Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




PERCHÈ OGGI VIENE PREDICATO COSÍ POCO IL VANGELO?

WHY SO LITTLE GOSPEL PREACHING TODAY?
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato press il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La sera del giorno del Signore, 26 Gennaio 2014
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Morning, January 26, 2014

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16b).


Queste parole sono dell’Apostolo Paolo, che si sentiva in obbligo di predicare il Vangelo di Cristo, e che, costantemente ha predicato il Vangelo durante il suo ministero. Mattew Henry ha detto: “Coloro che sono stati appartati per l’ufficio del ministero hanno il debito di predicare il vangelo. Guai a loro se non lo fanno.” Senza ulteriori spiegazioni, vorrei proseguire con questo sermone.

Alcune persone si sono lamentate come me per la mancanza della predicazione del Vangelo che c’è oggi. Mi dicono che non hanno mai sentito un intero sermone sul Vangelo di Cristo nelle loro chiese. Mi domandano come mai i predicatori non fanno dei sermoni su l’opera salvifica di Cristo alla Croce. Ho avuto un gran da fare per rispondere a queste domande: Ho pensato tanto a queste domande: perché sono così pochi i pastori che predicano il Vangelo? Io stesso non ho mai sentito alcun pastore di una chiesa locale predicare il Vangelo per anni! Penso che ci siano diverse motivazioni: due vorrei mostrarle in questo sermone.

I. Primo, la Bibbia predica che Cristo sarà escluso nella maggior parte delle chiese degli ultimi giorni.

Apocalisse 3:14-22 descrive la chiesa di Laodicea. È un’immagine perfetta delle chiese occidentali degli ultimi giorni. J. A. Seiss diceva: “qualcuno può esaminare alla lettera la chiesa professata dei giorni nostri e dire che non abbiamo raggiunto l’epoca di Laodicea? (Traduzione di: J. A. Seiss, The Apocalypse, Zondervan Publishing House, n.d., p. 85).

Il Dr. John F. Walvoord ha detto: “La chiesa di oggi … in molti aspetti tristemente va in parallelo con lo stato spirituale della chiesa di Laodicea” (Traduzione di: John F. Walvoord, Th.D., The Revelation of Jesus Christ, Moody Press, 1966, p. 95).

Il Dr. Lehman Strauss ha detto: “La maggior parte della chiesa di Laodicea degli ultimi giorni non affermerà Cristo … Il destino tragico della cristianità è sigillato. La chiesa degli ultimi tempi è una chiesa vomitata. (Traduzione di Lehman Strauss, D.D., The Book of Revelation, Loizeaux Brothers, 1982 edition, pp. 104, 105).

Il Dr. J. Vernon McGee ha detto: “Stiamo vivendo al tempo della chiesa di Laodicea… Questa è la condizione di un gran numero di chiese chiamate chiese conservatrici fondamentaliste… Sono dell’opinione che se [Cristo] parlasse a tante chiese di oggi, direbbe: ‘Mi fai venire il voltastomaco… Tu dici che mi ami, lo dici, ma non sei sincero. ’ … Caro amico, oggi stiamo vivendo nel periodo della chiesa di Laodicea. … Questa è la chiesa di cui Stanley High parlava quando diceva:

      La chiesa ha fallito nel dirmi che sono un peccatore. La chiesa ha fallito nell’offrimi una salvezza soltanto in Gesù. La chiesa ha fallito nel dirmi l’orribile conseguenza del peccato, della certezza dell’inferno, e del fatto che soltanto Gesù Cristo può salvare” (Traduzione di: J. Vernon McGee, Th.D., Thru the Bible, 1983, Thomas Nelson Publishers, volume V, pp. 922, 923, 925, 924; notes on Revelation 3:14-19; Stanley H. High was a senior editor of The Reader’s Digest and a Christian author. The above statement by Mr. High appeared in August, 1947 in Time Magazine).

Dove è Cristo nelle chiese di Laodicea dei nostri giorni? Questo è descritto in Apocalisse 3:20:

“Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me.” (Apocalisse 3:20).

Cristo è stato escluso dalle Sue chiese dell’epoca di Laodicea. egli è fuori, che bussa alla porta della chiesa, perché è stato escluso! Il Dr. Dr. Charles C. Ryrie ha detto: “È incredibile che Cristo debba rimanere fuori dalla Sua propria chiesa!” (Charles C. Ryrie, Th.D., Ph.D., The Ryrie Study Bible, Moody Press, 1978 edition, p. 1900; note on Revelation 3:20).

