Print Sermon

Questi manoscritti e video sono disponibili per 116.000 computer in 215 paesi ogni mese all’indirizzo www.sermonsfortheworld.com. Molti guardano i nostri video su YouTube e poi visitano il nostro sito web, proprio perché ogni sermone rimanda da YouTube al nostro sito. YouTube porta a visitare il nostro sito. I manoscritti sono disponibili ogni mese in 34 lingue per migliaia di persone. I manoscritti non sono coperti da copyright, quindi anche altri predicatori possono utilizzarli senza permesso. Per le donazioni puoi cliccare qui per aiutarci in questa opera per diffondere il Vangelo in tutto il mondo, anche nei paesi Musulmani e Hindu.

Se vuoi scrivere al Dr. Hymers, indica per favore il tuo paese di provenienza, altrimenti non potrà risponderti. L’indirizzo email è rlhymersjr@sbcglobal.net.




IL SEGRETO DEL RISVEGLIO IN CINA
(SERMONE TENUTO AL CHINESE MID-AUTUMN FESTIVAL)

THE SECRET OF REVIVAL IN CHINA
(A SERMON GIVEN AT THE CHINESE MID-AUTUMN FESTIVAL)
(Italian)

a cura del Dott. R. L. Hymers, Jr.
by Dr. R. L. Hymers, Jr.

Sermone predicato presso il Tabernacolo Battista di Los Angeles
La mattina del giorno del Signore, 22 settembre 2013
A sermon preached at the Baptist Tabernacle of Los Angeles
Lord’s Day Morning, September 22, 2013

“Ma ciò che per me era un guadagno, l'ho considerato come un danno, a causa di Cristo. Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all'eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo” (Filippesi 3:7-8).


Il versetto sette ci dice come Paolo è stato salvato:

“Ma ciò che per me era un guadagno, l'ho considerato come un danno, a causa di Cristo” (Filippesi 3:7).

La vita di Paolo è stata sconvolta quando si è convertito. Quello che riteneva buono, lo ha considerato come un danno. Prima di essersi convertito ha disprezzato i Cristiani e ha rifiutato Cristo. Ma quando si è convertito ha rigettato la sua incredulità e ha riposto la sua fede interamente in Gesù Cristo.

Tra il versetto 7 e il versetto 8 è passato del tempo, un periodo di tempo tra la conversione di Paolo e il momento in cui ha scritto questa epistola ai Filippesi. Durante questo periodo Paolo aveva fatto i suoi viaggi missionari. Ma in questo preciso momento si trovava a Roma, e diceva:

“Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all'eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo” (Filippesi 3:8).

Paolo ha detto di aver vissuto per Cristo dal giorno in cui si era convertito. Aveva sofferto la rinuncia di ogni cosa, ma le cose a cui aveva rinunciato le ha considerate senza valore; come tanta spazzatura, come sterco. Questo è un linguaggio molto forte! Ha considerato tutte le cose che amava come una latrina. Ha cercato Cristo soltanto! Aveva pensato a cose molto importanti nella vita, ma adesso le gettava via con la spazzatura! Cristo soltanto era l’obiettivo e lo scopo della sua vita!

Quando ero ragazzo, sono andato a casa di alcuni miei parenti, che avevano un sacco di soldi. Ma secondo me erano vuoti e falsi. Penso che Dio me lo abbia mostrato. Avevano tutto, ma non erano soddisfatti. Ho pensato: “Queste persone non hanno nulla che io voglia.”

Pochi anni più tardi ho cominciato a visitare una casa dove vivevano alcuni missionari anziani in pensione. Riesco a vedere ancora adesso i loro volti nella mia mente. Erano così tranquilli e gioiosi! Non possedevano nulla di questo mondo. Dovevano vivere in una casa per missionari, perché non avevano nessuna casa di proprietà. Ma avevano qualcosa che i miei parenti ricchi non avevano: erano soddisfatti della loro vita. Avevano la pace nel cuore. Ricordo un uomo molto anziano con dei bellissimi capelli bianchi pettinati all’indietro. Si chiamava Signor Foxe. Aveva gli occhi blu e una voce delicata. Era stato missionario in Cina prima che i Comunisti prendessero il sopravvento. Ricordo di aver pensato: “Quando sarò vecchio, vorrei tanto essere come questo uomo anziché come i miei parenti ricchi.”

