Print Sermon

Lo scopo di questo sito Web è di fornire manoscritti gratuiti e video di sermoni a pastori e missionari in tutto il mondo, in particolare nel Terzo mondo, dove, se ci sono, sono pochi i seminari teologici o le scuole bibliche.

Questi manoscritti e video sono disponibili per 1,500,000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com . Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 39 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net .




CAMMINARE IN MEZZO AL FUOCO CON IL FIGLIO DI DIO!

WALKING THROUGH THE FIRE WITH THE SON OF GOD!
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La mattina del Giorno del Signore, 29 Dicembre 2013
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord's Day Morning, December 29, 2013

“«Eppure», disse ancora il re, «io vedo quattro uomini, sciolti, che camminano in mezzo al fuoco, senza avere sofferto nessun danno; e l'aspetto del quarto è simile a quello di un figlio degli dèi.»” (Daniele 3:25).


Voglio cominciare questo sermone in una maniera equivoca. C’è stato insegnato al seminario a parlare in modo drammatico, per catturare l’attenzione delle persone all’inizio del sermone. Ma io sto per rompere tutte le regole di omiletica e vorrei darvi una lezione di ermeneutica. Omiletica ed ermeneutica: voi non conoscete queste due parole, perciò con il rischio di annoiarvi, voglio definirle. Omiletica si riferisce allo studio della predicazione. È lo studio della preparazione del sermone e dell’abilità oratoria. L’ermeneutica è lo studio di come interpretare la Bibbia: le regole di interpretazione delle Sacre Scritture. Il Dr. M. R. DeHaan (1891-1965) ha formulato queste tre regole dell’ermeneutica:


(1)  Tutta la Scrittura ha un’interpretazione basilare.

(2)  Tutta la Scrittura ha diverse applicazioni pratiche.

(3)  La maggior parte dei brani delle Scrittura hanno anche una rivelazione profetica.

(Vedi M. R. DeHaan, M.D., Daniel the Prophet, Kregel Publications,
           1995 reprint, p. 73).


Ho intenzione di usare le tre regole di ermeneutica di interpretazione Biblica del Dr. DeHaan come uno schema per questo sermone.

I. Primo, tutta la Scrittura ha un’interpretazione basilare.

Nabucodonosor era il re di Babilonia. Nel sesto secolo avanti Cristo, Nabucodonosor mandò il suo esercito per assediare Gerusalemme. I suoi soldati presero il re di Giuda come prigioniero e lo deportarono nella loro patria. Saccheggiarono il tempio Giudaico e portarono a Babilonia gli arredi della casa di Dio. Il re comando anche ai suoi eserciti di portare la maggior parte dei Giudei a Babilonia in cattività come schiavi. Ma Nabucodonosor istruì Ashpenaz suo servo a prendere i giovani più intelligenti e migliori e di insegnare loro la lingua Caldea e la scienza Babilonese, di modo che essi potessero stare nel palazzo del re come servi speciali. Questi quattro uomini si chiamavano Daniele, Sadrac, Mesac e Abednego. Dio benedisse questi quattro ragazzi in maniera particolare. Quando Nabucodonosor, il re li interrogava:

“Su tutti i punti che richiedevano saggezza e intelletto, sui quali il re li interrogasse, li trovava dieci volte superiori a tutti i magi e astrologi che erano in tutto il suo regno. (Daniele 1:20).

Il re imparò a fidarsi dei loro giudizi e a dipendere da loro come consiglieri. Infatti, il re nominò Daniele come suo vice, un governante su tutta Babilonia, secondo solo allo stesso re. Il re diede anche a Sadrac, mesac e Abednego le più alte cariche di governo, sotto la guida di Daniele.

Poi il re fece una grande statua d’oro che era alta sessanta cubiti e larga sei cubiti, e la eresse affinché la gente la adorasse. Tutte le autorità di babilonia furono convocate per il giorno dell’inaugurazione. L’araldo del re proclamò a gran voce: “Chiunque non s'inchina e non adora deve essere gettato in una fornace ardente” (Daniele 3:11). Sadrac, Mesac e Abednego adoravano Dio il Signore, Javè, il Dio di Israele. Perciò loro non si inchinarono davanti all’idolo del re.