Notate che in Apocalisse 3:20 non si parla di Cristo che entra nel cuore umano. Come il Dr. Ryrie ha notato: Egli è stato escluso dalla Sua chiesa, e non dal cuore umano. Questo è quello di cui parla Apocalisse 3: 20. Questo è chiaro nel contesto di questo brano, che termina con la frase: “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese.”

Perciò non dovremmo meravigliarci se ci sono così pochi che predicano il Vangelo di Cristo negli ultimi giorni, in questa epoca di Laodicea! Il Dr. Michael Horton ha scritto un libro penetrante intitolato: Cristianità senza Cristo [Christless Christianity], in cui dice che la maggior parte delle nostre chiese stanno predicando un messaggio di “auto-aiuto”, anziché il Vangelo di Cristo. E cita gli argomenti dei sermone di una chiesa Battista per provarlo:

“Come sentirsi bene con sé stessi”
“Come superare la depressione”
“Come avere una vita prosperosa e di successo”
“Imparare a maneggiare il denaro senza che esso ti maneggi”
“I segreti per una vita di famiglia di successo”
“Come superare lo stress,” etc.
   (Traduzione di Michael Horton, Ph.D., Christless Christianity:
The Alternative Gospel of the American Church, Baker Books, 2008, p. 49).

Concludo dicendo che la prima ragione per cui vi è poca predicazione sull’opera di Cristo, ovvero sulla Sua morte sulla Croce, sulla redenzione attraverso il Suo Sangue, sulla Sua risurrezione, sulla Sua Seconda Venuta, etc., è dovuta al fatto che stiamo vivendo nell’apostasia di Laodicea degli ultimi tempi, di cui ci parlano le profezie bibliche. Il Dr. McGee ha detto:

      Il Signore Gesù ha detto alla chiesa di Laodicea: Così, perché sei tiepido e non sei né freddo né fervente, io ti vomiterò dalla mia bocca” (v. 16). Questa è la chiesa apostata che professa di essere Cristiana ma manca di verità. (Vedi McGee, ibid., p. 926).

Paolo ha detto in un meraviglioso brano profetico del quarto capitolo della II epistola di Timoteo:

“Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole. Ma tu sii vigilante in ogni cosa, sopporta le sofferenze, svolgi il compito di evangelista, adempi fedelmente il tuo servizio.” (II Timoteo 4:3-5).

Dopo aver detto: “distoglieranno le orecchie dalla verità,” ha detto: “svolgi il compito di evangelista.” Niente è più necessario che sermoni dotti evangelistici, come i migliaia che Spurgeon ha predicato nel 19. Secolo! Oh, quanto ha bisogno questa generazione di predicazioni di questo spessore in questa terribile ora! A me non interessa se ogni altro predicatore in America propone brevi lezioni versetto per versetto ai Cristiani Non importa quello che fanno, Io continuerò a predicare il vangelo del mio Signore Gesù Cristo!

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16).

Amo narrare la storia di un amore mai visto,
   Di Gesù e della Sua Gloria, di Gesù e del Suo amor.
Amo narrare la storia, perché so che “è vera”.
   E soddisfa la mia brama come nient’altro può fare.
Amo narrare la storia “che sarà il mio tema in Gloria”
   Racconterò una storia antica, l’antica storia di Gesù e del Suo amor.
(Traduzione letterale dell’inno inglese “I Love to Tell the Story”
     di A. Catherine Hankey, 1834-1911).

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16).

II. Secondo, la “preghiera del peccatore” ha reso la predicazione di Cristo obsolete, all’antica e non necessaria: secondo i predicatori moderni!