Mi ricordo di essere andato in una casa di Long Beach nel 1962. Era piena di gente, accalcata in ogni angolo. E poi Gladys Aylward è venuta lì per parlare, era stata una missionaria molto famosa in Cina. Adesso ha più di settantacinque anni. aveva gli occhi più felici che io abbia mai visto! Non possedeva niente. Era senza un soldo. Ma aveva la gioia che nessuno dei miei parenti benestanti aveva mai conosciuto. Ricordo di aver pensato: “Non voglio essere come i miei parenti. Voglio essere come Miss Aylward.” Lei era andata in Cina per essere una missionaria quando era appena una ragazza. È stata una una degli ultimi missionari in Cina, che non ha lasciato fino al 1952. Quando è andata via dalla Cina, ha portato con sé un bel gruppo di bambini Cinesi, rischiando la sua stessa vita per portarli oltre le montagne pericolose verso la libertà. Hollywood ha fatto un film su questa storia: “La locanda della sesta felicità.” La storia è stata un po’ cambiata, ma essenzialmente ritroviamo il racconto nel film. Lei aveva imparato il segreto della rinuncia di sé stessa, di cui aveva parlato l’apostolo Paolo:

“Ma ciò che per me era un guadagno, l'ho considerato come un danno, a causa di Cristo. Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all'eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo” (Filippesi 3:7-8).

Miss Aylward ha vissuto la su vita come quel canto del dott. Rice:

Tutto il mio amore e tutti miei sogni
   fa che siano solo per te, Signore Gesù.
Quello che sono e quel che sarò
   prendilo e fa che sia tuo, Signore Gesù.
(Traduzione in italiano dell’inno in inglese “All My Heart’s Love”
      di Dr. John R. Rice, 1895-1980).

Il mio Pastore, il dott. Timothy Lin, è arrivato negli Stati Uniti, dalla Cina nel 1949 per prendere un Master in teologia e un Dottorato in ebraico e lingue affini. È venuto dopo aver insegnato nella scuola di specializzazione presso la Bob Jones University, per essere il Pastore della Prima Chiesa Battista Cinese nel 1961, e dopo pochi mesi io mi sono unito a questa chiesa, alla giovane età di diciannove anni. Il dott. Lin mi ha battezzato dopo la mia conversione al Biola College. Ha anche presieduto alla commissione che mi ha ordinato come ministro di culto, presso la Chiesa Cinese nel 1972. Per me è stato una grande privilegio, stare nella sua chiesa durante in tempo di un risveglio mandato da Dio, che è cominciato dalla fine degli anni Sessanta e che è continuato negli anni Settanta. Sono stato presente a molti incontri di preghiera ripieni di Spirito Santo, ad incontri ricchi di confessioni e di testimonianze, incontri che spesso duravano molte ore, fino a tarda notte. Ho avuto il privilegio di predicare in diversi di questi incontri durante il risveglio. Ho predicato ad un incontro dove 46 giovani hanno creduto in Gesù Cristo, e molti di loro frequentano questa chiesa da più di quarantenni. Il dott. Lin riteneva che un vero risveglio può arrivare in una chiesa se i suoi membri sono santi e predicano senza sosta per avere la presenza di Dio in mezzo a loro.

Il dott. Lin non è mai diventato americanizzato. Si è sempre comportato come un avrebbe fatto un pastore in Cina. Ha dedicato completamente la sua vita a Gesù Cristo. Ha trascorso molte ore digiunando e pregando. Credo che per questo motivo Dio ha mandato un risveglio, e la chiesa è cresciuta da circa 80 membri, quando sono arrivato nel 1961, a diverse migliaia fino alla fine del risveglio. Allora il dott. Lin è andato a presiedere il Seminario Evangelico della Cina a Taiwan. Perciò, sin da giovane, ho avuto il privilegio di essere presente in un movimento di Dio che per molti versi era abbastanza simile al risveglio avvenuto nelle “chiese domestiche” della Repubblica Popolare Cinese. Sono stato un testimone oculare di un risveglio che così non ho mai visto, ad eccezione di un altro, un po’ più piccolo, nella chiesa Caucasica. Il risveglio nella chiesa del dott. Lin non è avvenuto attraverso l’uso di altoparlanti esterni o con tecniche speciali. È avvenuto durante un’intensa confessione di peccati, di preghiere prolungate, e di ardente predicazione sul peccato, giudizio, negazione di sé stessi e la croce di Cristo! Uno dei cantici che cantavamo ripetutamente durante il risveglio era “Più bianco della neve.”

