Print Sermon

Questi manoscritti e video sono disponibili per 116.000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com. Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 34 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net.




LA GENTE CHE DIO USA IN UN RISVEGLIO

(SERMONE NUERO 12 SUL RISVEGLIO)
THE PEOPLE GOD USES IN REVIVAL
(SERMON NUMBER 12 ON REVIVAL)
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Un sermone predicato presso il Baptist Tabernacle di Los Angeles
La sera del Giorno del Signore, 19 Ottobre 2014
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord's Day Evening, October 19, 2014

“Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti” (I Corinzi 1:27).


In questo testo ci vengono esposte le cose più impressionanti di un risveglio. Dio sceglie le cose pazze e deboli del mondo per confondere e svergognare coloro che sono sapienti e coloro che sono forti. Questo dovrebbe essere evidente per chiunque legge la Bibbia. Quando Cristo stava per venire al mondo, Dio scelse una ragazza adolescente proveniente da una povera famiglia per diventare sua madre. Quando Gesù nacque, Dio mandò dei poveri pastori per adorarlo. Dio non mandò il re Erode, o gli anziani di Israele che erano di ruolo per salutare Gesù Bambino. Anzi Dio mandò tre astronomi di un paese pagano lontano. Quando Gesù stava per cominciare il suo ministero, Dio non mandò il Sommo Sacerdote per annunciarlo. Anzi, Dio mandò invece un povero profeta, Giovanni il Battista. Quando Gesù era pronto per chiamare i dodici Apostoli, Egli non scelse dodici uomini del Sinedrio, la corte Giudea. Anzi, Egli scelse dodici pescatori. Quando Gesù scelse un sostituto a Giuda, scelse un omicida chiamato Saulo di Tarso, che si autodefiniva come il “capo” dei peccatori, il peggiore tra i peccatori! Tutto ciò è chiaro nella vita di Cristo.

“Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti” (I Corinzi 1:27).

Anche nell’Antico Testamento questo tema si ripete diverse volte. Dio ha scelto Abele su caino, sebben Caino fosse il figlio maggiore, e di conseguenza il più importante. Dio scelse Giacobbe su Esau, sebbene Esau fosse il figlio maggiore e l’erede. Dio scelse Giuseppe sopra i suoi undici fratelli, sebbene fosse il figlio più giovane e il più delicato. Dio scelse Mosè sul Faraone. Scelse un pastore tra gli uomini più potenti della terra. Dio scelse Gedeone per salvare Israele dai Madianiti, nonostante ciò Gedeone disse: “Ah, signore mio, con che salverò Israele? Ecco, la mia famiglia è la più povera di Manasse, e io sono il più piccolo nella casa di mio padre” (Giudici 6:15). Dio scelse il piccolo Samuele, un orfano virtuale, anziché i due figli del sacerdote Eli. Dio scelse Davide, il pastorello sopra il potente Re Saul.

In tutta la storia del Cristianesimo, ripetutamente, questa dichiarazione è stata sempre vera:

“Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti” (I Corinzi 1:27).

I primi Cristiani erano poveri e desolati. Molti di loro erano schiavi, sono stati perseguitati fino alla morte da dieci imperatori Romani. Nessuno si ricorda di questi imperatori (forse il più famoso Nerone), anche se erano tra gli uomini più potenti della terra di allora. La gente del mondo ricorda i martiri delle catacombe quando il Papa celebra la Messa al Colosseo ogni anno di Venerdì Santo! Quegli schiavi martirizzati cristiani hanno superato la forza e la potenza dell’antica Roma!

Pensate a Lutero. Vorrei leggervi ciò che il Dr. Martyn Lloyd-Jones disse di lui:

Che speranza aveva Martin Lutero un povero monaco sconosciuto? Chi era lui per ergersi contro tutta la Chiesa del dodicesimo e del tredicesimo secolo, e alla tradizione andando verso la direzione opposta? È stato un vero è proprio impertinente nel dire: “Io solo ho ragione, e voi tutti siete nell’errore.” È così che si direbbe oggi. Tuttavia, vedete, è stato un uomo con cui lo Spirito Santo ha avuto a che fare. E sebbene fosse solamente un uomo, rimase da solo e lo Spirito Santo lo onorò. La Riforma Protestante si diffuse e niente è stato più come prima… Quello che sto dicendo è che quando Dio comincia a muovere la Sua Chiesa, e quando sta preparando la via per un risveglio, fa proprio questo. Egli mette un peso su alcune persone, che sono chiamate appartate, per incontrarsi insieme, silenziosamente, in incognita, con discrezione, perché sono coscienti di questo peso. (Traduzione in italiano di Martyn Lloyd-Jones, M.D., Revival, Crossway Books, 1987, pp. 203, 167).