Gli astronomi caldei erano gelosi di quei Giudei, perciò andarono dal re e gli dissero:

“Ora ci sono dei Giudei, ai quali tu hai affidato l'amministrazione della provincia di Babilonia, cioè Sadrac, Mesac e Abed-Nego, che non ti danno ascolto, non adorano i tuoi dèi e non s'inchinano alla statua d'oro che tu hai fatto erigere” (Daniele 3:12).

Il re Nabucodonosor si adirò. Così furioso fece chiamare Sadrac, Mesac e Abednego, e disse loro che se non si fossero inginocchiati al suo idolo li avrebbe gettati nella fornace ardente. La loro risposta al re è un classico. Il nostro diacono Mencia sapeva quanto mi piace la loro risposta, così mi ha fatto una targhetta con incise queste parole, che io tengo sulla mia scrivania nella chiesa, che dice:

“Ma il nostro Dio, che noi serviamo, ha il potere di salvarci e ci libererà dal fuoco della fornace ardente e dalla tua mano, o re. Anche se questo non accadesse, sappi, o re, che comunque noi non serviremo i tuoi dèi e non adoreremo la statua d'oro che tu hai fatto erigere (Daniele 3:17, 18).

Il nostro Dio può liberarci, ma anche se non dovesse farlo noi non adoreremo il tuo idolo!

Il re era furioso con loro per una risposta del genere. Perciò ordinò ai suoi servi di arroventare la fornace. Poi comandò ai suoi soldati di prendere i tre Giudei e di buttarli nel fuoco ardente. Infine il re diede un’occhiata all’interno della fornace, e rimase meravigliato per quello che vide! E disse:

“«Eppure io vedo quattro uomini, sciolti, che camminano in mezzo al fuoco, senza avere sofferto nessun danno; e l'aspetto del quarto è simile a quello di un figlio degli dèi.»” (Daniele 3:25).

Il re li fece uscire dalla fornace. Benedisse il loro Dio, il Dio di Israele. E disse che Dio: “ha mandato il suo angelo e ha liberato i suoi servi.” (Daniele 3:28). Inoltre Nabucodonosor li ristabilì al loro vecchio lavoro. Il re emanò anche un decreto per cui nessuno poteva parlare contro il Dio di Israele, e disse: “Perché non c'è nessun altro dio che possa salvare in questo modo” (Daniele3:29).

Questa è l’interpretazione basilare di questi versetti.

II. Secondo, tutta la Scrittura ha diverse applicazioni pratiche.

“Una interpretazione, ma molte applicazioni”: questa è la regola dell’ermeneutica, la scienza dell’esposizione Biblica. Posso pensare ad alcune importanti applicazioni a questo brano.

La prima applicazione, era certamente per gli altri Giudei che erano stati deportati a Babilonia. Costoro erano tentati ad assimilare, a mescolarsi con la cultura pagana che li circondava, e a desistere dall’essere il popolo di Dio. L’episodio di Daniele nella fossa dei leoni, e dei tre ebrei nella fornace ardente, è stata data prima di tutto per insegnare ai Giudei in cattività a Babilonia che non avrebbero dovuto abbandonare la loro eredità culturale e la loro fede.

