Print Sermon

Questi manoscritti e video sono disponibili per 116.000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com. Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 34 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net.




LA SALVEZZA ATTRAVERSO LA TRINITÁ

SALVATION THROUGH THE TRINITY –
A CHRISTMAS SERMON
(Italian)

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La sera del Giorno del Signore, 15 Dicembre 2013
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Evening, December 15, 2013

“La grazia del Signore Gesù Cristo e l'amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.” (II Corinzi 13:13).


Lo scorso martedì sera sono stato in palestra per fare ginnastica e per fare una nuotata. Nel momento in cui sono arrivato in piscina era molto buio, ed ho visto un uomo che conosco venire nella Jacuzzi. Stava guardando dritto davanti a sé, perciò non mi ha notato. Dopo qualche minuto ho lasciato la piscina e l’ho raggiunto nella Jacuzzi. Eravamo solo noi due perché era una serata fredda. Mentre parlavamo ho avvertito in lui un profondo senso di solitudine. È un uomo in pensione e ha molto denaro in banca. Ha circa sessant’anni e non si è mai sposato. È arrivato qui una decina di anni fa dalla costa orientale, perciò qui non ha la famiglia. Non ha nemmeno degli amici. Ho potuto vedere il dolore sul suo volto appena mi ha detto che sarebbe stato da solo per Natale. Ha cercato disperatamente di riempire il suo tempo frequentando le lezioni al college. Sta studiando per una laurea specialistica, di cui certamente non ha bisogno. Ha lasciato la sua chiesa più di quarant’anni fa. È molto triste e arrabbiato verso la Cristianità. È completamente solo al mondo: senza grazia, senza amore, senza comunione, senza Dio, e senza un altro essere umano. Lo ascoltavo parlare, e mi ha detto che non avrebbe saputo a chi lasciare tutti i suoi soldi quando sarebbe morto. Mi sono rammaricato per lui. L’ho invitato nella nostra chiesa molte volte, e in realtà ci è venuto un volta: al matrimonio di mio figlio. Ma è scappato via subito dopo la fine della festa matrimoniale. Non sono stato capace di farlo ritornare. Che freddo e terribile modo di vivere, soprattutto a Natale!

Ed è così che ogni vita finisce nella nostra cultura rigida e autonoma. Ogni vita che non è incentrata in Cristo e la chiesa finisce in una miseria disperata. Questo perché l’alternativa a Cristo e alla chiesa è solo vuoto. Non sembrerebbe così quando si è all’inizio della vita, ma lo diventa sempre verso la fine. Ho riflettuto su questa cosa per più di cinquant’anni, e guardandomi intorno so che è vero.

Un dei miei zii lavorava alla Chrysler, dove assemblano le auto. Ha risparmiato un sacco di soldi per comprare una casa a San Clemente, in un ricco sobborgo sulla costa, vicino San Diego. È morto da solo in una camera di questa casa. Non sono riusciti a trovare il suo corpo per una settimana, fino a che un vicino ha visto che la sua cassetta della posta era stracolma e puzzava terribilmente di pesce marcio. Un altro zio, la cui moglie era deceduta, ha avuto un ictus nella sua camera da letto ed è rimasto lì paralizzato per una settimana prima che un uomo della sua loggia massonica notasse che mancava agli incontri che di solito frequentava. Hanno dovuto buttare giù la porta della sua camera da letto, perché era chiuso da dentro. E lui era lì, in un mucchio di urina e di escrementi, con una pistola in mano, perché aveva paura dei ladri. Una vicina di casa aveva una figlia che ha detto all’ospedale di interrompere l’alimentazione di sua madre per lasciarla morire. Di storie simili ce ne sono tante. Chiunque focalizza la sua vita su questo mondo, vive e muore senza speranza e senza Dio!

Non venite a parlarmi di Scrooge. Quello non accade mai. Nessuno è mai cambiato come Scrooge di “A Christmas Carol” di Dickens. Nessuno può cambiare così a meno che non ha Cristo e la chiesa. Nessuno!