Ed è proprio nello stesso modo che possiamo vedere nella storia dei risvegli. James McQuilken ha cominciato a parlare con altri due, hanno visto l’intera situazione, e questi tre uomini si sono riuniti insieme in una piccola aula di scuola per la via stretta. Ho avuto il privilegio di visitarli quando sono stati nell’Irlanda del Nord. Ho deciso di farlo perché mi piace vedere un posto come quello … Costoro hanno sentito la chiamata alla preghiera. (Traduzione in italiano di Lloyd-Jones, ibid., p. 165).

Certamente nel 1859 il risveglio che è avvenuto nel 1859 nell’Irlanda del Nord quando questi tre ragazzi hanno pregato Dio affinché riversasse lo Spirito Santo. Allora il Dr. Lloyd-Jones disse: “Credetemi, amici cari, quando arriverà il prossimo risveglio, verrà come una sorpresa per tutti, specialmente per coloro che hanno provato a organizzarlo. Accadrà in un modo discreto [modesto e senza pretese]. Uomini e donne in silenzio, cominceranno a pregare perché sentiranno un peso, ed essi stessi non sapranno come aiutarsi, e non potranno andare avanti senza viverci senza. Costoro vorranno unirsi ad altri che sentiranno la stessa cosa e grideranno a Dio” (Lloyd-Jones, ibid., pp. 165-166).

Il Dr. Lloyd-Jones ha continuato dicendo: “Probabilmente avrete abbastanza familiarità con la storia del Metodismo e delle sue varie diramazioni. Come è cominciato? È cominciato esattamente allo stesso modo, con i due fratelli Wesley, poi con Whitefield e altri, che erano membri della Chiesa di Inghilterra … Per un po’ di tempo nessuno sapeva cosa stava accadendo, ma essi si riunirono insieme perché erano uniti dalla stessa cosa” (ibid., p. 166).

Noi tutti conosciamo George Whitefield, John e Charles Wesley. Ma nessuno li conosceva prima di allora, prima erano semplicemente dei giovani ordinari che conoscevano la mancanza di vita della Chiesa Anglicana, e volevano vedere Dio glorificato mediante un’esperienza di vita con Cristo.

Qualcuno, penso che fosse il vescovo Ryle, disse che John Wesley avrebbe dovuto essere l’Arcivescovo di Canterbury, il leader della Chiesa di Inghilterra. Ma, ovviamente, non fu più tenuto in considerazione per quella posizione. Invece fu ridicolizzato e deriso. Gli fu detto che non avrebbe più potuto predicare all’università di Oxford, dove si era laureato, perché avrebbe detto agli studenti e alla facoltà che avevano bisogno di nascere di nuovo. Anche sua madre, Susanna Wesley, era imbarazzata perché suo figlio predicava con “entusiasmo”, era un fanatico, così diceva prima che lei stessa si convertisse. Per cinquantatré anni John Wesley ha predicato tre volte al giorno abbracciando folle che si riunivano per ascoltarlo all’aperto e per le campagne di tutta l’Inghilterra. Anche la sua stessa denominazione continuò a deriderlo e a schernire questo grande uomo. Non fu mai onorato fino a che non divenne un uomo anziano di ottant’anni. Nel frattempo, durante il ministero di John Wesley, altri sei uomini hanno occupato la posizione di Arcivescovo di Canterbury. Qui di seguito i nomi in sequenza:

John Potter (1737-1747)
Thomas Herring (1747-1757)
Matthew Hutton (1757-1758)
Thomas Secker (1758-1768)
Frederick Cornwallis (1768-1783)
John Moore (1783-1805).

Dubito che qualcuno degli storici Anglicani possano persino ricordare il nome di uno di questi sei uomini. Ma quasi ogni Cristiano conosce il nome di John Wesley. E moltissimi altri conoscono il nome di suo fratello, Charles, i cui inni vengono cantati nelle chiese di ogni denominazione della terra. Whitefield e i due fratelli Wesley erano dei piccoli uomini sconosciuti che si riunivano con altri pregare affinché lo Spirito Santo si espandesse alla vigilia del Nuovo Anno 1738, proprio prima del primo Grande risveglio sul mondo anglofono.

“Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti” (I Corinzi 1:27).

Questo versetto spiega come mai dei giovani sono sempre dei leader nei risvegli. Sono i giovani in una chiesa che sentono subito il movimento dello Spirito di Dio tra di loro. E solitamente sono i giovani che sono affamati e assetati di giustizia, e bramano un risveglio e la regalità di Dio.

Il primo risveglio che visto nella Chiesa Battista Cinese è cominciato tra i giovani durante un campeggio estivo in montagna. Appena di riunirono per pregare di mattina al campo, lo Spirito di Dio è disceso su di loro con potenza e il risveglio si protrasse fino alla Domenica successiva in chiesa, dopo che essi ritornarono dal campo. Il risveglio continuò tutte le domeniche mattina e anche di sera. Posso ancora ricordare le preghiere dei giovani che pregavano. Posso ancora ricordare il senso di stupore e di meraviglia, con lacrime di pentimento, di confessioni e preghiere, e di vicinanza a Dio in questi incontri.