Se tutto quello di cui la gente ha bisogno è dire una “preghierina del peccatore” allora non occorre predicare il Vangelo. Il confidare in questo metodo “moderno” della “preghiera del peccatore” ha fatto prendere il posto del Vangelo di Cristo! Se pensi che sia una esagerazione, ascolta quello che Jack Hyles ha scritto nel 1993:

      La chiesa del Nuovo Testamento nel libro degli Atti era una chiesa che vinceva anime. Attraverso gli anni abbiamo trasferito il vincere anime all’evangelismo; per molti secoli, c’è stata un’enfasi su una chiesa evangelistica.
      Ora qual è la differenza tra il vincere anime e una chiesa evangelistica? Nella chiesa evangelistica il pastore sta dietro al pulpito e predica il Vangelo a gente non salvata, che qualcuno ha portato in chiesa. In una chiesa dove si vincono anime invece, la gente lascia la chiesa e va fuori per le strade, per vincere anime a Cristo; poi questa gente viene portata in chiesa, viene fatta camminare nella navata e gli si fa fare una confessione pubblica di salvezza. Nella nostra generazione, abbiamo visto le migliori chiese trasformarsi, da chiese evangelistiche a chiese che vincono anime… Questo permette che l’uomo di Dio predichi ai Cristiani nel giorno del Signore, coscienti di quello che devono andare … e portare anime a Cristo! (Traduzione di Jack Hyles, D.D. Enemies of Soul Winning, Hyles-Anderson Publishers, 1993, pp. 140, 141).

Quello che intendeva dire, credo sia abbastanza chiaro, no? Ha detto che le “chiese migliori” non hanno sermoni evangelistici. La gente va fuori e convince gente perduta a recitare la “preghiera del peccatore” e poi li portano in chiesa per farli “camminare nella navata.” Ha anche detto che le chiese del Nuovo Testamento facevano così (ibid., p. 140). Mi piacerebbe vedere qualunque prova nel Libro degli Atti! Ogni sermone tranne uno del libro degli Atti era un sermone evangelisitico! Questo è vero, ogni sermone eccetto uno, riportato nel Libro degli Atti era un sermone evangelistico! Atti 20:18-35 è l’unica eccezione. Questo sermone era stato dato da Paolo agli “anziani” della chiesa di Efeso. Sempre in questo sermone, ha parlato anche di sermoni evangelistici che stava dando ai perduti: “e ho avvertito solennemente Giudei e Greci di ravvedersi davanti a Dio e di credere nel Signore nostro Gesù Cristo” (Atti 20:21). Ogni altro sermone nel Libro degli Atti era un sermone evangelistico, incluso il sermone di Pietro alla Pentecoste (Atti 2:14-40); il sermone di Pietro davanti al Sinedrio (Atti 4:5-12); il sermone di Stefano (Atti 7:1-53); i sermoni di Filippo in Samaria (Atti 8:5); il sermone di Paolo dopo la sua conversione (Atti 9:2022); il sermone di Pietro ai Gentili (Atti 10:34-43); il sermone di Paolo ad Antiochia di Pisidia (Atti 13:14-41); il sermone di Paolo ad Atene (Atti 17:22-31); etc.,etc. Anche noi leggiamo che Paolo ha predicato pubblicamente e di casa in casa (Atti 20:20-21). Il libro degli Atti ci dice che l’Apostolo era nel tempio e varie case predicavano evangelisticamente. Ci viene detto che “essi ogni giorno, nel tempio e per le case, non cessavano di insegnare e di portare il lieto messaggio che Gesù è il Cristo (Atti 5:42). Così Jack Hyles si stava fortemente sbagliando quando ha detto che i pastori delle “migliori chiese” si sono convertite da chiese con una predicazione evangelistica per parlare “alla gente Cristiana nel giorno del Signore” (Vedi Hyles, ibid., p. 141).

Ma un’altra cosa è molto interessante della dichiarazione di JackHyles : che la “preghiera del peccatore” ha rimpiazzato la predicazione evangelistica! L’idea di correre intorno intorno e di portare la gente a recitare una “preghiera del peccatore” ha reso il Vangelo obsoleto, una cosa che non occorre più, una cosa del passato. Come ha detto Jack Hyles: “Attraverso gli anni abbiamo trasformato le chiese che vincono anime [portando la gente a recitare la preghiera del peccatore] all’evangelismo” (Hyles, ibid., p. 140) e Hyles ha detto che è sbagliata!

Ma Hyles non è l’unico che pensa questo. È molto facile portare le persone ad “alzare la propria mano”, o a fargli dire una “preghiera del peccatore! Perché prendersi il fastidio di predicare interi sermoni su Gesù Cristo? Perché non insegnare solamente “ai Cristiani nel giorno del Signore” come ha detto Jack Hyles? Così oggi ognuno da John McArthur a Joel Osteen insegna “ai Cristiani nel giorno del Signore.” Perciò, ila cosiddetta “preghiera del peccatore” ha distrutto la predicazione del Vangelo nelle nostre chiese. Ma devo ancora dice con l’Apostolo Paolo:

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16).