Ricordo di aver visto un film, circa sessant’anni fa, dove un uomo affondava lentamente in una fossa di sabbie mobili. Più lottava e più la massa molle lo inghiottiva. Gridava e urlava, ma nessuno arrivava. Alla fine solamente la sua testa fuoriusciva da quella sostanza appiccicosa. Fece un ultimo ansimo e poi venne completamente risucchiato. Ero solo un bambino quando ho visto questo film. Mi ha colpito profondamente. Mi ha fatto venire il nodo alla gola. Le mie mani sudavano ogni qualvolta pensavo a come si affoga nelle sabbie mobili!

Vuoi essere risucchiato, vuoi affogare in una vita senza speranza? O vuoi trovare una via d’uscita? Come dico spesso, quasi nessuno trova la via d’uscita dopo i trent’anni, quasi nessuno! Mia madre ha trovato la via d’uscita a 80 anni, ma è piuttosto insolito così come l’apertura del Mar Rosso, o altri miracoli completamente impossibili!

Se vuoi trovare la via d’uscita dalle sabbie mobile della vita c’è solamente una via. Segnati quello che sto dicendo! C’è solo una via per fuggire dalle sabbie mobili della ita, solamente una via! E nessun’altra. Ecco la via:

“La grazia del Signore Gesù Cristo e l'amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.” (II Corinzi 13:13).

La chiesa di Corinto era in cattiva forma. C’erano divisioni dottrinali, lotte, divisioni, false dottrine, peccati sessuali e molti membri di chiesa perduti (13:5, 6). Paolo ha lasciato loro questa bellissima benedizione, infatti la lettera si conclude “con tutti voi.” Questa era la sua preghiera per tutti loro perché sapeva che nessun’altro poteva tirarli fuori alle sabbie mobili di una vita disperata. Ed è quello di cui avete bisogno anche voi.

I. Primo, avete bisogno della grazia del Signore Gesù Cristo.

La grazia del Signore Gesù Cristo … siano con tutti voi” (II Corinzi 13:14).

Qui si sta parlando della Trinità. Paolo parla di Gesù Cristo, di Dio Padre e dello Spirito Santo. Paolo prega affinché “la grazia del Signore Gesù Cristo” fosse con tutti loro. Questa è la prima cosa per cui prega l’Apostolo, perché è la prima cosa di cui abbiamo bisogno. Questa è una preghiera per la salvezza attraverso la Trinità.

Notiamo che l’Apostolo antepone “la grazia” di Cristo a “l’amore di Dio.” Notiamo anche che ci viene dato il titolo completo e il nome di Cristo: “il Signore Gesù Cristo.” Questo denota sia la sua natura divina, perché Egli è il nostro Signore, che la Sua natura umana, perché Egli è Gesù. Questo evidenzia il Suo compito, come il Cristo, perché è il Messia. Egli è il Signore Gesù Cristo. È della grazia della sua natura divina e della sua persona umana di cui abbiamo bisogno. Ed è questa persona, il Signore Gesù Cristo, che provvede a darci grazia. Chiunque che è stato salvato sa molto bene che è stato salvato dalla grazia del Signore Gesù Cristo.

Coloro che sono perduti non hanno bisogno del Signore Gesù Cristo. Costoro calpestano il figlio di Dio (Ebrei 10:29). Costoro lo disprezzano e lo abbandonano, e nascondono la faccia da Lui (Isaia 53:3). Costoro rifiutano di andare a Lui (Giovanni 5:40). Costoro lo odiano e lo detestano (Isaia 49:7).

La gente parla bene di Gandhi o di John Kennedy, che erano entrambi due adulteri. Parla bene di Maometto, che era posseduto dal demone della pedofilia e dell’omicidio. Parlano bene di Che Guevara, che era un assassino e un ladro. Ma quando si trovano difronte a Gesù, lo detestano. Se frequenti l’università sai che ho ragione. I professori universitari odiano letteralmente il Figlio di Dio, il Signore Gesù Cristo!