Signore Gesù, io anelo a essere interamente perfetto per te;
   Voglio che tu viva per sempre nella mia vita;
Abbatti ogni idolo, scaccia via ogni nemico;
   Lavami ora e sarò più bianco della neve.

Signore Gesù che vedi tutto dal tuo trono nel cielo,
   aiutami a compiere un sacrificio completo;
ti dono me stesso e tutto ciò che so;
   Lavami adesso e sarò più bianco della neve.
Più bianco della neve, sì, sarò più bianco della neve.
   Lavami adesso e sarò più bianco della neve.
(Traduzione letterale in italiano dell’inno inglese “Whiter Than Snow”
      di James Nicholson, 1828-1896).

Per sperimentare una vera conversione e un vero risveglio, dobbiamo seguire l’esempio dell’apostolo Paolo che diceva;

“Ma ciò che per me era un guadagno, l'ho considerato come un danno, a causa di Cristo. Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all'eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo” (Filippesi 3:7-8).

Tutto il mio amore e tutti miei sogni
   fa che siano solo per te, Signore Gesù.
Quello che sono e quel che sarò
   prendilo e fa che sia tuo, Signore Gesù.

Alziamoci in piedi e cantatelo con me!

Tutto il mio amore e tutti miei sogni
   fa che siano solo per te, Signore Gesù.
Quello che sono e quel che sarò
   prendilo e fa che sia tuo, Signore Gesù.

Potete sedervi.

La rivista World Magazine (del 5 agosto 2013) ha riportato che il Pastore Samuel Lamb (1924-2013), scomparso lo scorso mese, il 3 agosto 2013 all’età di 88 anni. È stato uno dei più famosi pastori di una “chiesa domestica” in Cina. Il Pastore Lamb (in cinese Lin Xiangao) era il figlio di un ministro Battista. Ha predicato il suo primo sermone all’età di 19 anni. Quando la Cina è passata sotto il regime comunista di Mao Zedong, le autorità hanno fatto arrestare Lamb nel 1955. È stato accusato per atti “antirivoluzionari” perché aveva rifiutato di aderire alla chiesa “Chiesa dei Tre sé stessi” sponsorizzata dai Comunisti. Ha rifiutato di aderire perché la chiesa diretta dal regime comunista proibiva l’insegnamento ai minori di 18 anni, e non permetteva ai loro pastori di predicare sulla risurrezione di Cristo e sulla Sua Seconda Venuta. È stato rilasciato nel 1957, quasi dopo due anni di carcere. Dopo cinque mesi è stato arrestato ed è stato portato in un campo di concentramento per 19 anni. Sua moglie ha dovuto lavorare in una miniera di carbone, dove morì mentre lui era in prigione.

È stato rilasciato dopo più di 20 anni dietro le sbarre. Immediatamente ha riaperto la sua “chiesa domestica” in Guangzhou. Eppure si rifiutava ancora di aderire alla “chiesa dei tre sé stessi” del Regime Comunista. Lamb insisteva sul fatto che i Cristiani ubbidiscono al governo a meno che non ci sia contraddizione con la Bibbia. Ma diceva: “Le leggi di Dio sono più importanti delle leggi degli uomini.”

Sotto la sua guida, la chiesa domestica è cresciuta da 400 membri nel 1997 fino 4000 oggi. Un Video clip di notizie filmato all’interno della chiesa nel 2011 mostra il Pastore Lamb che predica in una sala affollata. Un video dal vivo trasmetteva il sermone in varie altre stanze dell’edificio. Ogni stanza era piena da una parete all’altra di membri della sua congregazione. Quando il culto terminava grandi moltitudini di persone uscivano dal portone e riempivano le strade intorno all’edificio.

Le autorità Comuniste erano a conoscenza della sua chiesa non registrata, ma non cercarono più di spegnerla. Nel 1997 il Pastore Lamb diceva al giornalista americano Cal Thomas che avevano imparato la lezione. Diceva: “Ogni volta che mi hanno arrestato e mi hanno mandato in prigione, la chiesa è cresciuta. La persecuzione è stata buona per noi. Più ci perseguitavano e più la chiesa cresceva. Questa è stata a storia della chiesa.”