Da poco ho letto una dichiarazione provocante, che fa pensare, di un uomo chiamato Thomas Williamson. Ha detto:

      Forse mi sto perdendo qualcosa, ma non posso pensare a una sola frase del Nuovo Testamento dove un Cristiano abbia detto a un persona perduta: “ripeti semplicemente dopo di me le parole di questa preghiera, o se sei imbarazzato a pregare ad alta voce, allora seguimi semplicemente in silenzio con il capo abbassato, mentre io prego, e sarai salvato” (Traduzione di Thomas Williamson, “Northern Landmark Missionary Baptist,” December, 2013, page 2).

Non conosco Mr. Williamson, o quello che crede. Ma quello che ha detto è degno di riflessione, lunga e profonda. Da nessuna parte nel Nuovo Testamento qualcuno ha condotto una persona perduta a pregare una “preghiera del peccatore”! È un nuovo metodo, che non si trova nella Bibbia! È un metodo pericoloso perché rende inutile la predicazione del Vangelo, così come vediamo oggi in molte chiese.

Io e il mio college, il Dr. Christopher Cagan abbiamo visto Joel Osten al computer l’altra sera. Ha dato una breve spiegazione su come essere felici. Ha citato un verso o due dalla Bibbia, ma non ha mai citato il Vangelo di Cristo; non una parola sulla morte vicaria di Cristo, né una parola sulla risurrezione di Cristo, e né menzione del Vangelo. Ma allora, alla fine di questa spiegazione, ho scritto quello che Joel Osteen ha detto, parola per parola:

A noi non piace mai chiudere la nostra trasmissione senza darvi un’opportunità per far sì che Gesù diventi il Signore della tua vita. Vuoi pregare con me? Allora di solamente: “Signore Gesù, mi pento dei miei peccati. Vieni nel mio cuore. Voglio che tu diventa il mio Signore e Salvatore.” Amici, se avete pregato con questa semplice preghiera, crediamo che siete nati di nuovo.

Egli può credere di “essere nato di nuovo,” ma io no! Nessuno “è nato di nuovo” attraverso una preghiera salvifica: nessuno! Come osano dirlo? Non c’è Vangelo in questa preghiera: nessuno” Così come non c’è nessun Vangelo in tutto il suo sermone. Il Signor Osteen ha dato un sermone senza Cristo e una “preghiera del peccatore” senza alcuna menzione del Vangelo! Non c’era menzione della morte di Gesù sulla Croce per pagare la pena per il peccato, che è il cuore stesso del Vangelo. Non c’è menzione del sangue di Cristo che purifica. Non c’è menzione della Sua risurrezione corporale dalla morte. In altre parole, non viene menzionato tutto il Vangelo (I Corinzi 15:1-4). Questo è un falso Vangelo di una preghiera veloce: ma non è il Vangelo di Cristo! Allora, Osteen predica quello che l’Apostolo Paolo chiama: “un altro Vangelo” non il Vangelo di Cristo (Galati 1:6-7).

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16).

Amo narrare la storia, che è piacevole ripetere.
   Ogni volta che la racconto, è sempre più dolce.
Amo narrare la storia, che qualcuno non ha mai sentito.
   Il messaggio di salvezza dalla Parola di Dio.
Amo narrare la storia, sarà il mio tema in gloria
   Racconterò una storia antica, l’antica storia di Gesù e del Suo amor.

La razza umana è legata dalle catene del peccato, sotto il controllo di Satana “il principe della potenza dell’aria” (Efesini 2:2). Ognuno è sotto il potere del peccato ed è “senza speranza e senza Dio nel mondo” (Efesini 2:12).