Costoro non bandiscono gli scheletri, le streghe o i gatti neri il 31 Ottobre. Non bandiscono il termine “Halloween” dai negozi o dalle scuole. Ma bandiscono la parola “Natale” (in inglese Christmas) da ogni scuola in America, e in molti negozi, perché è una parola composta con il nome “Christ” al suo interno, e perciò odiano il nome “Christmas.” Quest’anno ho visto solamente una volta il nome “Christmas”. Solamente una volta in tutto il centro di Los Angeles! E dice: “Merry Christmas” (Buon Natale) sopra un locale chiamato “The Pantry”, un vecchio ristornate che apparteneva all’ex Sindaco Richard Riordan, una delle poche figure pubbliche che ancora frequenta la Chiesa la domenica. Una volta ti scaldava il cuore vedere le luci delle finestre del Comune di Los Angeles, che formavano una croce nel periodo Natalizio. Ma non più. Un piccolo gruppo di atei militanti lo ha strappato, e nessun Cristiano ha avuto abbastanza coraggio da fermarli! Oggi il Signore Gesù Cristo è disprezzato, schernito, odiato, anche nel periodo Natalizio! Una grande scritta fluorescente a Time Square (una piazza di New York) è stata commissionata da “gli atei americani.” E dice: “Chi ha bisogno di Cristo a Natale? Nessuno” Costoro sarebbero stati attaccati se avessero scritto: “Chi ha bisogno di Maometto durante il Ramadan? Nessuno” Sarebbero stati correttamente etichettati come antisemiti se avessero scritto: “Chi ha bisogno di Israele all’ Hanukkah? Nessuno!” Ma questo va bene per gli ipocriti politicamente corretti che disdegnano Cristo e il Suo Compleanno a Natale! Bill O’Reilly, un giornalista di Fox News (emittente televisiva americana), ha ragione! C’è veramente una “guerra sul Natale”! C’è veramente una guerra contro il Cristianesimo! L’uomo nel peccato odia Gesù Cristo!

“Uomo di dolore” che nome
     per il Figlio di Dio che è venuto
Per recuperare i peccatori perduti
     Alleluia” Che Salvatore!

Vituperio e rude derisione,
     al posto mio è stato condannato,
Con il Suo Sangue ha sigillato il mio perdono,
     Alleluia! Che Salvatore!
(Traduzione letterale dell’inno inglese “Hallelujah! What a Saviour!”
           di Philip P. Bliss, 1838-1876).

Oh, che profondo dispiacere sento quando ci sono dei ragazzi, che frequentano la nostra chiesa ogni domenica, ma non amano Gesù tanto abbastanza da credere in Lui! Oh, come puoi sperimentare la grazia di Dio se sei dalla parte del Diavolo? Come potrai mai essere salvato se continui a disprezzare Gesù, tanto da non amarlo abbastanza per credere e confidare in Lui! Come potrai mai sperimentare la grazia e il favore di Dio se continui a rigettare il Signore Gesù Cristo? Un giorno sarai come quel vecchio uomo nella Jacuzzi, solo, senza speranza, solo a Natale!

La grazia è esattamente quello che ogni peccatore colpevole, impuro, disperato necessita! E nessuno se non Gesù ha la grazia di cui tu hai bisogno. Vai a Gesù adesso, prima che è troppo tardi! Allora potrai dire come l’Apostolo Pietro:

“Ma noi crediamo che siamo salvati mediante la grazia del Signore Gesù allo stesso modo di loro” (Atti 15:11).

II. Secondo, hai bisogno dell’amore di Dio.

“La grazia del Signore Gesù Cristo e l'amore di Dio … con tutti voi.” (II Corinzi 13:14).

Il Dr. Charles Hodge, un grande teologo del 19 secolo, ha detto: “Da un punto di vista [un altro modo di vederlo] l’amore di Dio è la fonte della redenzione. Dio ha manifestato il suo amore dando suo Figlio per noi.

“Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Romani 5:8).

“Da un punto di vista [un altro modo di vederlo] l’amore di Dio per noi è dovuto alla grazia e all’opera di Cristo. Ovvero, la manifestazione di questo amore nel perdono, nella santificazione e nella salvezza degli uomini, è condizionale all’opera di Cristo. Siamo riconciliati con Dio mediante la morte di suo Figlio. La Sua morte come una santificazione per i nostri peccati era necessaria in modo che il nostro essere introdotto in realtà alla comunione di Dio e ci fa partecipare al suo amore. Perciò l’Apostolo mette la grazia di Cristo prima dell’amore di Dio, come per dire, in un senso menzionato, l condizione necessaria di questa manifestazione” (Traduzione di Charles Hodge, Ph.D., 1 and 2 Corinthians, The Banner of Truth Trust, 2000 reprint, p. 689; note on II Corinthians 13:14).

Come ha detto William R. Newell:

Oh, l’amore che piano di salvezza!
     Oh, la grazia che hai portato all’uomo!
Oh, che grande golfo Dio ha creato al Calvario!
(Traduzione letterale dell’inno inglese “At Calvary”
     di William R. Newell, 1868-1956).

Non è in questo modo che noi abbiamo sperimentato l’amore di Dio? Il Dr. Lenski ha sottolineato che “l’ordine delle persone così come l’ordine dei loro doni sono significanti.” Prima di tutto noi riceviamo la grazia del Signore Gesù Cristo, poi sperimentiamo l’amore di Dio. Prima riceviamo la grazia di Cristo, e poi conosciamo l’amore di Dio (Traduzione di R. C. H. Lenski, Ph.D., The Interpretation of St. Paul’s First and Second Epistles to the Corinthians, Augsburg Publishing House, 1969 edition, p. 1339; note on II Corinthians 13:14).

Questa è la mia esperienza personale, ed è (o sarà) anche la tua. Prima sono stato attratto a Gesù. Solo dopo aver sperimentato la grazia del Signore Gesù Cristo, ho cominciato a conoscere e a caprie l’amore di Dio. Se sei ancora perduto, devi andare prima di tutto a Gesù. Dopo essere andato a Cristo comincerai a conoscere ‘amore di Dio! Il Dr. Lenski ha detto: “L’amore di Dio occupa propriamente il secondo posto in questa benedizione” (ibid.). Prima devi andare a Cristo e poi conoscerai l’amore di Dio! È in questo modo che i peccatori sono salvati! Vai a Gesù, solo allora comincerai a conoscere quanto Dio ti ami!

Sto di nuovo pensando all’uomo in palestra. Alcuni anni fa si è allontanato da Cristo e la sua chiesa, e adesso è solo al mondo nel periodo di Natale, senza l’amore di Dio! Non permettere che accada anche a te! Ora vai a Cristo, e comincerai a sperimentare l’amore di Dio!

III. Terzo, hai bisogno della comunione con lo Spirito Santo.

“La grazia del Signore Gesù Cristo e l'amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.” (II Corinzi 13:14).

Il termine in greco tradotto qui con “comunione” è la parola calda e amichevole di koinonia, che significa “unione con” o “compagnia.” Devo citare nuovamente il Dr. Lenski, perché lo ha spiegato così meravigliosamente e così bene:

Lo Spirito Santo si inclina fino a noi e ci avvolge alla sua comunione in cui troviamo tutta la grazia e l’amore. Queste cose sono estese a noi non da lontano ma in unione che supera la nostra comprensione (ibid., p. 1341).

Elisha Hoffman ha parlato di comunione e di compagnia con lo Spirito Santo come “Appoggiarsi sulle Braccia eterne.” Ascoltiamo:

Che compagnia, che gioia divina,
     Appoggiarsi sulle Braccia eterne;
Che benedizione, che pace c’è in me,
     Appoggiarsi sulle Braccia eterne
Appoggiarsi, appoggiarsi, salvi e sicuri da ogni allarme;
     Appoggiarsi, appoggiarsi, appoggiarsi sulle Braccia eterne.
(Traduzione letterale in italiano dell’inno inglese
            “Leaning on the Everlasting Arms” di Elisha A. Hoffman, 1839-1929).