L’atteggiamento della Cina nei confronti delle chiese cambiava da regione a regione. Mentre alcuni, come la chiesa del Pastore Lamb, gioivano della loro relativa libertà, altri dovevano affrontare ancora delle molestie. Nel Luglio del 2013 la polizia Comunista ha fatto irruzione in due chiese domestiche nella provincia dello Xinjiang, hanno arrestato il loro leader e lo hanno multato per un “raduno illegale.”

Il pastore Lamb diceva spesso ai conduttori delle chiese domestiche in Cina che la sofferenza fa parte della vita Cristiana. diceva: “Dobbiamo essere preparati per soffrire. Dobbiamo essere preparati perché potrebbero arrestarci. Prima di essere stato mandato in prigione, avevo già preparato una borsa con alcuni vestiti, scarpe e uno spazzolino. Oggi le autorità non ci fanno preoccupare, ma domani le cose potrebbero essere diverse. Prego affinché possiamo ricevere la forza per restare saldi.” Il Pastore Lamb era molto noto per il detto:”Più persecuzione, più crescita.”

Si stima prudentemente che oggi ci siano più di 100 milioni di Cristiani nelle chiese domestiche della Cina, localizzate in ogni parte della Cina, incluso nelle grandi città, e nelle università. È stato stimato che uno ogni 10 studenti nelle maggiori università è adesso Cristiano, con decine di migliaia di nuovi convertiti ogni anno! Sono inclusi professionisti come medici, avvocati, professori, e anche alcuni ufficiali Comunisti (vedi David Aikman, Ph.D., Jesus in Beijing: How Christianity is Transforming China and Changing the Global Balance of Power, Regnery Publishing, Inc., 2003, edizione pubblicata nel 2006).

Il libro del dott. Aikman è dedicato “Alla memoria di tutti i Cristiani, Cinesi e stranieri, che sono morti in Cina come martire a causa della loro fede, dal 635 d.C: fino ai tempi moderni.” Vogliamo cantare l’inno:“ All My Heart’s Love”

Tutto il mio amore e tutti miei sogni
   fa che siano solo per te, Signore Gesù.
Quello che sono e quel che sarò
   prendilo e fa che sia tuo, Signore Gesù.

I fuochi del risveglio stanno bruciando vivacemente in Cina, dove milioni di persone stanno andando a Gesù. Ma non dobbiamo mai dimenticare il sangue, il sudore e le lacrime che sono state versate per spianare la strada affinché le benedizioni di Dio giungessero a loro. Vi voglio raccontare la storia di tre Pastori cinesi, che hanno seguito letteralmente l’esempio di Paolo, che hanno considerato “tutte le cose come tanta spazzatura” affinché essi potessero “guadagnare Cristo.”

Il primo, è di un pastore del 1960 di cui non si conosce il nome, vissuto durante il bagno di sangue della “Rivoluzione Culturale.” A questo Pastore è stato messo un cappio intorno al collo ed è stato forzato dai Comunisti a stare su tre tavoli che erano impilati uno sopra l’altro. La moglie del Pastore, i figli, e tutta la famiglia allargata era stata chiamata dalla polizia per assistere alla scena. L’ufficiale gli disse: “Tu hai due opzioni: o scegli di continuare a credere in Gesù, o neghi Gesù. Fai adesso la tua scelta!”

Il vecchio pastore ha guardato negli occhi della sua famiglia e dei suoi amici, ma sapeva cosa doveva fare. E disse: “Anche se tagliaste la mia testa e il mio sangue coprisse tutto il pavimento, io non negherò mai Gesù.” Così immediatamente gli ufficiali hanno cominciato a prendere a calci il tavolo dal basso, causando così un collasso della struttura. In un attimo il cappio si è stretto intorno al collo del Pastore che è andato a stare per sempre con Gesù.

