivi compagni. Cominciai anche a pregare, leggere la Bibbia, piangere per i miei peccati, a testimoniare della verità ai miei vicini, ecc.

Cristiano: “E ti sentisti bene da quel momento in poi?”

Sperante: “Solo per un po’, cominciai subito a sentirmi di nuovo male, nonostante tutti i cambiamenti avvenuti nella mia vita.”

Cristiano: “Ma come accadde?”

Sperante: Quando ricordai che tutta la mia giustizia è come un abito lordato, e che per l’ubbidienza della legge nessuno sarà giustificato, compresi di essere un folle a pensare di poter andare in Cielo facendo del bene e ubbidendo alla legge. Ho anche compreso che seppure fossi stato perfetto da quel momento in poi, i miei vecchi peccati erano ancora registrati nel libro di Dio. I vecchi peccati mi avrebbero condannato, se non fossero stati cancellati, e io non potevo farlo! Combattei a lungo, senza trovare pace. Compresi che il mio cuore era troppo pieno di peccato per poterlo cambiare. Fedele allora mi disse che a meno che non avessi ottenuto la giustizia di un Uomo che non aveva mai peccato, io non avrei potuto essere salvato. Fedele mi disse che questo Uomo era Gesù, che è seduto alla destra di Dio. Egli mi disse: “Devi essere giustificato da Gesù, che ha sofferto per il tuo peccato alla Croce.”

Cristiano: “E Poi cosa hai fatto?”

Sperante: “Obiettai a questo, dicendo che Gesù non avrebbe volute salvarmi.”

“Allora Fedele cosa ti disse?”

“Mi disse di andare a Gesù!”

Hai fatto quello che ti ha detto?”

“Ci ho provato molte volte.”

“Il Padre ti ha rivelato il Figlio?”

“Non la prima, nè la seconda, nè la terza, nè la quarta, nè la quinta e nemmeno la sesta.”

“Non hai pensato di smettere di provarci?”

“Sì, centinaia di volte.”

“E come mai non ti sei fermato?”

“Credevo fermamente a quanto mi era stato detto, cioè che senza la giustizia di Cristo nessuno avrebbe potuto salvarmi. Perciò pensai, se rinuncio morirò, ma non potrò mai morire presso il trono della grazia. Così continuai a pregare finché il Padre non mi mostrò il Figlio Suo.”

“Come ti fu rivelato?”

“Non lo vidi con gli occhi del corpo, ma con quelli della mente. Ma ecco come avvenne: un giorno ero molto triste, perché di nuovo cominciai a pensare alla gravità dei miei peccati. Mi sembrava che l’inferno fosse la mia unica prospettiva e che mi sarei certamente dannato, ad un certo momento però, vidi il Signore Gesù che guardava dal cielo verso di me e diceva: «Credi nel Signore Gesù e sarai salvato.» Io però replicai: «Signore io sono un grande peccatore!» Ed Egli a me: «La mia grazia ti basta.» «Ma che significa credere?» gli chiesi ancora. Dedussi allora dalle sue parole «Chi viene a me non avrà mai più fame e chi crede in me non avrà mai più sete», che credere ed andare da Lui erano la stessa cosa. Compresi anche che chi andava da Lui e desiderava con tutto il suo cuore di essere salvato da Cristo, credeva certamente in Lui. Poi vidi dell’acqua e chiesi: «Veramente un grande peccatore come me può essere accettato e salvato da te?» Lo udii allora dire: «Colui che viene a me io non lo caccerò fuori.» Poi disse: «Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori.» «Egli ci ama e ha lavato i nostri peccati con il Suo Sangue.» Da tutto ciò dedussi che solo da Lui avrei potuto ottenere la giustizia di cui avevo bisogno e la remissione dei peccati mediante il suo sangue, che Egli aveva sparso sulla Croce per pagare la condanna del mio peccato. Andai a Gesù. I miei occhi erano pieni di lacrime, il mio cuore era ripieno d’amore per Gesù Cristo, per il Suo popolo e per le Sue vie.”

Cristiano: “Quali furono gli effetti di tutto ciò su di te?”

Sperante: “Mi fece vedere che tutto il mondo, nonostante la sua giustizia, è sotto il giudizio di Dio. Mi fece anche comprendere però che Dio Padre sebbene sia giusto può perdonare il peccatore che si pente. Inoltre mi fece vergognare della bassezza della mia vita passata, e mi accorsi di essere ignorante. Non c’era stato nel mio cuore fino ad allora alcun pensiero sulla bellezza e l’amore di Gesù Cristo. Mi sentii spinto a desiderare di condurre una vita santa, e di fare qualcosa per l’onore e la gloria del Nome del Signore Gesù Anzi, pensavo di essere disposto a versare tutto il mio sangue per lui.” (Adattamento del Dr. Hymers, da Il Pellegrinaggio del Cristiano / The Pilgrim’s Progress in Modern English, updated by L. Edward Hazelbaker, Bridge-Logos Publishers, 1998, pp. 180-186).

Cari amici, queste parole di John Bunyan sono state una benedizione per decine di migliaia di cuori, prima che lo sporco e l’osceno “decisionismo” trasformasse la salvezza in qualcosa di simile a un trucco magico. Spero che tu possa leggere e rileggere queste parole, che tu possa essere convinto di peccato e andare al Signore Gesù per fede.

Questa è la vera via. Questa è la giusta via. Questa è la via per Gesù Cristo. Ed è in questo modo che io sono stato salvato. Ed è in questo modo che Griffith, il Dr. Cagan e il Dr. Chan sono stati salvati. Questo è il modo in cui tutti i nostri sono stati salvati. Ed è il modo in cui tu puoi essere salvato.

“Stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano.” (Matteo 7:14).

Padre, ti prego tu voglia convincere profondamente qualcuno che ascolta o legge questo sermone. Prego che la tua volontà possa attirarlo al Tuo Figlio Gesù, che è morto sulla Croce per il peccato, che è risorto dalla morte per dare la vita. Nel Suo nome. Amen.

Se questo sermone ti h portato benedizione puoi scrivere un’email al Dr. Hymers per dirglielo: rlhymersjr@sbcglobal.net (click here). Puoi scrivere al Dr. Hymers in ogni lingua ma se puoi scrivi in inglese.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scritture lette prima del sermone dal fratello Abel Prudhomme: II Pietro 2:15-22.
Assolo cantato prima del sermone da Benjamin Kincaid Griffith:
“Rock of Ages” (di Augustus M. Toplady, 1740-1778).