Mi madre amava questo vecchio cantico. Lo cantavamo insieme molte volte dopo che lei è stata salvata. Questa è la comunione, questa è la compagnia che abbiamo con lo Spirito Santo quando siamo salvati da Gesù! Che compagnia, che gioia divina, appoggiarsi sulle braccia eterne!

“La grazia del Signore Gesù Cristo e l'amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.” (II Corinzi 13:14).

Il Dr. Hodge ha detto: “Questo passo è una chiara ammissione della dottrina della Trinità, che è la dottrina fondamentale del Cristianesimo. Un Cristiano è colui che cerca e gioisce della grazia del Signore Gesù Cristo, dell’amore di Dio, e della comunione con lo Spirito Santo. (ibid., p. 690).

Ho provato tanto dispiacere per quell’uomo anziano in palestra quando è uscito dalla Jacuzzi e si è incamminato nel buio. Gli mancava la gioia di conoscere la benedetta Trinità. Il grande predicatore il Dr. W. A. Criswell ha detto anche:

Quando un uomo adora il vero Dio, quando si inginocchia davanti al Signore Gesù Cristo, quando accetta nel suo cuore la testimonianza della Spirito Santo che lo dirige verso la grazia salvifica di Gesù, l’uomo è esaltato, è innalzato, è edificato. Ogni cosa che concerne la sua vita è santificata ed è resa celestiale e santa. C’è un solo Dio e il Suo nome è Dio nostro Padre, Dio nostro Salvatore, e Dio nelle nostre anime: la grazia che agisce e la sapienza dello Spirito Santo. Amen. (Traduzione in italiano di W. A. Criswell, Ph.D., Great Doctrines of the Bible – Volume 2, Zondervan Publishing House, 1982, p. 77).

Prego affinché questa sera stessa tu possa andare a Gesù. Lui ti salverà da una vita inutile di egoismo e di peccato. Egli ti purificherà con il Sangue che ha versato sulla Croce. Vai a Gesù e conoscerai l’amore di Dio, e la confortante compagnia dello Spirito Santo.

Se desideri voler parlare con noi a proposito del Gesù che tornerà, per favore lascia la tua sedia proprio adesso e recati nel retro dell’auditorium. Il Dr. Cagan ti porterà in un’altra stanza dove possiamo parlare e pregare. Per favore, Dr. Chan prega affinché qualcuno creda in Gesù questa sera. Amen.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo:
 rlhymersjr@sbcglobal.net o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo:
P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015;
puoi telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Questi sermoni sono senza diritto d’autore e possono essere utilizzati senza permesso
del dott. Hymers Invece tutti i video messaggi del dott. Hymers sono coperti da
copyright e possono essere utilizzati solamente con il permesso dell’autore.

Scrittura letta prima del Sermone dal fratello Abel Prudhomme: II Corinzi 13:11-14.
Assolo cantato prima del sermone dal fratello Benjamin Kincaid Griffith:
“O Little Town of Bethlehem” (di Phillips Brooks, 1835-1893).


SCHEMA DE

LA SALVEZZA ATTRAVERSO LA TRINITÁ

A cura del Dr. R. L. Hymers, Jr.

“La grazia del Signore Gesù Cristo e l'amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.” (II Corinzi 13:13).

I.   Primo, avete bisogno della grazia del Signore Gesù Cristo,
II Corinzi 13:13a; Ebrei 10:29; Isaia 53:3; Giovanni 5:40;
Isaia 49:7; Atti 15:11.

II.    Secondo, hai bisogno dell’amore di Dio, II Corinzi 13:14b;
Romani 5:8.

III.  Terzo, hai bisogno della comunione con lo Spirito Santo,
II Corinzi 13:13c.