Ma questo episodio può essere applicator anche a noi Cristiani. Noi stiamo vivendo in un tempo di crescente apostasia nelle nostre chiese evangeliche. Ho visto, nella mia stessa vita, come le nostre chiese abbandonano i propri incontri infrasettimanali di preghiera e cessano di fare le riunioni serali. Ho visto predicazioni evangelistiche, nel senso di vera predicazione, scomparire dalla maggior parte di tutte le nostre chiese. Uomini che espongono brevi e leggeri studi Biblici, piuttosto che predicare sermoni, anche nelle chiese fondamentaliste. Ho visto come le chiese hanno buttato via gli innari e i grandi inni della nostra fede. Ho visto le chiese adottare ritornelli superficiali che non nutrono l’anima. Ho visto i pastori buttare le loro cravatte, indossare t-shirt al pulpito e chiedere alla propria gente di chiamarli con per nome. La Potenza e la dignità del pulpito è diventata una cosa del passato. Ho visto costoro lasciare che i giovani gironzolassero nella chiesa, i ragazzi in t-shirt e le ragazze in minigonna. I giovani delle nostre chiese assomigliano più a dei magnaccia, a delle prostitute, a tossicodipendenti che a Battisti fondamentalisti! Siamo stati assimilati. Siamo stati ingoiati dal mondo. Stiamo diventando così simili al mondo che non si può più vedere la differenza tra un evangelico e un pagano! Sì, questo è orribile! I tre Ebrei nel libro di Daniele ci dicono: “Noi non abbiamo intenzione di essere assimilati. Noi lavoreremo con il mondo, andremo a scuola con il mondo, e saremo educati nel mondo. Ma noi andremo solo fin qui, e non oltre, costi quel che costi!”

“Ma il nostro Dio, che noi serviamo, ha il potere di salvarci e ci libererà dal fuoco della fornace ardente e dalla tua mano, o re. Anche se questo non accadesse, sappi, o re, che comunque noi non serviremo i tuoi dèi e non adoreremo la statua d'oro che tu hai fatto erigere» (Daniel 3:17, 18).

Noi sosterremo e difenderemo la Bibbia quando è attaccata. Risponderemo ai professori universitari che tentano di promuovere l’evoluzione e di farci ingoiare l’ateismo. Non andremo alla Rose Parade (sfilata di carri floreali che si tiene ogni anno a Pasadena), né la guarderemo per 5 minuti fino a quando esporranno degli striscioni anticristiani. Non guarderemo mai più la Rose Parade fino a che presenteranno dei carri che attaccano e rigettano le basi Bibliche della nostra fede! E se questo ci crea problemi, sia così!

“Anche se questo non accadesse, sappi, o re, che comunque noi non serviremo i tuoi dèi e non adoreremo la statua d'oro che tu hai fatto erigere” (Daniele 3:18).

Diciamo a questo mondo: “noi non frequenteremo le vostre scuole di danza! Non fumeremo la vostra marijuana, anche se fosse legale! Non guarderemo la vostra pornografia! Non seguiremo il Vostro esempio abortendo i nostri bambini! Non mancheremo in chiesa per andare alle vostre feste! Mai! Mai! Mai! Non faremo mai queste cose!”

“Ma il nostro Dio, che noi serviamo ha il potere di salvarci …sappi, o re, che comunque noi non serviremo i tuoi dèi e non adoreremo la statua d'oro che tu hai fatto erigere!”

Mai! Mai! Mai! Mai! Mai! Mai!

Fede dei nostri padri! Vive ancora
   Nonostante il pericolo, il fuoco, la spad
o quanto i nostri cuori si rallegrano
   Ogniqualvolta sentiamo questa parola gloriosa!
Fede dei nostri padre, santa fede!
   Saremo fedeli a te fino alla morte!
(Traduzione letterale dell’inno inglese “Faith of Our Fathers”
     di Frederick W. Faber, 1814-1863).

Cammineremo attraverso la fornace ardente con il Figlio di Dio! Cammineremo attraverso il fuoco anche se Dio ci lasciasse bruciare! Noi non ci inginocchieremo ai vostri idoli del sesso, alla pornografia, alla droga, al materialismo. Noi cammineremo attraverso il fuoco con il Figlio di Dio!

Fede dei nostri padri, santa fede!
   Saremo fedeli a te fino alla morte!

Poi, c’è ancora un’altra applicazione per quei Cristiani che stanno per attraversare dure prove. Che nessuno ti dica che la vita di un vero Cristiano è sempre facile. Cristo ci ha detto:

“Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua.” (Matteo 16:24).

E l’Apostolo Paolo disse: “che dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti 14:22). Se sei veramente un discepolo di Cristo, dovrai attraversare molte prove. Ma Gesù disse:

“Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi.” (Matteo 5:11-12).