Secondo, voglio parlarvi ancora un po’ di più della storia del Pastore Samuel Lamb. Egli è stato liberato dopo un anno di prigione, nel 1957, quando aveva 33 anni. Gli è stato detto di non predicare più. Ma comunque dopo pochi mesi predicava nuovamente! Perciò è stato nuovamente arrestato ed è stato condannato a vent’anni di carcere. Lo hanno mandato in una miniera di carbone per vent’anni di lavori forzati con un clima molto freddo. La maggior parte degli altri prigionieri è morta, ma lui in qualche modo è riuscito a sopravvivere a tutto questo per la grazia di Dio. Quando è stato rilasciato gli è stato detto che sua moglie e suo padre erano morti. Sua madre era molto malata ed è morta poco dopo. Invece di fuggire dalla Cina e di andare a Hong Kong, o da qualche altra parte dove sarebbe stato più facile, il Pastore Lamb è ritornato invece in Guangzhou, ha raccolto alcuni suoi primi membri di chiesa e ha riaperto la sua vecchia chiesa. Nonostante gli anni orribili della prigione, e la perdita della sua famiglia, aveva un volto felice quando l’ho visto predicare in un video non tanto tempo fa (Crimson Cross, pubblicato da Back to Jerusalem, 2012, pp. 65, 66).

Terzo racconto, riguarda il mio stesso pastore: il dott. Timothy Lin (1911-2009). La prima moglie e la figlia del dott. Lin sono state sparate davanti a lui stesso da soldati giapponesi poco prima della Seconda Guerra Mondiale. La sua seconda moglie, era una mia amica. Era con il dott. Lin quando stavo predicando nella Chiesa Presbiteriana di San Francisco. Nel pomeriggio prima della riunione, la signora Lin è stata colpita da un ictus. Lin è andato con lei in ospedale nell’ambulanza. È morta un paio di ore dopo. Immediatamente il dott. Lin ha preso un taxi ed è andato nella chiesa e ha predicato, come da programma. Dopo il sermone le persone in chiesa erano sbalordite avendo saputo che sua moglie era morta solo pochi minuti prima che la riunione cominciasse. So quanto il dott. Lin ha amato profondamente sua moglie. Questa storia ha lasciato un segno indelebile dentro di me. Non ho potuto più ritenere il ministerio come un semplice “lavoro.” Ho saputo grazie all’esempio del dott. Lin che il pastorato è un compromesso di vita o di morte!

Queste sono tre storie di tre vecchi Pastori cinesi che hanno considerato tutte le cose “come spazzatura” al fine di “guadagnare Cristo.” I giovani in America hanno spesso n mente esempi di pastori pigri e mondani. Questa è uno dei motivi principali per cui non c’è un risveglio in America. Ma i giovani in Cina hanno nel loro cuore l’esempio di uomini come questi tre Pastori. Non vi meravigliate che in Cina i giovani Cristiani possono dire come Paolo: “io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo” (Filippesi 3:8). Non vi meravigliate che in Cina si sta sperimentando proprio in questo momento il più grande risveglio della storia del Cristianesimo.

Vuoi essere come loro? Vuoi considerare ogni cosa “come spazzatura” affinché tu “possa guadagnare Cristo”? Cosa ti trattiene lontano da Cristo? Consideralo come spazzatura! Consideralo come spazzatura! Cristo morì sulla croce per pagare la pena per i tuoi peccati, è risuscitato fisicamente dalla morte il terzo giorno per darti la vita. Vuoi consacrare adesso la tua vita a Cristo? Cantiamo di nuovo!

Tutto il mio amore e tutti miei sogni
   fa che siano solo per te, Signore Gesù.
Quello che sono e quel che sarò
   prendilo e fa che sia tuo, Signore Gesù.

Se desideri parlare con noi per diventare un vero cristiano che sacrifica sé stesso, per favore recati pure in questo momento dietro l’auditorium. Il dott. Cagan ti porterà in una stanza tranquilla per pregare e per la consulenza. Se sei interessato e vuoi diventare un vero Cristiano, vai dietro l’auditorium. Per favore, dott. Chan prega affinché questa mattina qualcuno possa credere in Cristo. Amen.

(FINE DEL SERMONE)
Puoi leggere i sermoni del Dott. Hymers ogni settimana su Internet all’indirizzo
www.realconversion.com cliccando sulla voce “Sermoni in italiano”.

Puoi contattare via email il Dott. Hymers in inglese all’indirizzo: rlhymersjr@sbcglobal.net
o puoi contattarlo scrivendo all’indirizzo: P.O. Box 15308, Los Angeles, CA 90015; puoi
telefonargli al numero: 001 (818)352-0452.

Scrittura letta prima del Sermone dal fratello Abel Prudhomme: Filippesi 3:7-11.
Assolo canto prima del Sermone dal fratello Benjamin Kincaid Griffith:
“All My Heart’s Love” (di Dr. John R. Rice, 1895-1980).