Nel risveglio che ho visto nella Chiesa Battista della Virginia, tre ragazze si sono alzate a cantare come trio. Sono scoppiate a piangere per convinzione, e la chiesa intera è stata toccata nei sentimenti, spesso espressisi nel risveglio: “Dio è disceso tra di noi.”

“A Herrnhut in Sassonia un risveglio è partito tra dei giovani il 13 agosto.” Il 29 agosto “dalle dieci di sera fino all’una di notte, si è potuto assistere a una scena veramente commovente, perché tre ragazze di Herrnhut hanno trascorso [tre] ore in preghiera, con cantici e pianti. Allo stesso tempo dei ragazzi sono stati occupati in oneste preghiere in un altro luogo. Lo spirito di preghiera e supplica di quel momento è stato riversato sui figli in maniera così potente ed efficace che è impossibile darne un’adeguata descrizione in parole” (Traduzione di John Greenfield, Power From On High, World Wide Revival Prayer Movement, 1950, p. 31).

Nell’ottobre del 1973, un risveglio partì tra dei studenti della Scuola Superiore Junior di Bario nel Borneo. Due ragazzi cominciarono a pregare insieme e sistematicamente, tanto che l’intera scuola ne fu coinvolta fino a che il proprio direttore, che inizialmente si opponeva all’opera dello Spirito, fu portato a ravvedimento. (Traduzione di Shirley Lees, Drunk Before Dawn, Overseas Missionary Fellowship, 1979, pp. 185-189).

Briana H. Edwards disse: “Ciò che è importante al tempo di un risveglio è questo … i giovani che si mettono particolarmente in discussione cambiano, e in molti casi sono loro che hanno una nostalgia sincera e cominciano a pregare per un risveglio … Questo è un aspetto del risveglio che, pur essendo ben evidente, riceve pochissima attenzione da coloro che analizzano i fattori comuni dei risvegli” (Traduzione di Shirley Brian H. Edwards, Revival! A People Saturated With God, Evangelical Press, 1991 edition, p. 165).

“Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti” (I Corinzi 1:27)

Amy Carmichael descrisse una diffusione dello Spirito Santo in India in questi termini:

È accaduto alla fine del culto di mattina. L’oratore fu costretto a fermarsi, perché fu sopraffatto da un’improvvisa forza interiore. Era persino impossibile pregare. Uno dei ragazzi più grandi di scuola cercò di pregare, ma scoppiò in [lacrime], poi tentò un altro, e poi tutti insieme, soprattutto il primo ragazzo menzionato. Presto molti trai i più giovani cominciarono a piangere amaramente e a pregare per il perdono, Si diffuse tra le donne. Era tremendamente incredibile, non posso usare alter parole, I dettagli mi sfuggono. Presto molti si inginocchiarono, gridando a Dio, ragazzi e ragazze, uomini e donne, ignari uno dell’altro. Il suono era come quello delle acque e del vento forte tra gli alberi … Inizialmente il movimento aveva coinvolto soprattutto i ragazzi convertiti, i ragazzi di età scolastica, i nostri stessi figli … e alcuni giovani membri della congregazione. Sette mesi più tardi Emy ha riportato che “Quasi tutti i nostri [giovani] sono stati convertiti” (J. Edwin Orr, Ph.D., The Flaming Tongue, Moody Press, 1973, pp. 18, 19).

Notate la frase: “Inizialmente il movimento aveva coinvolto soprattutto i ragazzi convertiti, i ragazzi di età scolastica, i nostri stessi figli … e alcuni giovani membri della congregazione.” Spesso è in questo modo che un risveglio arriva in una chiesa: i giovani bramano la discesa dello Spirito Santo in un risveglio. Ho visto con i miei stessi occhi ben tre risvegli, quando Dio ha mandato il Suo Spirito in gran potenza sui giovani di Los Angeles, di San Francisco e a Virginia Beach, in Virginia.

Ora, io parlo ai nostri giovani qui questa sera. Vi daremo una copia di questo sermone da portare a casa con voi. Spero che lo rileggiate ogni giorno per la prossima settimana. Spero che voi possiate pregare che le cose di questo sermone possano accadere nella vostra vita, e nella vostra chiesa.

Forse penserete: “Dr. Hymers queste cose non accadranno mai nella nostra Chiesa.” Ma vi sbagliate. Credo e so abbastanza sui risvegli e non voglio spegnere lo Spirito, e non voglio fermare la Sua manifestazione, se Dio dovesse avere pietà e volesse scendete in un risveglio sovrano e potente! Fate vostre le parole del Profeta Isaia nelle vostre preghiere:

“Oh, squarciassi tu i cieli, e scendessi! Davanti a te sarebbero scossi i monti.” (Isaia 64:1).

Dr. Chan, per favore conducici in preghiera. Amen

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scritture lette prima del sermone dal fratello Prudhomme: I Corinzi 1:26-31.
Assolo cantato prima del sermone da Benjamin Kincaid Griffith:
“Teach Me to Pray” (di Albert S. Reitz, 1879-1966).