Non importa per quali prove e quali tribolazioni attraverserai, Gesù dice: “Io non ti lascerò e non ti abbandonerò” (Ebrei 13:5). Ricorda che c’era un quarto uomo nella fornace ardente con quei tre Ebrei “l'aspetto del quarto è simile a quello di un figlio degli dèi” (Daniele 3:25). Gesù, il Figlio di Dio, era con loro nella fornace di fuoco! Gesù, nella sua forma pre-incarnata, li portò attraverso il fuoco senza che subissero alcun danno. Confida in Lui, ed Egli ti condurrà sicuramente attraverso le prove impetuose di questa vita. Un grande inno della nostra fede mette queste parole nella bocca di Gesù, giustamente!

Quando attraverserai il fuoco ardente nel cammino della tua vita,
   La mia grazia ti basterà
La fiamma non ti ferirà,
   La userò solo per purificare le tue scorie e raffinare il tuo oro.
(Traduzione dell’inno “How Firm a Foundation” di autore ignoto).

Ma il Dr. DeHaan ci ha dato ancora un altro punto sull’ermeneutica.

III. Terzo, la maggior parte dei brani della Scrittura hanno anche una rivelazione profetica.

Il Dr. DeHaan ha detto correttamente che: “I tre giovani ebrei sono un’immagine di Israele tra i Gentili. Gettati nella fornace dell’afflizione e della persecuzione secondo tutti gli standard umani sarebbero dovuti perire, ma sono stati preservati miracolosamente, anche nella fornace ardente dell’odio razziale [antisemitismo] e della persecuzione, perché sono il popolo del patto di Dio e alla fine saranno liberati meravigliosamente e saranno esaltati fra le nazioni” (DeHaan, ibid., pp. 73-74).

Ogni nazione Gentile ha perseguitato i Giudei a un certo punto. L’Egitto, Babilonia, la Grecia, Roma, la Spagna, la Francia, la Russia e la Germania: ognuno di loro ha perseguitato i Giudei e ha provato a sterminarli. Ma tutti loro hanno fallito perché Israele è la nazione eterna di Dio! Adesso l’Iran pensa di poter distruggere Israele! Lo hanno detto tante volte. Ma io dico loro: “Nazioni più forti di voi hanno provato a sterminare i Giudei, ma tutti loro hanno fallito. Così fallirete anche voi!” Dio è sempre stato con Israele nella fornace dell’afflizione, e non fallirà adesso! Vedi, Dio ha fatto un patto con Abramo che non può rompere. Dio ha detto al patriarca che la terra di Canaan sarebbe stata data ai Giudei per sempre!

“Io do alla tua discendenza questo paese, dal fiume d'Egitto al gran fiume, il fiume Eufrate” (Genesi 15:18).

“A te e alla tua discendenza dopo di te darò il paese dove abiti come straniero: tutto il paese di Canaan, in possesso perenne; e sarò loro Dio” (Genesi 17:8).

In ogni epoca, i Giudei sono stati perseguitati, spesso da falsi Cristiani, perché nessun vero Cristiano avrebbe mai danneggiato il popolo del patto di Dio! Ma Yeshua (Gesù) è stato sempre il quarto uomo nella fornace della sofferenza con il popolo Giudaico, e alla fine darà loro un grande trionfo sui pagani Gentili! Alla fine, la profezia dell’Apostolo Paolo sai avvererà realmente. Perché disse: “E tutto Israele sarà salvato, così come è scritto: «Il liberatore verrà da Sion. Egli allontanerà da Giacobbe l'empietà; e questo sarà il mio patto con loro, quando toglierò via i loro peccati.” (Romani 11:26).

In conclusione, riflettiamo sul quarto uomo nella fornace con I tre amici Ebrei. Nabucodonosor disse che era “un angelo” (Daniele 3:28). “Angelo” significa semplicemente “messaggero.” Il “messaggero del Signore” nell’Antico Testamento è spesso un’apparizione di Gesù pre-incarnato. Per esempio, “l’Angelo del Signore” che apparve a Manoà, il padre di Sansone. La Bibbia dice:

“L'angelo del SIGNORE non apparve più né a Manoà né a sua moglie. Allora Manoà riconobbe che quello era l'angelo del SIGNORE e disse a sua moglie: «Noi moriremo sicuramente, perché abbiamo visto Dio».” (Giudici 13:21-22).