Ma “Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori” (I Timoteo 1:15). Gesù è venuto dal Cielo e ha vissuto tra noi senza commettere peccato, il perfetto santo Figlio di Dio: l’unigenito Figlio di Dio. Ma nella terribile notte prima della crocifissione, nel buio del Giardino del Getsemani, Dio mise il peccato del Suo popolo “nel suo corpo” (I Pietro 2:24). Gesù ha lottato sotto il peso del tuo peccato fino a che “il suo sudore diventò come grosse gocce di sangue che cadevano in terra” (Luca 22:44). I capi del tempio vennero ad arrestarlo con una falsa accusa. Lo trascinarono dal sommo sacerdote. Lo bendarono e lo colpivano in viso, mentre altri gli strappavano la barba dalla radice. Lo portarono davanti al governatore romano, Ponzio Pilato, che ordinò ai suoi soldati di flagellare Gesù, fino a che fosse quasi morto, e il suo sangue bagnò il suolo della terra. Gli sputarono in faccia e lo colpirono sul capo con un bastone. Lo costrinsero a portare una croce per le strade, mentre la gente gridava contro di Lui. Dopo soffrì sulla croce per sei ore, finché gridò: “Tutto è compiuto” (Giovanni 19:30), e chinò il suo capo e rese lo spirito; così morì. “Ma uno dei soldati gli forò il costato con una lancia, e subito ne uscì sangue e acqua” (Giovanni 19:34). Un uomo chiamato Giuseppe di Arimatea prese il corpo di Gesù, lo avvolse in un lenzuolo e lo pose nella sua tomba. Misero una grande pietra davanti l’apertura della tomba, la sigillarono, e misero le guardie Romane a sorvegliare. Ma presto la Domenica di Pasqua, il Signore Gesù Cristo risuscitò fisicamente, in carne ed ossa, dalla morte!

Amico, Gesù ha fatto tutto questo per te. È morto sulla Croce per pagare per il tuo peccato. Saresti dovuto essere punito per il tuo peccato, ma Gesù ha sofferto ed è morto come tuo sostituto. La Bibbia insegna che puoi essere salvato dal peccato solamente attraverso la morte sostitutiva di Gesù al tuo posto. Egli ha versato il Suo Sangue per purificarti dal peccato. È risorto corporalmente dalla morte per darti la vita eterna! Gesù ha provato tutti questi dolori e sofferenze perché ti ama! Vai a Gesù. Ti ama così tanto che vuole salvarti, proprio ora!

Cosa devi fare? Tutto quello che Dio ti chiede è che tu ti ravveda e che confidi nel Suo Figlio Gesù. Quando ti ravvedi e credi in Gesù sei salvato dal peccato, dalla tomba, e dallo stesso Inferno! Credi in Gesù e adesso Lui ti laverà da tutto il tuo peccato con il Suo prezioso Sangue!

Amo narrare la storia, a chi l’ha già ascoltata
   Potrebbe essere attento come chi non l’ha mai udita
E quando sarò in Gloria, canter un nuovo canto
   La vecchia storia che ho già amato tanto.
Amo narrare la storia, sarà il mio tema in gloria
   Racconterò una storia antica, l’antica storia di Gesù e del Suo amor.

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16).

Se hai il desiderio di voler parlare con noi a proposito dell’esser salvati dal peccato attraverso Gesù, per favore, lascia pure la tua sedia e recati dietro l’auditorium. Il fratello John Samuel Cagan vi condurrà in un’altra stanza dove potremo pregare e parlare. Se sei interessato e vuoi diventare un Cristiano, via pure adesso dietro la sala. Per favore, fratello Chan, prega affinché qualcuno possa credere in Gesù. Amen.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scrittura letta prima del sermone dal fratello Abel Prudhomme: Apocalisse 3:14-22.
Assolo cantata prima del sermone dal fratello Benjamin Kincaid Griffith:
“I Love to Tell the Story” (by A. Catherine Hankey, 1834-1911).


SCHEMA DE

PERCHÈ OGGI VIENE PREDICATO COSÍ POCO IL VANGELO?

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

“Guai a me, se non evangelizzo!” (I Corinzi 9:16).

I.   Primo, la Bibbia predica che Cristo sarà escluso nella maggior parte
delle chiese degli ultimi giorni, Apocalisse 3:20; II Timoteo 4:3-5.

II.  Secondo, la “preghiera del peccatore” ha reso la predicazione di
Cristo obsolete, all’antica e non necessaria: secondo i predicatori
moderni! Atti 20:21; 2:14-40; 4:5-12; 7:1-53; 8:5;
Atti 9:20-22; 10:34-43; 13:14-41; 17:22-31; 20:20-21; 5:42;
I Corinzi 15:1-4; Galati 1:6, 7; Efesini 2: 2, 12;
I Timoteo 1:15; I Pietro 2:24; Luca 22:44; Giovanni 19:30, 34.