Perciò, l’angelo del Signore era Dio, Gesù la Seconda Persona della Trinità, che appariva nell’Antico Testamento prima della sua incarnazione nel grembo di Maria.

E anche qui, in Daniele 3:25, il re guardò nella fornace ardente e disse: “l'aspetto del quarto è simile a quello di un figlio degli dèi.” Il Dr. J. Vernon McGee disse: “Devo credere che il quarto uomo era il Figlio di Dio, Cristo preincarnato” (traduzione di J. Vernon McGee, Th.D., Thru the Bible, Thomas Nelson Publishers, 1982, volume III, p,. 547; nota su Daniele 3:25).

Guardate quanto è tipico di Gesù venire e condividere la sofferenza e il rifiuto di persone scelte, per infine salvarli! È venuto dal Cielo, nel seno della Vergine Maria. Non è “venuto” come “Signore dei signori e Re dei re” quando nacque a Betlemme durante il primo Natale. Ma tornerà come Re dei re in futuro, alla Sua Seconda Venuta. M Egli è venuto nel grembo di Maria per salvarci, proprio come Egli andò nella fornace ardente per salvare quei tre valorosi eroi Giudei!

Gesù venne dal Cielo per soffrire in questo mondo, per salvare il Suo popolo dalla fornace ardente dell’Inferno! Ognuno di noi avrebbe trascorso l’eternità nel “fuco inestinguibile.2 Ma Gesù è venuto per soffrire e morire sulla Croce per pagare la pena per le nostre trasgressioni. Dio mise tutti i nostri peccati “sul suo corpo sul legno della croce” (I Pietro 2:24). E perciò, Gesù espiò per tutti i peccati del Suo popolo.

Egli morì, fu messo nella tomba per tre giorni. Ma, molto presto la prima Domenica di Pasqua, Gesù risuscitò fisicamente, in carne ed ossa, dalla morte. Gesù salì in Cielo, e adesso prega per te, seduto alla destra di Dio Padre.

Quando credi in Gesù nel tuo cuore, Egli perdona i tuoi peccati e li purifica con il Suo Sangue. Quando credi in Gesù nel tuo cuore, egli ti salva dal tuo peccato, e ti porta fuori da una vita perduta e senza speranza. Proprio come Egli ha liberato i tre Ebrei dalla fornace ardente! Amen!

Se desideri parlare con noi a proposito del diventare in vero Cristiano, per favore lascia pure il tuo posto in questo momento e recati dietro l’auditorium. Il Dr. Cagan ti condurrà in un’altra stanza dove noi possiamo pregare e rispondere a ogni domanda che avrai. Dr. Chan, per favore prega affinché qualcuno oggi sia salvato da Gesù! Amen.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scrittura letta prima del Sermone dal fratello Abel Prudhomme: Daniele 3:16-25.
Assolo cantato prima del sermone dal fratello Benjamin Kincaid Griffith:
“Faith of Our Fathers” (di Frederick W. Faber, 1814-1863).


SCHEMA DE

CAMMINARE IN MEZZO AL FUOCO CON IL FIGLIO DI DIO!

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

«Eppure», disse ancora il re, «io vedo quattro uomini, sciolti, che camminano in mezzo al fuoco, senza avere sofferto nessun danno; e l'aspetto del quarto è simile a quello di un figlio degli dèi.» (Daniele 3:25).

I.   Primo, tutta la Scrittura ha un’interpretazione basilare, Daniele 1:20;
Daniele 3:11, 12, 17, 18, 25, 28, 29.

II.  Secondo, tutta la Scrittura ha diverse applicazioni pratiche,
Daniele 3:17, 18; Matteo 16:24; Atti 14:22;
Matteo 5:11-12; Ebrei 13:5.

III. Terzo, la maggior parte dei brani della Scrittura hanno
anche una rivelazione profetica, Genesi 15:18; 17:8; Romani 11:26;
Daniele 3:28; Giudici 13:21, 22; I Pietro 2:24.